in

How to Get Away with Decameron – Capitolo V

Nella precedente novella di How to Get Away with Decameron:

Orsù, amici cari,
stiam per inoltrare nostre membra e nostri futili corpi in ultraterreno viaggio.
Ho deciso di abbracciare la contemporaneità e cominciare a discorrere di romanzi animati a puntate.

“Laurel, non vorrei essere maleducata o cose del genere, ma cerca di farmi capire: stiamo andando a cercare Frank e hai avuto la brillante idea di invitare anche Wes?”

“Ok ragazze, non abbiamo un auto, non sappiamo dove andare.”

-Sommo Maestro, lei ha qualche idea?

-Figliuola, perché non chiede al giullare di corte?

-Oh, andiamo Maestro, è ancora arrabbiato per la storia di Dante?

-Figliuola, l’gentil messere ha strappato il trono da mie umili mani, come potrei non esser adirato?

“Senti ancora quelle voci? Dovresti farti controllare, da uno bravo.”

-Vogliate scusarmi, sento odore di morte.

-Ehmm salve, posso chiedere chi è lei?

-Non mi riconosce? Son’io Ugo, Ugo Foscolo.
Ho bisogno di continuare mio De Sepolcri, ho necessità di riprendere mia vanità e mia virtude, e se ci rimane anche un bel trono.

-Ma che cavolo è questa storia del trono?

“Nate?!
Siamo rimasti senza auto e senza soldi, potresti per favore, aiutarci?”

“Stavo giusto andando da Annalise, possiamo andare insieme.
Questo mio amico, si era innamorato di una donna, una donna piena di problemi, capite, una un po’ …, fuori di testa.
Quest’uomo adesso ha quasi dimenticato la donna in questione, solo che non ci riesco del tutto.”

“Ho detto RIESCE!”

“Scusa Nate, ho fatto COPIA INCOLLA dal TUO commento della novella precedente ed è stato copiato RIESCO.”

“Sisi, ok, ma voglio che i lettori sappiano che non ero io il protagonista della storia che ho raccontato nella precedente novella.”

“Ragazzi.”

“Si, Laurel?”

“Ragazzi, conosco una scorciatoia, per di qua.”

“Laurel, ne sei sicura??
Secondo te dovremmo fidarci?”

“Nate, non ne ho idea, ma tanto ormai più in basso di così…”

“Nate, A… com’è che ti chiami?”

“A…”

“Va beh, comunque, seguitemi, casa di Annalise dovrebbe essere qui dietro”

“Ma perché me lo chiede e poi non mi ascolta?!”

“Laurel, non avevi detto che casa di Annalise era dietro l’angolo? Per essere precisi, dietro dieci angoli fa?!”

“Nate, lasciami pensare. Ricordavo male probabilmente. Torniamo indietro.”

“Non ci credo. A, per caso hai una mappa?”

“No, in realtà mi chiamo A…”

“Eccolaaaa! Ragazzi, è casa di Annalise!”

“Ma si, potete pure chiamarmi A, adesso mi mancano solo un paio di omicidi, una quarantina di messaggi minatori e poi posso sentirmi parte di Pretty Little Liars
Speriamo almeno che Annalise sia in casa, va beh che dovrebbe anche essere aperto se non ricordo male, entrano cani e porci costantemente in quella casa. Quando imparerete a chiudere le porte di casa a chiave voi americani?”

-Sommo Maestro, sto per incontrare Annalise, ha qualche consiglio narrativo?

-Adesso non ho tempo di dare consigli, devo andare a litigare con gli inquilini del piano di sopra.

-Come mai Sommo Maestro? E chi sono?

-Secondo te? Chi potrebbero essere?
Stanno facendo troppo baccano e non riesco a dormire!

-Ma. Maestro… Sommo Maestro, come dormire?! Deve aiutarmi.

-Si si, vado a dare una lezione a quello scostumato di un poeta fiorentino che si è fumato anche la mia pazienza, e arrivo.

How To Get Away With Decameron
How To Get Away With Decameron

“A, Nate, la porta è aperta.”

