Vai al contenuto
Home » FANGIRL » Le 20 storie di ordinaria follia delle Serie TV » Pagina 10

Le 20 storie di ordinaria follia delle Serie TV

follia

18. Valentine Morgesten (Shadowhunters)

follia

Il potere che da alla testa, di nuovo. La ricerca del potere illimitato che può portare alla follia, a prevalere sugli altri, a fare in modo di creare una sorta di razza pura, in grado di sbaragliare qualsiasi altro essere vivente. Questo è Valentine Morgensten, un uomo, anzi, uno shadowhunter, convinto che la creazione di altri esseri come lui, tramite l’ausilio della Coppa Mortale, renderebbe gli shadowhunters più puri e più forti, una razza totalmente nuova. E’ lui che porta il mondo delle Ombre alla collisione, che si batte per degli ideali fondamentalmente razzisti, e che si pone come l’uomo con la mentalità superiore agli altri. In questa seconda stagione, con questi presupposti, ne vedremo davvero delle belle!

19. Tremotino (Once Upon A Time)

follia

Un uomo consumato dal potere, dalla possibilità di avere tutto. Tremotino non fa nulla senza uno scopo, e sa meglio di chiunque altro che tutto ha un prezzo. Una volta appresa questa regola, gli risulta piuttosto facile concludere i suoi affari e rigirarli a suo vantaggio. Sprezzante dei sentimenti, il più delle volte, arriva ad un livello di follia tale che calpesta tutto e tutti per raggiungere esattamente ciò che vuole. Certo, Tremotino presenta anche dei tratti umani, ma sono più un’apparenza, un sistema che si inserisce sempre nella sua follia per far in modo di realizzare il suo volere. C’è forse una follia più malsana e assurda di questa?

20. Cersei Lannister (Game of Thrones)

follia

Una donna con un solo obiettivo: conquistare il trono. Era già nelle mani della sua famiglia, in un certo senso, all’inizio della serie, ma Cersei voleva di più, ha sempre voluto di più. Tra l’incesto e l’amore quasi malato verso i suoi figli, l’attuale regina di Westeros ha dimostrato che le macchinazioni portano sempre, o almeno il più delle volte, alle conseguenze desiderate, anche se questo vuol dire essere tacciati di follia, di pazzia, di perdita totale del senno. Nell’ultima stagione Cersei ha davvero raggiunto l’apice, sacrificando qualsiasi cosa, incluso il suo ultimo figlio, per riprendersi ciò che secondo lei le spettava di diritto. Da qui ci fermeremo o peggioreremo? Aspettiamo giugno per saperlo.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10