in ,

Grey’s Anatomy 13×20 – Tutto può succedere ad alta quota

Grey's Anatomy

Eccoci di nuovo qui con la recensione dell’ultimo episodio di Grey’s Anatomy:
In the Air Tonight
Grey's Anatomy

Comincio col dirvi che ho AMATO la puntata. Diversamente da quanto credessi, mi è piaciuta tantissimo. Avevo paura che Shonda avesse preparato l’ennesima catastrofe per rovinare la vita dei fan, ma fortunatamente non è stato così. Finalmente il Nathan ha una gioia e speriamo che questa volta Meredith non faccia marcia indietro perché mi spiacerebbe troppo per lui.

Questo episodio segna – a mio modesto parere – la svolta nella storia tra la Grey e Riggs. È un modo per chiudere e purtroppo salutare definitivamente Derek Shepherd. Derek che abbiamo tanto amato e che tanto ci manca. Come Meredith, la maggior parte di noi, non ha reagito positivamente alle attenzioni che Riggs le dà, proprio a causa della bellissima storia d’amore che c’era stata tra la Grey e Shepherd che consideriamo insuperabile e ovviamente ineguagliabile. Però, proprio come fa lei a fine puntata, anche noi dobbiamo accettare il fatto che Derek è morto e non potrà ritornare (per altri momenti tristi, leggete questo articolo). Dobbiamo accettare il fatto che Meredith debba di rifarsi una vita.

È sempre triste dover dire addio a un personaggio che, come Derek, ci ha fatto innamorare, ci ha fatto sognare e sperare di poter avere qualcosa di simile all’amore che c’era tra lui e Meredith (magari senza le varie catastrofi). Il fatidico momento di salutare definitivamente McDreamy è arrivato.

Per rendere tutto più doloroso, Shonda ha inserito durante l’episodio svariate immagini delle precedenti stagioni, immagini che includevano la maggior parte delle persone che hanno lasciato – per un motivo o per l’altro – il Grey-Sloan Memorial. In quel momento ho sentito il mio cuore frantumarsi in tanti pezzi. Rivedere i momenti più belli di Meredith e Derek, rivedere il disastro aereo, rivedere – anche solo per un istante – l’agonia di Lexie, il viso di Mark e Cristina che va via in quel taxi, mi ha fatto male.

Mi ha davvero distrutto.

Grey's Anatomy

E ammetto di aver versato qualche lacrimuccia quando Meredith comincia a parlare a Riggs della sua sorellina che purtroppo è venuta a mancare durante il disastro aereo. Lexie era il mio personaggio preferito dopo Cristina. Doverle dire addio è stato difficilissimo, vederla morire è stato uno dei momenti più tristi in Grey’s Anatomy. E rivederla, anche solo per un secondo, è stato ancora peggio.

Apprezzo tantissimo ciò che Meredith sta facendo per Maggie, ma sappiamo benissimo che ormai sta approfittando della situazione della sorella per giustificare il fatto che non si senta ancora pronta ad uscire con un altro uomo in maniera “ufficiale”. Quanto detto da Arizona nella scorsa puntata è molto azzeccato. Derek è stato il suo grande amore, niente potrà mai superare quello che c’era tra loro. Però come ha puntualizzato Riggs, Derek non c’è più, loro due ci sono ancora.

Grey's Anatomy

Un’altra gioia in una puntata che sembrava dovesse essere disastrosa è quella che ci regalano in bagno. Finalmente si baciano (non solo, but still) di nuovo. Riggs probabilmente si sentiva come si sentirebbe il vincitore del superenalotto, mentre Meredith, mezza donna, mezzo tronco d’albero sembrava aver fatto un favore ad un amico, baciandolo e dandogli il contentino. Sinceramente a inizio episodio credevo che la Grey dovesse lasciarsi andare un po’ di più, considerando che diventa sempre più rigida.

E finalmente, a fine episodio si lascia andare e lascia andare Derek. Ho amato il momento in cui, una volta scesi dall’aereo, Riggs le dice che non capisce perché riesce ad essere così coraggiosa da bloccare un’emorragia celebrale con una cannuccia da cocktail, ma essere ancora spaventata da ciò che sta succedendo tra loro.

Ho amato soprattutto il momento in cui le dice che vuole soltanto andare avanti, che vuole vivere la sua vita perché lui è ancora vivo e lo stesso lei, è ancora viva.

