in

Ma alla fine dei conti quanto erano compatibili Jessica Day e Nick Miller?

new girl

Jessica Day e Nick Miller sono destinati a stare insieme. Lo abbiamo capito fin dal primo episodio di New Girl, quando lei con il cuore infranto non sembrava neanche accorgersi di lui, mentre quest’ultimo già le rivolgeva uno sguardo intenerito. La conferma è arrivata alla fine della prima stagione, in quell’ultimo episodio che ci ha fatto capire che New Girl sarebbe stata una serie tv grandiosa. Il punto di non ritorno è stato raggiunto nella seconda stagione, con quel bacio appassionato che ha reso chiaro che niente e nessuno avrebbe potuto tenerli separati. Il finale della loro storia, fatta di alti e bassi, sguardi lanciati di nascosto, sentimenti mai sopiti e nuove fiamme troppo deboli, era già stato scritto da tempo. Il destino di uno era nelle braccia dell’altro.

Eppure, aleggia ancora senza risposta la domanda su quanto siano effettivamente compatibili Nick e Jess.

new girl

Quando siamo davanti a relazioni come questa, la compatibilità sembra passare in secondo piano. Ciò che conta è di più la spettacolarità, i grandi gesti e i baci in ascensore. Ma non possiamo ignorare che già nella terza stagione i protagonisti stessi si erano posti questo quesito. Dopo aver superato la maggior parte delle difficoltà e aver regalato intensi attimi di romantica quotidianità, Jess e Nick sbattono la faccia contro la triste e dura realtà: le cose che hanno in comune sono davvero poche. Non solo hanno un carattere profondamente dissimile, ma ciò che li allontana sono le diverse prospettive e modi di affrontare la vita. Erano semplicemente su due pianeti diversi. Passeggeri che si incontrano per caso sullo stesso treno, ma destinati a scendere a fermate differenti. Agli antipodi.

Nick Miller è un fannullone pessimista. Sempre sincero e onesto, non riesce a trattenere il suo sdegno per la maggior parte delle persone che incontra e per le cose che fanno. Si sente costantemente inadeguato, arrabbiato con il mondo, ma prima di tutto con se stesso per la sua incapacità di affrontare la vita come vorrebbe e di esprimere in modo chiaro e sano i suoi sentimenti, per il suo essere semplicemente così com’è. Perché tende a sabotarsi in ogni situazione. Eppure, di cambiare non se ne parla. Perché il cambiamento è spaventoso, troppe responsabilità e nulla per cui valga davvero la pena mettersi in gioco. Vede sempre il peggio di ogni situazione, è diffidente e immaturo.

Ma al contempo possiede una vasta immaginazione e un’ingenua fantasia che lo porta a crearsi storie e soluzioni innovative e bizzarre. E mille modi strampalati per aiutale le poche persone a cui vuole bene e per le quali si spende senza riserbo.

new girl

E in questa élite, spicca Jessica Day. È la tipica ragazza della porta accanto. Solare e fantasiosa, finisce sempre con il sembrare strana ed eccessivamente entusiasta. La fiducia che ripone in ogni situazione e in tutte le persone è disarmante, e lo fa perché crede davvero che – se dai loro l’opportunità di essere gentili – lo saranno. La sua ingenuità e la tendenza a parlare apertamente dei sentimenti propri e degli altri, la fa apparire a volte infantile e indifesa, ma in realtà Jess nasconde una grande forza e mille risorse a cui attinge ogni volta che le capita di inciampare.

È la classica brava ragazza, quella su cui puoi fare sempre affidamento. Anche se a volte finisce con l’incasellare troppo la sua vita, sempre ligia al dovere, e preoccupandosi troppo delle persone che le stanno intorno e poco di se stessa.

Lei cerca una vita stabile, sicura. Una vita stravagante e sopra le righe come lei, ma pur sempre lineare. Nick il futuro semplicemente non lo vede. È troppo preso dal “qui e ora” e dal “e se…” per occuparsi concretamente di ciò che sarà e non ha intenzione di pensarci. Neanche se a chiederglielo è Jess.

È qui che le loro strade si separano, qui che scendono dal treno diretti verso futuri diversi.
O almeno così sembrerebbe.

New Girl

Nel corso delle sette stagioni di New Girl, i protagonisti maturano e crescono. E così, anche il problema della inconciliabilità che sembrava insormontabile diventa facile da arginare. Nick impara a pianificare (nei limiti) la sua vita eccentrica e Jess impara a buttarsi nelle situazioni senza rimuginarci troppo sopra. Si incontrano a metà strada, su quel treno che li aveva visti passeggeri capitati casualmente vicini. Ma adesso la loro destinazione è la medesima. E superato questo dilemma, il viaggio appare meraviglioso.

Nick Miller e Jessica Day hanno due personalità opposte, ma perfettamente compatibili. Lei si prende cura di lui senza frenare la sua stranezza e lui mette in guardia lei senza offuscare la sua luce. Lei parla troppo quando lui non ha voglia e capisce cosa prova senza bisogno di esprimersi. Ciò che li rende diversi, li unisce nell’affrontare le difficoltà più preparati.

L’amore che provano nei confronti dell’altro supera tutte le diversità, che finiscono per alimentare la passione e la voglia di scoprirsi. La compatibilità è certo qualcosa con cui bisogna inevitabilmente fare i conti, ma è l’amore – con il desiderio di capirsi – quello che determina davvero se una coppia è destinata o meno al lieto fine. E Jessica Day e Nick Miller sono destinati a stare insieme.

LEGGI ANCHE – New Girl è la vera erede di Friends, non How I Met Your Mother

Written by Carolina Avagliano

Ogni giorno mi rifugio in mondi sconosciuti così, episodio dopo episodio e pagina dopo pagina, i colori di quegli universi e di quelle storie inondano le mie giornate.

Nuove uscite Netflix

Le 5 Serie Tv più sottovalutate uscite su Netflix a Settembre 2020

the comey rule

The Comey Rule, la recensione della miniserie che viaggia alla scoperta dell’elezione di Trump