“Ma va?! Sorprendente.”

“ANNAAAAALISEE! Sei in casa? Va beh, noi entriamo.”

“Chi è?”

“Ciao Annalise, siamo Laurel, Nate e… A.”

“Cosa ci fate qui?”

“Ehmm Annalise, cosa ci fai con un martello in mano?”

“Stavo appendendo un quadro.
E tu chi saresti, una nuova cliente?”

“Non vorrei essere pressante, ma non sapevo che i quadri sanguinassero.”

“Ecco appunto, sei pressante. Comunque stavo preparando la carne per la cena.”

“Con un martello?

“Si, Laurel, con un martello! Cosa diavolo volete? Ho da fare, se non si nota.”

“Annalise, siamo qui perché ci serve una mano.”

“Ah si?! Ma quando mai. E dov’è Pollon combina guai? Non mi dite che siete nei guai per colpa sua?”

“Annalise, si intende Wes per Pollon combina guai?”

“Per favore lasciatemi lavorare. Di cosa avete bisogno?”

“Personalmente di un tuo commento introspettivo, se non sono troppo indiscreta.”

“Partendo dal fatto che non ho la più pallida idea di chi tu sia, ma dagli occhi mi sembri una che sta per commettere un omicidio, perciò mi sei simpatica.”

“Ahahah, ehmm ti ringrazio, forse.”

“Sinceramente non so cosa dirti. Sono una persona diversa da quella che ero un tempo, sognavo una vita completamente diversa, non una dedita a questi cinque minions attira guai!”

“Le ricordo Annalise che io non c’entro nulla con l’inizio di tutto questo. Sappiamo tutti di chi è la colpa.”

“Laurel, ormai ci sei dentro, quindi non lamentarti. Anzi, vammi a prendere un tè che oggi Bonnie non c’è.”

“Agli ordini.”

“Comunque sia, sognavo altro, ma sai cosa? Credo di esserne dipendente, del male. Non riesco a fare a meno di buttarmi a capofitto su situazioni ingestibili, moralmente indecenti, mi trasforma e ho bisogno di provare ad essere così. So di poterle risolvere, perché altrimenti non riuscirei a sopravvivere, ed è giusto così. È questo che mi dà vita, ed è questo che pian piano me la toglie.”

“Le cose potrebbero cambiare. Magari un giorno potresti essere finalmente libera.”

“Ahahahah, no, non credo di meritare la libertà.”

“Potresti esserne sorpresa.”

“Beh A, spero che tu abbia ragione. Allora ragazzi, adesso devo andare a finire di preparare la cena… con il martello! Volete rimanere a cena?”

-Maestro, sono preoccupata per lei, come va?

-Dunque, allorquando decidiate di farla finita, voi due non più giovincelli, mi fareste proprio un gran favore, c’è gente che vorrebbe dormire!

-Oh, salve messer Boccaccio, vorrebbe unirsi a noi in questa giovin festa?

-Tuuu, in questa fitta nebbia non riesco neanche a scorgerti! Dove sei?

-Son qui messere, mi vede?

-Oh, santa misericordia!
Cosa sono quelle lenti di così poca virtude?!

How To Get Away With Decameron
How To Get Away With Decameron

-Un piccol dono de’ mia amica Janisse, vorrebbe provarli?

-Cosa?
Pietade! No!
Piuttosto, cercate di non rompere i… Decameroni! Invoco silenzio.

-Chiediamo venia messer Giovanni. Cercheremo di moderare i festeggiamenti.

Anticipazioni prossima puntata de’ How to Get Away with Decameron:

La cena di Annalise è buonissima, ma ci saranno nuovi ospiti inattesi, nel mentre, sono preoccupata di come andrà a finire lo scontro Boccaccio vs Dante, le cose si mettono maluccio e sarò costretta ad intervenire…

Leggi anche – How To Get Away With Decameron: tutte le puntate precedenti

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

veep

Veep: satira politica o sobrio documentario?

Betty Draper

Elizabeth “Betty” Draper, l’apparenza inganna