Ciro Di Marzio

Descrizione

Appena nato un terremoto sconvolge l’Irpinia, siamo nel 1980, Ciro rimane orfano. Unico a salvarsi nella sua palazzina che viene rasa al suolo, si guadagna così il nome di Immortale. Cresce in un orfanotrofio a Napoli, ma l’impeto del terremoto gli rimane dentro. Ciro è molto giovane quando entra nei giri della malavita e, se così si può dire, pare avere un certo talento. Entra presto in contatto con la famiglia Savastano e stringe un rapporto di profonda amicizia, quasi fratellanza, con Genny. Il rapporto tra i due è indubbiamente uno dei punti di forza di questa storia. Un legame profondo in continua evoluzione tra amore e violenza.

Data e Luogo di Nascita

Novembre 2, 1980 - Solofra, Avellino

Citazioni

"'O terremoto è vulere 'e Ddio, fa bene alla terra, comme quanno 'na perzone sta male, accumula, accumula, finché o se libera e sfoga, o more!", "Mo' nun ce sta cchiù 'o bastone, Genna'! 'E pecore, senza 'o cane 'e guardia, se ne vanno pê cazze 'e lloro! Papà tuoje ha da passa' a mano! Co' 41 bis 'ncuollo, nun se po' cummanna'! Ha da capi' ca mo' staje tu, e si cummanne tu, 'a giostra gira n'ata vota!", "

Doppiatore

Video