Vai al contenuto
Home » Game Of Thrones » Game of Thrones 8 – Isaac Hempstead-Wright sul finale: «Credevo fosse uno scherzo»

Game of Thrones 8 – Isaac Hempstead-Wright sul finale: «Credevo fosse uno scherzo»

E invece scherzo non era. La saga epica Game of Thrones, arrivata arrancando all’ottava stagione, con gli episodi decimati e i fan imbufaliti, si è ormai conclusa. Ma non le polemiche. David Benioff e D.B. Weiss, i due showrunner, non sono mai stai criticati tanto quanto per il finale. Nelle scene incriminate, nel corso di una surreale riunione tra nobili, viene eletto a sorpresa Bran lo Spezzato come Re dei Sei Regni (il Nord diventa infatti indipendente sotto la guida di Sansa Stark).

Un finale che non è certo andato giù a tutti i fan, soprattutto dopo stagioni intere in cui del personaggio del giovane Stark non è stato spiegato molto. Si sa che è una specie di veggente, che la natura delle sue visioni sono ambigue. Si è saputo (come dogma enunciato da Sam, non come caratteristica evolutiva del personaggio) che Bran è una sorta di archivio della memoria dell’umanità. Ma non si conosce molto altro, e quel poco che si sa è stato calato dall’altro dagli sceneggiatori di Game of Thrones senza troppi complimenti; qui trovate alcune questioni lasciate irrisolte da questa serie.

Ma la novità dell’ultima ora è che questo finale ha lasciato a bocca aperta lo stesso interprete di Bran in Game of Thrones, Isaac Hempstead-Wright. L’attore ha dichiarato che, leggendo la sceneggiatura, pensava si trattasse di uno scherzo degli showrunner.

Ero davvero convinto che fosse uno scherzo e che gli showrunner David Benioff e D.B.Weiss avessero mandato a ciascuno di noi una sceneggiatura fittizia, in cui il nostro personaggio finiva sul Trono di Spade.

Insomma, non proprio la reazione che uno sceneggiatore si aspetterebbe che un attore provasse leggendo la sua opera. Ma Isaac ha anche dichiarato che comprende come non tutti i fan di Game of Thrones possano essere felici di questo finale.

È così difficile finire una serie come questa senza far incazzare qualcuno. Credo che nessuno penserà che sia prevedibile. Le persone saranno arrabbiate. Ci saranno molti cuori infranti. È ‘agrodolce’, inteso esattamente come l’autore della saga George R.R. Martin vorrebbe. È una conclusione appropriata per questa saga epica

Alla fine, pare che lo scherzo sia stato preso molto sul serio anche dallo stesso Isaac. Che dire, proveremo a farcelo andare bene anche noi. D’altronde, lui è pur sempre il Corvo con tre occhi e noi no…

Leggi anche – Game of Thrones, il gran finale: la recensione