in

La classifica delle 10 Serie Tv coi migliori outfit di sempre

3) Pose

pose

Altra opera di Ryan Murphy, a questo punto dettaglio tutt’altro che casuale, Pose è il racconto della realtà stilosissima ma al contempo non affatto facile del mondo e della cultura dei ball in una New York di fine anni 80.

Più precisamente ci troviamo nel 1987 e per la comunità lgbt+ newyorchese di quegli anni i ball sono un porto sicuro in cui poter splendere liberamente vestendosi e sentendosi al massimo.

Gare di ballo e di outfit sono per i protagonisti di Pose una possibilità per riscattarsi e mettere in luce la parte migliore di sé.

Abiti così sfarzosi da togliere il fiato, look eccessivi ma missionari di un messaggio più grande. Eccentrici e magnificamente pop, i personaggi di Pose indossano abiti strabilianti grazie ai quali riescono a esprimersi pienamente lontano dai pregiudizi esterni.

Una sfilata, un passo di danza ed infine una corona; tra cambi d’abito esaltanti e i voti di una perfida giuria, Pose non ci parla solo di moda ma anche e soprattutto di libertà.

Written by Claudia Balmamori

Ho finito Netflix.

Game of Thrones – George R.R. Martin in isolamento: «Sto scrivendo ogni giorno»

Doctor Who

I 10 pilot peggiori nella storia delle Serie Tv