in

Perchè Joey, lo spin-off di Friends, fu un disastro totale?

Friends
Friends

Noi riusciamo a immaginare la felicità di Matt LeBlanc davanti alla notizia di uno spin-off sul suo personaggio, Joey Tribbiani: unico personaggio in Friends che non è mai stato approfondito particolarmente. Nonostante ciò, il Don Giovanni della comedy più famosa al mondo ha un posto importante nel cuore di tutti i fan della serie e la notizia di una Serie Tv Joey-centrica ha fatto scalpore anche nell’opinione pubblica. Felicità che si è trasformata in uno share fatto da 18,6 milioni di telespettatori nel primo episodio, ma l’entusiasmo è durato poco. Puntata dopo puntata la NBC ( canale in cui ha debuttato la serie) ha visto i numeri calare sempre di più, fino ad arrivare alla cancellazione dopo sole due stagioni.

La critica non aveva mai accolto bene la notizia di uno spin-off e, vedendo com’è andata, non facciamo fatica a capire il perchè.

Friends

Un trasferimento per provare a diventare ciò che Joey ha sempre voluto essere: un famoso attore di Hollywood. Da New York a Los Angeles in cerca di nuove avventure e, stavolta, con un obiettivo. Fin dai primi minuti della puntata dunque abbiamo di fronte una nuova immagine del protagonista che ci lascia presagire un uomo più maturo, più responsabile, determinato e con un sogno da realizzare sul serio, pronto a staccarsi dai suoi amici storici e ricominciare da capo pur di farcela. Un’idea interessante e che poteva suscitare numerose aspettative nei fan della serie, entusiasti di poter rivivere – anche se in maniera diversa – altre esperienze firmate Friends.

Così non è andata, lasciando a tutti la delusione di averci anche solo creduto: Joey non è stata all’altezza di nessuna aspettativa e quello che ci è rimasto tra le mani è semplicemente un tentativo.

Ma cosa non ha funzionato veramente nello spin-off di Friends, Joey?

Quello che è successo in questo spin-off è un problema comune nel mondo delle serie: gli spin-off, i revival raremente riescono davvero e alla fine dei conti l’unica cosa in cui si dimostrano bravi è snaturare la serie originale. La differenza ( e la fortuna) di questa serie è che la serie originale è un prodotto troppo forte e importante per poter essere snaturata o rovinata da un tentativo: esistono cose insormontabili e Friends è una di queste.

L’unico a fare le spese di questo tentativo è stato Joey Tribbiani. Snaturato e demolito da qualcosa che poteva e doveva essere evitato. Il protagonista che ritroviamo ricorda il personaggio di Friends ma lo fa apparire come un ricordo, qualcosa che non esiste più, rendendoci la visione più malinconica. Rimpiangiamo la serie originale e ce lo dimostriamo mentre cerchiamo di affezionarci all’unica cosa che ci rimane di essa.

Friends

Sarebbe riduttivo pensare che lo spin-off nasca solo per ragioni economiche.

É chiaro: l’80% dei motivi è riconducibile a questa motivazione ma scavando più a fondo si noterebbe che l’idea era davvero quella di dare dello spazio in più a un personaggio che in Friends ne ha avuto molto meno. Un personaggio che aveva una storia da raccontare e a cui non era stata data la facoltà di farlo, non del tutto quantomeno. Un tentativo nobile, ma che ha fatto un buco nell’acqua.

Gli altri personaggi nello spin-off non appaiono particolarmente interessanti facendoci faticare ad affezionarci a loro. É fondamentale per una serie composta da un cast ridotto far brillare i pochi personaggi che ha, ritagliare dei momenti che – passo dopo passo – delineino una personalità decisa ai nostri occhi. La sensazione che abbiamo invece è quella di personaggi sconosciuti e poco delineati. In Friends perfino le comparse come Gunther sono riuscite a diventare qualcosa divenendo personaggi a tutti gli effetti, nonostante i brevissimi tempi dedicati.

Nello spin-off vediamo una parte di Joey che era quasi del tutto sconosciuta fino ad adesso, doveva stupirci e lasciarci qualcosa dentro ma il risultato è stata la nostra piena indifferenza. Stiamo parlando della prima donna che Joey pensa di poter sposare, Alex. Una storia, la loro, affrontata male e che ci lascia con l’amaro in bocca: dopo due stagioni sembrano quasi pronti a sposarsi, ma Joey si spaventa riducendo tutto a un futuro che non conosceremo mai. Era inevitabile per no i- visto il personaggio – avere un occhio di riguardo verso la sua emotività e il fatto che questo non ci abbia particolarmente coinvolti la dice lunga sulla serie.

Friends

Non è facile cercare di imitare un colosso come Friends. Ridare quello che sono riusciti a darci per tutte le 10 stagioni è qualcosa di particolarmente difficile e appare come una scalata verso una vetta che non viene mai raggiunta.

Sono passati anni dalla fine della Serie Tv comedy più famosa e importante e ancora oggi siamo qui a parlarne e ad aspettare l’episodio speciale che verrà mandato in onda in data da destinarsi a causa dello slittamento per via del COVID-19. Le aspettative, con tutta questa attesa, si stanno alzando vertiginosamente e la paura di rimanere in qualche modo delusi è forte. Lo spin-off Joey non ha funzionato, è vero, ma il peso che hanno dato a Matt LeBlanc era troppo imponente e doveva reggerlo tutto da solo. Con la puntata speciale il peso sarà diviso tra tutti e 6 i nostri protagonisti e la speranza che possano reggerlo (come hanno fatto per 10 stagioni) è ampia.

La verità è che, nonostante tutto e nonostante gli anni, noi non siamo ancora pronti a staccarci da Friends e Friends non è ancora pronto a staccarsi da noi. E a noi piace così.

LEGGI ANCHE- Friends ha inventato la “friendzone”

Written by Annalisa Gabriele

Le serie di Netflix sono contemporaneamente le peggiori e le migliori. Pro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno. Contro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno.

Skam

Perchè vi siete dimenticati di Skam Norvegia?

Friends

5 profonde differenze tra la prima e l’ultima stagione di Friends