in

Shameless 11×10 – Le strade si dividono

shameless 11x10

Attenzione: evitate la lettura se non volete imbattervi in spoiler su Shameless 11×10

Siamo sempre più vicini alla fine, che ci piaccia o no. Quest’episodio di Shameless ci ha mostrato i Gallagher e Kev e V, ognuno per la sua strada a guardare al prossimo futuro a cui va inesorabilmente incontro. La maggior parte dei fan si dichiara deluso da quello che si preannuncia essere il finale della serie, altri vorrebbero il ritorno di Fiona che sembra ormai soltanto un miraggio. Se all’inizio pensavamo che la maggiore dei Gallagher potesse tornare, in un modo o nell’altro, con l’avanzare degli episodi ci rendiamo conto che questa possibilità sta sfumando sempre più velocemente.

Carl, che all’inizio sembrava entusiasta del suo lavoro come poliziotto, non è più particolarmente a suo agio nell’uniforme che indossa: gli piace ciò che fa, ma odia che la “sua gente”, la gente del South Side, non venga aiutata come secondo lui dovrebbe. Si ritrova quindi ad arrestare – soltanto per una manciata di minuti – un uomo ricco che non si fa problemi a sfrattare degli anziani, finché i suoi colleghi non gli fanno notare che non è così che loro agiscono. Non è così che lui dovrebbe agire.

Ian e Mickey, nel frattempo, sembrano aver trovato una bella casa con piscina… nel West Side. Mickey è infuriato con Ian, perché quest’ultimo ha firmato di getto un contratto d’affitto e perché non vuole “rinnegare” la propria provenienza trasferendosi nel West Side. Finisce persino per litigare con Lip, accusandolo che tutto ciò che sta succedendo sia soltanto colpa sua. È chiaro, tuttavia, che ciò che Mickey prova è soltanto molta paura: si ritroverà a vivere in un ambiente completamente nuovo, dove probabilmente non si troverà a suo agio (almeno inizialmente) e lontano dall’ambiente “sicuro” in cui è cresciuto. Ian, tuttavia, non ha dubbi: vuole soltanto iniziare una nuova vita con suo marito.

shameless 11x10

Alla fine dell’episodio lo vediamo parlare con Lip in una conversazione che ci ricorda tanto i primi episodi di Shameless, quando vedevamo i due fratelli confidarsi l’uno con l’altro e sostenersi a vicenda. Sarà lui che, dopo aver ascoltato Lip parlare delle proprie paure, gli ricorderà che ha una bella famiglia che lo sostiene e gli suggerirà di partecipare a un incontro con il gruppo degli alcolisti anonimi: ha paura, infatti, che suo fratello possa ricominciare a bere proprio a causa della brutta situazione in cui si ritrova. In effetti, soltanto qualche puntata abbiamo visto Lip bere nuovamente, anche se sembra che sia stato soltanto un episodio isolato.

Debbie non riesce a darsi pace, nonostante abbia parlato con Lip e quest’ultimo le abbia assicurato che non smetteranno di vedersi anche se vivranno separatamente. La ragazza è convinta che nessuno s’interessi di lei e di Franny, e arriva addirittura a cercare di affittare una stanza in casa di una famiglia molto numerosa pur di non stare “da sola”. Chissà se, alla fine, riuscirà a capire che tutti stanno prendendo la propria strada e se ne farà una ragione. Per ora, sembra che sia lontana dall’accettare la situazione in cui è stata catapultata.

Che dire, inoltre, di Kev e V? Il loro lieto fine sembra essere forse un po’ troppo forzato, dato che fino allo scorso episodio V era infuriata con sua madre e l’aveva accompagnata a Louisville soltanto per convincerla a tornare a Chicago. Ora, invece, sembra che sia lei che Kev siano più che propensi a cambiare vita e a ricominciare in una nuova città. Chissà, forse uno dei Gallagher deciderà di andare a vivere proprio nella casa che la famiglia Ball lascerà vuota?

Nonostante Liam abbia soltanto 11 anni, infine, sembra sia quasi più maturo dei suoi fratelli maggiori. All’inizio dell’episodio è lui che, nonostante abbia “delle commissioni” da svolgere, decide di badare a Frank e lo porta con se. Gli ricorda pazientemente tutto ciò che dimentica, gli scrive con un pennarello sul braccio ricordandogli passo dopo passo ciò che stanno facendo e, alla fine dell’episodio, ammette che sarà compito suo occuparsi di suo padre, nonostante la logica vorrebbe che fosse il contrario.

shameless 11x10

Frank, d’altra parte, nonostante i continui vuoti di memoria ha dimostrato ancora una volta di essere in fondo sempre lo stesso personaggio che abbiamo conosciuto all’inizio di Shameless: il tatuaggio “Do Not Resuscitate” potrebbe essere il riassunto di tutto. Nonostante la malattia e i rimpianti, che Frank ha più volte (anche se velatamente) dimostrato di avere, è contento di aver vissuto pienamente la sua vita. Ha sconfitto la morte, in più di un’occasione, ma ora sa di essere quasi arrivato al capolinea, e lo accetta.

Noi, invece, non riusciamo ad accettare pienamente il finale che Shameless 11×10 ci sta preparando ad affrontare. Troppe questioni irrisolte, troppe conclusioni affrettate. Non riusciamo a smettere di domandarci: perché nessuno dei fratelli nomina Fiona? Davvero tutti hanno dimenticato la sorella maggiore? Colei che, è ormai palese, era il vero collante della famiglia Gallagher? Speriamo soltanto che in uno degli ultimi episodi riusciremo ad avere una risposta a questi quesiti che ci assillano ormai da dieci – e anche più – episodi di Shameless.

Leggi anche: Non soltanto Shameless 11×10 – Un ultimo colpo

Scritto da Palma Vasta

Ho sempre seguito le Serie Tv e amo scrivere. Un giorno ho pensato di unire le due cose... e ogni tanto ne esce fuori addirittura qualcosa di interessante.

buffy

#VenerdìVintage – La classifica dei 5 migliori look di Buffy

disney plus

Disney Plus punta sul rilascio settimanale: scelta vincente?