in

Charlie Hunnam dice basta con Sons of Anarchy: «Jax non tornerà»

Il teatro tragico, l’epica e la poesia eroica. Il percorso di Sons of Anarchy è stato per Charlie Hunnam (qui vi abbiamo elencato 7 tra le più interessanti curiosità sul protagonista della serie) un’esperienza irripetibile, che ha ridisegnato i tratti emotivi e personali dell’attore a seguito di un’immedesimazione fuori dal comune.
Segnato dai drammi che il protagonista ha vissuto, l’attore di Sons of Anarchy si è più volte espresso in merito al finale (di cui vi abbiamo spiegato il finale nei minimi dettagli) e, quindi, al destino riservato a Jax Teller.

Approfittando dell’amore viscerale che l’attore prova per Sons of Anarchy, e in particolare per il personaggio col quale ha condiviso 7 e più anni della sua vita, il mondo della tv non ha mai risparmiato la più scomoda delle domande: “c’è la possibilità che Jax Teller torni sul piccolo schermo?”.

Proprio ultimamente, in risposta a questa domanda e intervistato da People Magazine, ha ricordato ai fan perché è così amato. In che modo? Con una risposta netta, che non lascia dubbi e resta coerente col suo percorso professionale.
Sul possibile ritorno di Jax Teller, l’attore di Sons of Anarchy ha quindi chiuso così:

Quando Jax è morto, è morto.

Ha poi continuato:

Non ritornerei mai e poi mai su quella scena. Non rimetterei mai quegli anelli. Nemmeno per Halloween. Questa è stata un’esperienza profonda. Ho vissuto con Jax dentro per anni, in maniera molto autentica. Il tutto si è manifestato in modi che non avrei mai e poi mai immaginato. Sarà anche che amo le narrazioni lunghe. L’esperienza di lavorare con un gruppo di attori per un lungo periodo è davvero davvero eccitante e molto appagante.

Fortunatamente, però, Charlie Hunnam avrà occasione di tornare sul piccolo schermo molto presto, con la serie di Apple Tv+ chiamata Shantaram.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

the big bang theory

5 attori famosi delle Serie Tv che hanno fallito al cinema

miriam leone

Miriam Leone e la terrorizzante esperienza con lo stalker: «Mi aspettava sotto al portone»