in

Tutti i parricidi in Game of Thrones

2) Tyrion Lannister

Tyrion Lannister si è fin da subito distinto dagli altri membri della sua famiglia. Uno dei personaggi più strategici e saggi di Game of Thrones, è trattato da tutti i suoi parenti (ad eccezione di Jaime) alla stregua di un morbo da estirpare. In particolare dal padre, che rivede in lui anche la morte della compianta moglie.

La vendetta non tarda e arriva. Dopo aver salvato Approdo del Re dall’assedio di Stannis Baratheon (una delle battaglie più belle dello show) e averne ricavato in cambio solo una cicatrice e disprezzo, il folletto verrà accusato ingiustamente della morte di Joffrey Baratheon. Per salvarsi dalla prigionia e dalla sua esecuzione propone uno scontro in singolar tenzone in cui far sfidare Oberyn Martell e la Montagna.

Aiutato a fuggire da Jaime Lannister, il folletto scopre la verità su Shae e uccide suo padre con una balestra. In quel momento Tyrion si libera dal giogo della sua famiglia e diventa finalmente libero di essere stesso. Inizia quindi un nuovo percorso narrativo ed evolutivo per il personaggio (che noi abbiamo analizzato bene qui).

Written by Enrico Zicari

Non ho nulla di figo e accattivante da scrivere. Sarebbe anche inutile visto e considerato che nessuno legge mai chi scrive gli articoli. Ad ogni modo se vi piacciono le mie idee, seguitemi. Senza giri di parole, qui si parla di serie tv, sintonizzatevi e gustatevi il risultato.

vikings

10 Serie Tv ambientate nei “secoli bui”

il metodo kominsky

Chi è Alan Arkin, il geniale coprotagonista de Il Metodo Kominsky