in

Un altro articolo sul finale di How I Met Your Mother che non dovresti leggere

L’ultimo episodio di How I Met Your Mother, intitolato “Last Forever”, è andato in onda in America il 30 Marzo del 2014 e ha sconvolto un po’ tutti.

Io ero a Bologna, nel mio letto da una piazza e mezzo con un bicchiere di Tachifludec sul comodino – sperando che il raffreddore mi passasse. Il mio vecchio PC portatile era acceso e con l’episodio in full screen, aspettando che il buffering si fermasse e iniziasse il gran finale di quella serie che da tre anni stavo seguendo in contemporanea con gli Stati Uniti.

How I Met Your Mother stava davvero per concludersi! Il mio coinquilino non era in casa, quindi avrei avuto tutta la camera per me – per piangere. Perché si, mi stavo preparando a piangere. C’erano stati diversi indizi che mi avevano fatto pensare che quello sarebbe stato un finale amaro.

Avevo avuto già strani sospetti dal finale della 8×20, Time Travelers. Il Ted del futuro racconta ai figli di come, se potesse tornare indietro, passerebbe la serata con le persone e le cose che ama, ma soprattutto andrebbe dalla loro madre. Vorrebbe poterle stare accanto in quei giorni che li separano dal loro primo incontro. Ma in quel momento non era possibile perché Tracy al tempo stava ancora con Louis. Ted si sarebbe accontentato di passare anche qualche secondo in più con lei. Ma come mai? Forse perché nel momento in cui racconta ai suoi figli di Tracy, lei non è più lì con loro?

Altri piccoli segnali c’erano stati negli episodi dell’ultima stagione. Tra cui la 9×19, Vesuvius: Ted e Tracy sono all’hotel di Farhampton, e Ted racconta a Tracy del giorno precedente al matrimonio di Robin e Barney. Tra una pausa e l’altra nel racconto, torniamo a Farhampton e ci rendiamo conto di come l’atmosfera tra i due si faccia sempre più triste. Tracy sembra sinceramente preoccupata per Ted, ha paura che lui possa diventare il tipo di persona che vive nelle sue storie. Ted, dal canto suo, da quel momento in poi sembra costantemente sul punto di piangere. Il dialogo prosegue e quando Tracy dice “Quale madre si perderebbe mai le nozze della figlia?” Ted crolla.

Nonostante tutti questi piccoli indizi io non volevo crederci. I due episodi proseguono veloci. Se il primo ci mostra la fine del ciclo di eventi degli episodi precedenti, nel secondo un po’ tutto si ribalta. Gli autori fanno passare anni in pochi minuti, con quasi un ritmo surreale se posto vicino a quello dell’intera nona stagione – un fine settimana in circa venti episodi; più precisamente le 56 ore prima de matrimonio di Barney e Robin.

Poi il colpo di scena finalmente, quasi aspettato, ma talmente forte da non volerlo accettare e quindi di non prenderlo proprio in considerazione per la sua natura così reale e potente drammaturgicamente. Per questo il finale è stato uno dei più controversi di sempre. La morte della Mother è la morte della serie stessa, la fine della ricerca del vero amore si conclude non con l’elisir trovato bensì con l’elisir perduto. La Morte di Tracy è l’attivazione del meccanismo del ricordo e quindi del racconto, cioè la nascita della stessa serie è causato da Ted che sente il bisogno di ricordarla ai suoi figli – e ricercare conferme per tornare da Robin.

Gli ultimi due episodi dal punto di vista drammaturgico non sono stati perfetti. Ma è sicuramente coerente con la struttura della serie perché tutto era stato deciso dal primo episodio (gli attori che interpretano i figli di Ted già sapevano come sarebbe andata a finire la Serie, facendogli girare tutte le loro scene insieme all’inizio, altrimenti sarebbero cresciuti troppo nel corso degli episodi. Qui avevamo già parlato di come fosse tutto deciso sin dalla prima puntata). Secondo me l’unica pecca è stata la fretta degli autori, perché se il finale fosse stato diluito in più di due episodi sarebbe stato davvero più interessante e forse anche intenso.

Io comunque ho pianto. Ho chiuso il PC e ho rifiutato quello che avevo appena visto. Inizialmente non ho accettato il finale e il giorno dopo mentre leggevo commenti discordanti, ho preso Premiere e ho montato una scena finale alternativa (che poi è uscita comunque nel cofanetto DVD dell’ultima stagione come scena extra) dove la madre non moriva e la Serie finiva esattamente con un flashback del primo incontro fra Ted e Tracy. Ma poi ci ho pensato. E molto.

How I met your mother

Quel finale era quello giusto, forse non dal punto di vista produttivo, ma adeguato perché realistico e maturo. Il finale di How I Met Your Mother è controverso: c’è chi lo ama e chi lo odia. Io ho imparato ad amarlo per essere semplicemente la giusta conclusione di un lungo viaggio chiamato vita. E in questo percorso ci sono sia eventi felici che eventi tristi. L’importante è continuare a lottare per l’amore, perché anche quando scompare, non va via davvero, rimane solo più fragile e nascosto dentro di noi. In attesa che si risvegli e che rinasca più forte di prima.

In ogni caso alla fine mi è passato anche il raffreddore.

Leggi anche – How I Met Your Mother: Tutti gli episodi da guardare quando vuoi ridere

Written by Lorenzo Console

Amante delle storie e marito delle favole, ma anche amico di fiabe fantascientifiche, cugino di western noir e fratello di racconti d'avventura con elementi fantasy.
Il perchè? E' un giallo. Però tutto ciò che è narrazione mi è famigliare. Comprese le Serie Tv.
To be continued...

tredici

Perché abbandoniamo alcune Serie Tv (anche quelle che ci piacciono)?

Patrick Dempsey racconta la cosa più significativa (secondo lui) di Grey’s Anatomy