Vai al contenuto
Home » Stranger Things » E se “l’americano” di Stranger Things fosse Smirnoff e non Hopper?

E se “l’americano” di Stranger Things fosse Smirnoff e non Hopper?

stranger things

La conclusione di Stranger Things ci ha sorpreso parecchio. Non avremmo mai pensato che una serie di questo calibro potesse spezzarci il cuore così, ma alla fine è successo. La perdita apparente di Jim Hopper è stata dura da mandare giù e in molti si rifiutano persino di credere alla sua scomparsa.

A sostenere le speranze dei fan vi è ovviamente la scena post-credit, nella quale si parla dell’esistenza di un americano in una cella russa. L’ipotesi che quel prigioniero sia Hopper è ormai sulla bocca di tutti, ma ci sono buone probabilità che le cose non vadano secondo copione.

Il sopravvissuto ai tragici eventi del 4 luglio potrebbe infatti essere Smirnoff, l’adorabile scienziato russo amato da tutti.

stranger things

Questa teoria non è poi così assurda come sembra. Sappiamo che sia molto più semplice credere che l’americano sia in realtà Hopper, ma questa ipotesi potrebbe farvi cambiare idea. Tutto nasce in seguito ad una serie di risposte date da Andrey Ivchenko su Reddit. L′attore, che nella serie interpreta l’agente russo Grigori, ha risposto in particolar modo a un quesito in maniera pragmatica.

La domanda incriminante riguardava il rapporto di Grigori e Alexei. Un utente di Reddit chiese infatti se il suo personaggio considerasse Smirnoff un americano, e la sua risposta ha sorpreso tutti: “Dovrai guardare la quarta stagione!”

Oltre all’ennesima conferma riguardante il rinnovo di Stranger Things, la rivelazione di Ivchenko potrebbe stravolgere tutto. In molti hanno infatti dato per scontato che l’uomo imprigionato in Russia fosse Hopper, perché il personaggio di Alexei è stato ucciso durante l’episodio The Bite. Ma evidentemente le cose non sono andate esattamente così.

stranger things

Nel corso della 3×07 abbiamo modo di conoscere qualcosa di più della personalità di Alexei. Lo scienziato russo, oltre ad amare i cartoni animati e i frullati alla ciliegia, sembra infatti essere attratto dalla cultura americana. Un senso di ammirazione e curiosità traspare così dai suoi occhi durante il dialogo con Murray (ecco la verità sul suo numero di telefono).

È un dettaglio fondamentale per descrivere il personaggio di Smirnoff, poiché renderebbe la reazione dell’agente russo ancora più crudele.

Grigori definisce infatti lo scienziato un traditore subito dopo avergli sparato. E il significato di quel termine non si riduce semplicemente alla decisione di vuotare il sacco a Joyce e Hopper circa il laboratorio russo. Durante i festeggiamenti del 4 luglio Alexei ha celebrato lo stile di vita americano, offendendo il suo paese e voltando le spalle al progetto “silver cat“.

Dopo aver visto una simile scena diamo per scontato che Smirnoff sia quindi deceduto. Le stesse reazioni di Murray e Joyce lasciano intendere che l’uomo sia morto. Ma nessuno dei due ha mai controllato le sue pulsazioni, instillando il dubbio circa la sua possibile sopravvivenza. Secondo questa teoria, dunque, Grigori – o qualche altro agente – avrebbe rapito il corpo di Alexei e lo avrebbe portato in Russia riuscendo a salvarlo.

Effettivamente, lo stesso Hopper affermò che la paura più grande di Smirnoff sarebbe stata quella di passare come un traditore. Poiché le punizioni per quest’ultimi sarebbero state tremende. Nonostante la ferita di Alexei fosse parecchio evidente, oltre che grave, non possiamo dare per scontato che non lo vedremo ancora. Non dopo le rivelazioni di Ivchenko.

stranger things

Se così fosse, se Smirnoff fosse realmente l’americano, ci ritroveremmo dinanzi a un colpo di scena senza eguali.

Inserire un cliffhanger così astuto alla fine della 3×08 è stata una mossa geniale da parte degli autori. Soprattutto se, nella prossima stagione, la narrazione sarà capace di stupirci.  Stranger Things ha ormai educato i suoi fan a non credere a tutto ciò che si vede. Lo abbiamo appreso con la falsa morte di Will e poi di Eleven nei precedenti capitoli.

Per questo motivo non possiamo che essere fiduciosi sul futuro della quarta stagione che speriamo venga prodotta presto da Netflix. Poiché, in fin dei conti, non importa chi sarà realmente l’americano: in ogni caso ci ritroveremmo dinanzi all’ennesimo inaspettato colpo di scena.

Leggi Anche – Stranger Things: 10 questioni irrisolte che devono trovare una risposta nella quarta stagione

Passate anche dagli amici di Stranger Things Italia