News

  • in

    Charles Westmoreland, lo pseudonimo programmatico e la rapina dimenticata

    Westmoreland, è colui al quale l’ingegner Scofield finisce forse col voler più bene. Il detenuto è ‘forse’ il famoso D.B. Cooper, ma è comunque colui che rappresenta per molti dei futuri evasi del team Scofield una motivazione, un esempio, un punto d’unione. Lo pseudonimo è anche nome programmatico, il falso abbraccia il vero. È solo […]

  • in

    Sons of Anarchy: Marcus Alvarez, gli occhi del guerriero e la lealtà del rivale

    Marcus Alvarez non lascia mai indifferente e immutabile il giudizio e le gradazioni dello spettro emotivo nei cuori dei Samcro, nè tantomeno l’idea vacillante del malcapitato spettatore. In quella coltre cinerea, sanguinaria, fumosa e violenta di Charming, gli ispanici motociclisti ricoprono un ruolo decisivo. Tutto scaturisce con il caos di un’esplosione, tutto inizia con un […]

  • in

    The Sopranos: Silvio Dante, la penna contabile e la fedeltà criminale

    Volto gonfio, mascella perennemente curvata, sopracciglie alzate, simpatico imitatore di Al Pacino, grilletto facile, fedifrago consumato, uomo predisposto alla risoluzione netta dei problemi, amante della gestione del denaro sporco e delle donne di facili costumi. Tony Soprano e la cosca DiMeo hanno il loro contabile di fiducia, Silvio è semplicemente quello di cui Tony più […]

  • in

    Spartacus: l’umana miseria, la violenta rivolta e il soffio della libertà

    La storia di Spartacus racconta ciò che l’uomo pretende, reclama ed incarna da sempre: “panem et circences“, cibo e gioco, necessario e superfluo, vitale e mortifero, umano e ferino, libertà e catene, diritto e obbligo. Qualcosa che abbraccia gli accordi voluttuosi della politica, le logiche del compromesso e lo sfogo della frustrazione e del vizio […]

  • Harry Dexter - nonni
    in

    Lettera di Dexter a Harry Morgan

    Padre, hai tutelato il mostro. Hai protetto Dexter. Ecco come si finisce a non riuscire a strapparsi la maschera di dosso, ecco come si vive nella finzione scenica, ecco come si perde ciò che si ama, ecco cosa succede se il delirio omicida diviene sostituzione di ‘giustizia‘. Ecco cosa succede a placare la sete di […]

  • in ,

    Westworld e Animal Kingdom, le migliori perle del 2016

    Westworld, l’umanesimo della robotica La positività del potenziale sconfinato è racchiusa nella labirintica mente umana, incanalare ciò che funge da strumento di sfogo e piacere per l’uomo stressato e consumato dalla vita ultramoderna. L’uomo ha irrimediabilmente perso qualcosa, l’intelligenza e la tecnologia hanno cambiato i processi evolutivi e i valori affettivi sono anestetizzati. Soltanto Westworld […]

  • in

    Sons of Anarchy è il rito e l’esempio della trinità

    [Allerta spoiler sul capolavoro Sons of Anarchy] Il principe dei Samcro spoglia desolato un diario. La solitudine dell’autore John coincide con quella del lettore Jax e l’estraniazione apre spiragli impensabili sulla morte e la coscienza del fondatore dei Sons of Anarchy, sua maestà John Teller. La solitudine è una condizione dello spirito e Jax quando […]

  • Serie Tv
    in ,

    Dexter e Debra: la confusione del sentimento tra maschere, caos e verità

    Dexter e Debra, legati fittiziamente da un legame di sangue, legati indissolubilmente dalla purezza dei sentimenti più nobili. Debra e Dexter, non sono biologicamente intesi come fratelli, ma sono due fratellastri che si amano più di due veri fratelli, due soggetti che hanno empatizzato, prima di compatirsi. Il concatenato sillogismo è rappresentato da ciò. La […]

  • Paulie Gualtieri
    in

    The Sopranos – Paulie Gualtieri, la vecchia manovalanza del crimine

    Paulie Gualtieri: il misogino, il taccagno, il violento, il paranoico, lo strampalato, l’ignorante, lo xenofobo, lo schietto, l’atavico. I Soprano rievocano la magia dei grandi attori e del grande cinema, raccontando le ingombranti tradizioni e il malaffare dello stivale italico. Se I Soprano raccontano una storia di manovali del crimine, Paulie è la metafora di […]

  • in ,

    Vikings – il caos, la rivalsa e l’eternità

    La glaciale e sanguinaria Kattegat non conosce il vocabolo ‘tranquillità‘. Vikings l’ha già insegnato in passato: la città dell’eterno Ragnar rivive ciclicamente un bagno di sangue ogni qualvolta che la gran parte dell’esercito vira verso altri lidi. La lezione degli episodi conclusivi è univoca e perentoria: Il potere è sempre instabile, la rivalsa è sempre […]

  • in

    The Sopranos – Il delirio d’onnipotenza di Ralph Cifaretto

    Ralph Cifaretto è uno dei personaggi più amati, odiati e discusso del primo superbo show Hbo. Un soggetto in grado di ridefinire gli standard qualitativi e adrenalinici del dramma pluripremiato sugli italoamericani del New Jersey. I Soprano rievocano la magia dei grandi attori e del grande cinema, I Soprano raccontano le ingombranti tradizioni e il […]

  • in

    John Abruzzi, il leone di Fox River

    Molti personaggi e attori dividono il pubblico. L’attore svedese Peter Stormare, alias John Abruzzi di Prison Break, invece, li unisce tutti. Una delle prestazioni più amate in Prison Break, uno dei soggetti meglio costruiti. John Abruzzi è un personaggio che si ama o si ama, una scelta democratica che si veste da imposizione dittatoriale. Non vi […]