in ,

How to Get Away with Murder 4×06 – Una (fondamentale) puntata di passaggio

how to get away with murder

Puntata di passaggio, questa 4×06 di How to Get Away with Murder, ma non per questo noiosa, anzi! La puntata è stata ricca di avvenimenti, tuttavia la definisco di passaggio perché di fatto non ha concluso nulla, ma anzi sembra portare verso l’episodio successivo, che adesso attendiamo con molta ansia!

Abbiamo qui iniziato a conoscere meglio il terapista di Annalise, che già nelle altre puntate ci ha fatto pensare che il suo ruolo sarà determinante per il caso in cui i nostri eroi si troveranno coinvolti. Quello stesso che vede Annalise insanguinata a fine episodio… Ma procediamo con ordine!

How to Get Away with Murder

Capiamo subito, con una magistrale sequenza di scene consequenziali quasi sovrapposte di lui che parla con un’altra terapista (che poi si scoprirà essere la sua ex moglie) e di lui che parla con Annalise. Infatti, il terapista è sconvolto dall’ultimo incontro con Bonnie, quello della 4×05 di How to Get Away with Murder, per intenderci.

E adesso non sa bene che fare. Dovrebbe abbandonare il caso perché troppo coinvolto, consigliare ad Annalise di rivolgersi a un altro terapista, ma non riesce a staccarsi dal nostro avvocato. Perché ritiene che si stia finalmente aprendo… E perché ha scoperto che ha perso un figlio.

E, dalle sue parole, intuiamo che è successo anche a lui – cosa che poi diventa chiara a fine puntata, quando lo vediamo guardare un vecchio video in cui compaiono la moglie e la figlia.

Il terapista cerca, dietro consiglio dell’ex moglie, di far arrivare Annalise a parlare della perdita del figlio tramite quella di suo marito Sam, di cui invece tutti sono a conoscenza. E così le chiede di scrivere una lettera a Sam.

Ammetto che mi sono aspettata di tutto. Una mezza confessione, una lettera piena di rancore… In fondo, è un po’ colpa di Sam tutto quello che le è successo. Se lui se lo fosse tenuto nei pantaloni e non avesse fatto uccidere la studentessa da Frank

Ma è inutile piangere sul latte versato. Mi ha stupito, invece, che il “piano” del terapista abbia davvero funzionato: dopo essere riuscita, con successo, a salvare la casa di Claudia, l’ex compagna di cella che la sta aiutando con la class action, è andata dal terapista e gli ha mostrato la foto del suo bambino.

How to Get Away with Murder

Nel frattempo, Michaela, Oliver e Laurel sono preoccupati che l’hackeraggio della scorsa puntata sia stato scoperto, anche se è passata una settimana e ancora non hanno preso provvedimenti.

Però compare all’improvviso il padre di Laurel, il supercattivo (perdonatemi, ma io questa cosa che è stato lui a ordinare l’omicidio di Wes non l’ho ancora digerita).

E viene spiegato (era anche ora!) il motivo per cui Wes è stato ammazzato da questo malavitoso: deve rendere pubblico Antares e Wes aveva compromesso la figlia con gli omicidi e temevano che volesse cantare. E se la figlia veniva accusata, lui avrebbe perso l’affare.

Devo ammettere che non se la sono gestita male questa faccenda, anche se comunque sa molto di thriller americano di serie b e non di un crime del calibro di How to Get Away with Murder. Ma questo abbiamo avuto e quindi, accontentiamoci!

Finalmente rivediamo Connor più tranquillo, adesso che è tornato a lavorare con Annalise, ma la storia tra lui e Oliver è macchiata dalle bugie di quest’ultimo, in una strana inversione dei ruoli, rispetto alle prime due stagioni.

Speriamo che questo non abbia come prezzo la loro storia, così come è costata a Michaela, che ha perso Asher. Qualcosa mi dice che rovineranno anche quella che sembrava l’unica coppia veramente sana in questo show. Peccato!

Ultima cosa e chiudo: è un po’ fantascientifico che il padre di Laurel non si accorga che la figlia è incinta, visto l’avanzato stato della gravidanza.

Ma non tutto può essere perfetto, e men che meno in How to Get Away with Murder.

Leggi anche: I 15 momenti più strazianti di How to Get Away with Murder

Written by Olimpia Petruzzella

Tra un'indagine con Sherlock Holmes e un viaggio e l'altro col Dottore, sono anche riuscita a laurearmi in Archeologia (River, grazie ancora per quella dritta... e per avermi presentato Euripide!) e fare un master in sceneggiatura alla Silvio D'Amico. Perché siamo tutti storie, alla fine. Ed è meglio farne una buona, no?

Serie Tv

10 personaggi delle Serie Tv che ci hanno fatto sentire ignoranti

Modern Family

Modern Family 9×06 – La vera magia è questa Serie Tv