Vai al contenuto
Home » New Girl » Winston e Aly: quando il vero amore non ha bisogno di fuochi d’artificio

Winston e Aly: quando il vero amore non ha bisogno di fuochi d’artificio

Nick e Jess, Cece e Schmidt: queste sono considerate le coppie cardine di New Girl. Quando si pensa alla sitcom, viene inevitabile ricordare i due intrecci amorosi che ci hanno tenuti con il fiato sospeso di stagione in stagione. Poi, se proprio vogliamo farci del male, possiamo ripercorrere le varie tappe della disastrosa relazione fra Nick e Reagan, presumibilmente una delle peggiori che la storia ricordi. Ma a qualcuno vengono in mente Winston e Aly?

La risposta più sincera che la maggior parte dei fan di New Girl possono dare è semplicemente no. E questo perché effettivamente la coppia passa in sordina. Da una parte abbiamo infatti Schmidt e Cece, protagonisti di una relazione travagliata, portata avanti da due persone inizialmente troppo immature e insicure. Ma i due, così maldestri con i propri sentimenti, ma così inaspettatamente giusti l’uno per l’altra, ci hanno preso il cuore e non ce lo hanno più restituito. La proposta di matrimonio di Schmidt è probabilmente una delle vette più alte raggiunte da New Girl. Ed è meraviglioso vedere come la coppia, prima così traballante malgrado una passione irrefrenabile, maturi passo dopo passo, fino alla creazione di un nucleo familiare che definire idilliaco sarebbe un eufemismo.

New Girl

Dall’altra parte, invece, troviamo quello che è stato uno dei fili conduttori di New Girl.

New Girl

Nick e Jess hanno tenuto tutti i fan sul filo del rasoio per ben sette stagioni. Nonostante poi convolino a giuste nozze, ne hanno dovuta fare di strada. Una strada fatta di salite scoscese e dirupi. A dire la verità, fin dall’inizio i due sembrano perfetti insieme. E, come lo stesso Nick dichiara più volte, si è innamorato di Jess nell’esatto momento in cui ha messo piede nell’appartamento per la prima volta. Ma allora perché è tutto così complicato? Chiaro: per l’immaturità che contraddistingue i due ragazzi. Nick, si sa, ha il terrore di crescere. Non riesce ad assumersi delle responsabilità, fa fatica a relazionarsi in un normale rapporto di coppia. Jess, nonostante sia un’adulta con un lavoro stabile ha quel lato zuccheroso e romantico che la trascina verso un mondo fatato fatto di unicorni e zucchero a velo. E che le impedisce di vedere la realtà in modo obiettivo. Anche questo è piuttosto deleterio, in una coppia. Specialmente se l’altra persona è un Peter Pan decisamente poco propenso alla comunicazione. A differenza di Schmidt e Cece, che una volta preso il via vanno come due treni, Nick e Jess, malgrado il loro amore reciproco, vanno a rilento. Molto a rilento. Persino la proposta di matrimonio è un vero travaglio. Ma da una parte noi fan li ringraziamo, perché ci hanno tenuti con il fiato sospeso fino alla fine. E con loro, una volta coronato il sogno d’amore, ci siamo commossi e abbiamo tirato un sospiro di sollievo.

Date queste premesse, era piuttosto inevitabile che una coppia tranquilla come Winston e Aly passasse un po’ in secondo piano.

New Girl

Attenzione: diciamo “tranquilla” nonostante i due non lo siano affatto. Winston conosce Aly perché gli viene affiancata come partner nel suo lavoro di poliziotto. Ed è chiaro fin da subito che sarebbero una coppia perfetta anche nella vita e non solo professionalmente. Winston ha un cuore d’oro, è coraggioso, ma ha la testa fra le nuvole. Aly, invece, riesce a riportarlo con dolcezza con i piedi per terra. Ma entrambi, malgrado le apparenti differenze, hanno un pizzico di follia che li rende unici. Certo, in Winston è più evidente. Con i suoi scherzi deliranti e le sue battute senza senso, Winston è un po’ il giullare del gruppo. Aly invece sembra riflessiva, tranquilla. Ma piano piano emerge anche il suo lato più pazzo. La ragazza, infatti, ha vissuto per un po’ in Giappone, partecipando a dei giochi a premi dove vinceva le cose più assurde e disparate. Dai tappeti elastici, ai tricicli, a delle gigantesche casse per la musica, fino ad arrivare a pupazzi giganti e macchine per fare le bolle di sapone. E non paga, ha deciso di conservarle tutte in un deposito che tiene rigorosamente segreto. L’unica persona a cui ne ha parlato, vergognandosi a morte, è stato proprio Winston. E lui che cosa ha fatto? La cosa più logica per un simile personaggio. Entusiasta, ha riesumato tutte le strambe cose della sua fidanzata e le ha insediate nel loft. E i due, talmente presi a saltare sul tappeto elastico in una nuvola di bolle di sapone, per poco non sono arrivati in ritardo al lavoro, lasciando scoperto un turno di pattuglia.

Winston e Aly sono veramente due folli. Ma sono così ben assortiti che, malgrado la loro follia, non hanno bisogno di grandi dimostrazioni d’amore.

Nelle sitcom siamo abituati a vedere grandi gesti romantici. Pensiamo a Ross che corre in aeroporto da Rachel per dirle che la ama, o al classico Ted Mosby che… Bè, fa gesti romantici praticamente per chiunque. Ma se proprio vogliamo citarne uno, basti ricordare la volta che addobba tutta la casa di luminarie che si accendono e si spengono al ritmo degli ACDC, proprio come voleva Robin. E questo solo perché lui la vedeva giù di morale.

