in

50 momenti in cui Doctor Who ci ha distrutto il cuore

18. Il Tardis e il Dottore (06×04 – “The Doctor’s Wife”)Doctor Who

A girare l’Universo per più di mille anni se ne conosce di gente e se ne vedono di cose. I companions cambiano, le facce si trasformano, i pianeti si muovono ed il tempo passa, ma in tutto questo una sola ed unica cosa resta immutata.
Il TARDIS.
Rubata dal Dottore (o meglio fu il Tardis a rubare lui), la navicella spaziale a forma di cabina blu della polizia è la fedele compagna del Dottore da sempre, senza mai tradirlo, senza mai lasciarlo, in grado di portarlo ovunque egli abbia davvero bisogno di andare. Il Dottore la considera una cosa viva (anche perchè in realtà lo è), con un’anima ed una volontà propria. E’ una vera e propria storia d’amore quella tra il Dottore e il Tardis (che spesso lui chiama “Sexy” manco a dirlo), intensa e duratura. Quando perciò l’anima del TARDIS si sposta nel corpo di una donna in carne ed ossa possiamo finalmente osservare questi due vecchi amici parlare per la prima volta, o meglio per la prima volta il TARDIS può dire “Ciao” al suo migliore amico. Un momento di una tristezza dolcissima.

19. Protocollo di emergenza del TARDIS (06×08 – “Let’s Kill Hitler”)

tumblr_m6m961kX8J1qzeg2so3_500Il Dottore sta morendo ed entrando nel TARDIS si attiva il protocollo di emergenza che permette al Dottore di parlare con l’interfaccia della navicella. L’interfaccia può assumere qualsiasi forma ed ecco che alla richiesta del Dottore di fargli vedere qualcuno che gli piace, ecco apparire prima Rose Tyler, poi Martha Jones, poi Donna Noble ed infine la piccola Amelia Pond: tutte e quattro sono state importanti nella vita del Dottore e tutte e quattro sono accumunate dal fatto di riuscire a scatenare in lui un profondo e tristissimo senso di colpa.

Written by Serafina Pallante

Le immagini in movimento sono la mia vita e le mangio in tutte le forme e in tutte le salse, anche a rischio indigestione. Studio per diventare critico cinematografico perchè mi piace mettere bocca su tutto e sono pure brava a farlo. Jack Sparrow è il mio spirito guida e se avessi un TARDIS tornerei indietro nel tempo per essere un pirata. O per incontrare Jane Austen non ho ancora deciso. Che dire di più? Sono di fede Potteriana ed ho consacrato la mia vita ai film (anche mentali) ed alle serie tv. Nel tempo libero, quando posso, vivo.

Gif-Recensione Suits, 5×12 – Il passato torna a galla

the mentalist red john

The Mentalist: un anno dopo il season finale