Grey's Anatomy

Ma passiamo alla parte più intrigante di quest’episodio di Grey’s Anatomy.

Durante il volo in aereo ci sono delle turbolenze non indifferenti. A causa di queste un paziente viene ferito gravemente, una hostess si frattura il polso e un uomo fastidiosissimo con l’ipertensione polmonare rischia di morire. Innanzitutto è stato bellissimo rivedere Meredith alle prese con un paziente. Era ora! Dopo averla tenuta in panchina per non so quanto tempo, vedere che non ha perso la mano è fantastico!

Finalmente è tornata ad essere badass, ha contenuto un’emorragia celebrale su un aereo che volava tra due turbolenze, utilizzando solo una siringa e alla fine una cannuccia da cocktail. Insomma, se non è una immensa lei, non so chi potrebbe esserlo.

Tanta stima per Meredith!

Grey's Anatomy

Ovviamente questa procedura non convenzionale, ma senza dubbio interessante, ha attirato l’attenzione del dentista pediatrico che era sullo stesso aereo. Dentista che subito si butta nella mischia cercando di fornire tutto l’aiuto possibile ai due chirurghi e alla gente nell’aereo. Mentre tutto questo succede, notiamo facilmente che il dottorino tanto carino ha adocchiato la Grey. Ma ovviamente non c’è spazio per lui in questo momento e non ce ne sarà fino a quando Riggs sarà in vita o sarà a Seattle.

Nonostante questo piccolo dettaglio, le parole potrebbero non esprimere la gnoccaggine del dottor dentista. Non mi dispiacerebbe un episodio di Grey’s Anatomy incentrato sull’odontoiatria se ci fosse lui.

Grey's Anatomy

Nel frattempo Riggs cerca di raddrizzare il polso fratturato della hostess e anche questa, si prende una bella cotta per lui. Chi non si scioglierebbe davanti ad un bel tipetto come Nathan. Peccato che lui, non ricambi quel tipo di interesse per lei, ormai ha occhi solo per Meredith. Ho adorato quando, una volta scesi dall’aereo, lei le chiede di passare da lui per un controllo e lui, molto elegantemente rifiuta.

Insomma, credo che ormai si capisca, ma Riggs in Grey’s Anatomy mi sta piacendo sempre di più, non solo esteticamente.

Grey's Anatomy

Un altro caso interessante è stato quello del “signor fastidio”, l’uomo che da quando ha messo piede nell’aereo non ha fatto altro che lamentarsi per tutto. Ho adorato le volte in cui la Grey l’ha messo a tacere. E ammetto di aver creduto che fosse solo un po’ ipocondriaco. Quando poi ha cominciato a soffocare, mi sono sentita un po’ in colpa, per fortuna c’era Riggs a risolvere la situazione.

L’uomo aveva i vasi sanguigni ristretti e per questo stava soffocando dall’interno. Per potersi assicurare di riaprire i vasi sanguigni c’era bisogno di pillole per la disfunzione erettile. Fortunatamente una coppia di vecchietti le aveva a portata di mano. Nonostante la somministrazione dei farmaci, l’uomo va in arresto cardiaco. Ho veramente apprezzato il modo in cui Nathan abbia continuato imperterrito a rianimarlo, per svariato tempo, non arrendendosi e riuscendo, dunque, a salvargli la vita.

Ancora una volta Shonda Rhimes ci ha trollati, facendoci credere che ci sarebbe stato un altro incidente aereo. L’episodio mi è piaciuto tantissimo, in Grey’s Anatomy si sentiva la mancanza di un intervento così interessante come quello fatto all’uomo con l’emorragia celebrale.

Speriamo che Pierce, nel prossimo episodio, prenda bene la notizia della relazione tra Riggs e sua sorella. Stay tuned.

LEGGI ANCHE – GREY’S ANATOMY 13×19 – MAI UNA GIOIA PER HUNT E RIGGS

Passate anche dagli amici di Viviamo a Seattle

Written by Fabiana Fanelli

La mia vita è un pendolo che oscilla tra una serie tv e l'altra. Tutto sommato mi è andata bene, pensate se oscillasse tra dolore e noia!
Ricordate: "Life's too short to be serious" (La vita è troppo breve per essere seri)

Serie Tv

7 notizie sulle Serie Tv che vi peggioreranno la giornata

Broadchurch stupro

Broadchurch contro la cultura dello stupro