Winston e Aly, invece, non fanno nulla di tutto ciò. A differenza delle altre coppie di New Girl, i due si mettono insieme in maniera davvero poco eclatante. Dopo che Winston si rende conto di avere una cotta per Aly (cosa di cui neppure se ne accorge da solo, glielo deve far notare Reagan), decide di dichiararsi. Peccato che Aly, proprio in quel momento, decida di comunicargli entusiasticamente la comparsa del suo nuovo ragazzo, Tripp. Winston, profondamente deluso, decide di farsi signorilmente da parte e dimenticare la collega. Ma non è facile, se ce l’hai davanti tutto il giorno. Il ragazzo chiede quindi al suo capo di cambiare partner, scatenando le ire di Aly che non riesce a spiegarsi il perché di questa decisione improvvisa. È chiaro dunque che il piano di Winston per dimenticare la donna che ama non va a gonfie vele. Anche perché nel frattempo sulla strada del poliziotto piomba una vera e propria calamità: Ronda. La donna è una militare con cui Winston comincia a frequentarsi nel tentativo di dimenticare Aly. Ma la donna è una burlona seriale, che fa scherzi assurdi (e ai limiti della legalità) a destra e a manca. Dopo un breve, folle periodo, La relazione, fortunatamente, finisce. Ma la cotta di Winston per Aly non è certo passata, anzi.

Aly, nel frattempo, sta ancora insieme a Tripp, ma le cose non vanno molto bene. Lui è perennemente concentrato sul lavoro e sembra ignorare le cose che per la fidanzata sono importanti. Come il quinto anniversario del suo lavoro in polizia. Winston, invece, se ne ricorda molto bene e sa quanto sia importante per lei. Basta un solo, breve attimo per far capire ad Aly che quel ragazzo dolce, dallo sguardo timido, è proprio quello che fa per lui. Con un viso malinconico e un sorriso mesto, dettato dalla consapevolezza che la ragazza che ama è fidanzata con un altro, Winston si congratula con lei per i cinque anni in polizia. Cosa che Tripp non si è mai sognato di fare. Ed ecco che tutto diventa semplice. Aly lo bacia.

Da quel momento in poi è tutto in discesa per la coppia più ignorata di New Girl.

La relazione con Tripp si chiude senza troppi danni. Semplicemente, esce di scena. E da quel momento in poi, Winston e Aly sono inseparabili. Nessuna tensione, nessuna rottura momentanea. I due stanno insieme e sono felici senza troppe pretese. Si amano, sono giusti l’uno per l’altra. Questo è tutto ciò che conta.

È proprio vero, l’amore non ha bisogno di fuochi d’artificio. Perché creare drammi che non sono necessari? La relazione di Winston e Aly è pura, semplice, genuina. Questo perché nonostante la loro follia e la componente infantile e giocosa, i due sono davvero maturi. Se qualcosa non va comunicano a cuore aperto e risolvono le divergenze con calma. Bastano due frasi e uno sguardo di intesa: qualunque problema è risolto.

Ma la cosa più bella della relazione fra Winston e Aly è forse la proposta di matrimonio. Inizialmente, Winston elabora un complicato percorso in quindici tappe, che dovrebbe portare alla tanto desiderata richiesta. Poi, ecco che arriva il problema. Aly, ignara di tutto, chiede a Winston come mai non si sposino. Il ragazzo, colto alla sprovvista, reagisce d’impulso, negando di volersi sposare. E quindi, nel panico, chiede aiuto a Jess per accelerare i tempi, nel timore che la ragazza ci rimanga troppo male per quel suo finto rifiuto. Le quindici tappe vengono dunque ridotte a una. La proposta viene molto, molto semplificata, malgrado le proteste di Winston.

Come da copione iniziale, la dichiarazione effettiva dovrebbe avvenire nientemeno che nel bagno della stazione, il luogo della loro prima missione da colleghi. I due poliziotti erano stati chiamati per l’avvistamento di una lince nel bagno. E il ragazzo, dato che è un folle, pensa bene di travestirsi da lince e di ricorrere a un coro di voci bianche per accompagnare la proposta. Alla fine, però, la ridondanza del contesto viene molto ridimensionata e per volere del destino. Il coro di voci bianche non è disponibile con così poco preavviso. Si ricorre quindi a un coro di dilettanti. Winston, travestito da lince, spaventa a morte Aly, che reagisce di impulso e lo scaraventa contro il muro con un calcio, facendogli sbattere la testa. Il povero Winston si ritrova quindi atterrato e in stato confusionale, incapace di leggere la lettera di quindici pagine che aveva scritto per dichiararsi. Ovviamente Jess, la Buona Samaritana, è sempre pronta a intervenire. Inginocchiata accanto all’amico, legge la lettera ad Aly. E nonostante salti parecchi punti, è commovente. L’essenza della proposta di matrimonio e dell’amore della coppia è contenuto in poche, semplicissime parole: “Sono orgoglioso di dire che sei la mia compagna“.

Winston, in mezzo a una valanga di sproloqui, ha scritto la cosa migliore che potesse. Eccola lì, l’essenza di Winston e Aly. Una compagna fedele, forte e leale. Con un uomo innamorato e orgoglioso al suo fianco. Serve aggiungere altro? In realtà no. L’amore fra i due è forse uno dei più puri e sinceri che si possa trovare in una serie tv. E proprio perché è realistico, non servono grandi voli pindarici. È bello nella sua semplicità. È adorabile lo sforzo di Winston nel regalare ad Aly la proposta di matrimonio più romantica che potesse immaginare. ma per loro due non serve. E la scena della dichiarazione ridotta all’osso, con Winston accasciato a terra che guarda Aly adorante, mentre Jess legge le sue parole, è la cosa migliore che ci potessimo immaginare.

Winston e Aly sono fatti per stare insieme. Non serve aggiungere altro.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv