Vai al contenuto
Home » SERIE TV » La classifica delle 10 migliori miniserie del 2021

La classifica delle 10 migliori miniserie del 2021

Il 2021, così come anche il 2020, è stato un anno all’insegna delle miniserie. Ma tra tutti i nuovi prodotti di questi ricchi 365 giorni, quali sono state le migliori miniserie del 2021? Giorni, mesi velocissimi di questo anno solare che tra poche ore volgerà al suo termine, hanno scandito i nostri momenti di relax che abbiamo dedicato all’intrattenimento seriale. Anche questa volta, indecisi se lanciarci in una nuova serie tv da dodici titaniche stagioni o appassionarsi a un breve racconto autoconclusivo, abbiamo preferito virare alla volta delle miniserie, per farci coccolare, giusto il tempo di qualche ora da un film a puntate che in pochi attimi avrebbe soddisfatto la nostra sete di intrattenimento. I maggiori siti di streaming online nel 2021 hanno schierato le loro migliori miniserie, ma chi tra loro potrà dire di essere salito sul gradino più alto del podio?

10) Behind Her Eyes

behind her eyes

Adattamento del romanzo bestseller di Sarah Pinborough, Behind Her Eyes è una delle miniserie che nel 2021 ha più fatto sentire la sua voce rimanendo a lungo nella classifica delle serie tv più viste su Netflix. Ricco di colpi di scena Behind Her Eyes passa velocemente dal thriller erotico al thriller soprannaturale travolgendoci nelle sue dinamiche sincopate e rendendoci partecipi della loro conturbante e straniante passione. Un triangolo amoroso intricato, il dono della proiezione astrale e molta suspense sono gli ingredienti di uno show che riesce a non farci distogliere lo sguardo dallo schermo per nemmeno un attimo. Tanto è stato il successo e lo scompiglio prodotto dalla serie tv originale Netflix che, in men che non si dica Twitter è stato invaso dall’hashtag #WTFThatEnding riferito allo spiazzante e inaspettato finale della miniserie che ribalta in un doppio colpo di scena tutte le teorie costruite nelle prime puntate. In un climax ascendente di palpitante tensione, Behind Her Eyes riesce senz’altro a prendere posto nella classifica delle migliori miniserie del 2021.

9) Scene da un matrimonio

Penultima tra le migliori miniserie del 2021 troviamo Scene da un matrimonio, la miniserie statunitense diretta da Hagai Levi disponibile in Italia su Sky Atlantic dal 20 settembre al 18 ottobre e presentata per la primissima volta il 4 settembre fuori concorso alla 78ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Dichiarato remake dell’omonima serie televisiva svedese del 1973 diretta da Ingmar Bergman, Scene da un matrimonio riesce nel grandioso intento di non farci rimpiangere la versione originale che, di questi tempi è una sensazione più unica che rara. Con Oscar Isaac e Jessica Chastain nei rispettivi ruoli di Jonathan e Mira, Scene da un matrimonio è l’excursus privato nella vita sentimentale di una coppia in crisi, sfinita e sfiorita dopo 10 anni di amore. Tra silenzi assordanti, incomprensioni e tutto il dolore del mondo, Jonathan e Mira vivranno con apparente apatia gli ultimi stralci di ciò che è rimasto di tutto quell’amore che un tempo li avvolgeva e che ora a malapena li scansa. L’impossibilità di stare assieme e al contempo quella di lasciarsi vengono brillantemente raccontati dalle interpretazioni di Chastain e Isaac che non potevano essere più intensi nel delineare la gelida guerra tra i due amanti.

8) Anna

migliori miniserie

Miniserie composta da sei puntate e basata sull’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti del 2015, Anna è senza dubbio una delle migliori miniserie di quest’anno come può di certo confermare la calorosa accoglienza del pubblico. Girato sei mesi prima dello scoppio della pandemia, la trama di Anna richiama il tema dell’isolamento e della malattia servendosi di uno sguardo tanto distopico quanto visionario. Un virus letale chiamato ‘la Rossa’ ha ucciso gli adulti di tutto il mondo lasciando immuni e vivi solo i bambini fino al raggiungimento della pubertà. Senza regole e senza tutele i bambini non potranno fare altro che vivere aspettando di morire, oppure cercare di sopravvivere al meglio delle loro possibilità. Quando Astor, il fratellino di Anna, verrà rapito dalla banda dei Blu, la giovane ragazza sarà costretta a intraprendere un pericoloso viaggio disperato contro il tempo alla ricerca di Astor, ben conscia delle difficoltà che potrebbe incontrare ma altrettanto determinata nel volerle sconfiggere per salvare la vita di suo fratello e scappare insieme a lui alla ricerca di una ritrovata speranza. Accompagnato da una colonna sonora che alterna musica classica ad elettronica, il poetico disastro di Anna ci riporta a quell’essenziale bisogno di salvezza a cui spesso diamo poco conto.

7) The Shrink Next Door

Ispirato all’omonimo podcast di Joe Nocera, The Shrink Next Door, disponibile su Appel Tv +, è basato sulla reale vita dello psichiatra Isaac Herschkopf, radiato dall’albo per aver violato gli standard base di cura nella relazione psicoterapeutica. Nella realtà accadde infatti che per vent’anni il ricco e fragile paziente Marty Markowitz subì di abusi, sfruttamento e prevaricazioni da parte del suo psichiatra che, in seguito a quello che potrebbe definirsi un vero e proprio lavaggio del cervello lo condusse a uno stato di totale sudditanza psicologica fino a tarda età. Insinuandosi nella timida esistenza di Marty, Ike riesce a prendere il pieno controllo della sua vita, lavorativa, affettiva e personale facendosi intestare gran parte del patrimonio del paziente persuadendolo al punto da portarlo a regalargli volontariamente qualsiasi cosa desideri. In una vita in cui dire di sì a tutto viene considerato il lasciapassare per una vita tranquilla senza particolari scontri, Marty scoprirà ben presto il prezzo da pagare per la sua totale mancanza di assertività. Con Will Ferrell e Paul Rudd, The Shrink Next Door è tutto tranne che la commedia che ci saremmo immaginati e proprio per questo vale il biglietto.

6) The Falcon and the Winter Soldier

Secondo i dati di Disney + quella di The Falcon and the Winter Soldier è stata la première più vista di sempre della piattaforma nel weekend di debutto, seguita dal primo episodio di WandaVision, accumulando ben 495 milioni di minuti di visione nella sola prima settimana di lancio. Basata sugli omonimi personaggi della Marvel Comics, la seconda serie televisiva della Fase Quattro del MCU, The Falcon and the Winter Soldier si aggiudica senza ombra di dubbio un posto nella classifica delle migliori miniserie del 2021. Seppur più canonica rispetto al suo predecessore, la miniserie riesce nell’intento già dichiarato nelle altre espansioni seriali del MCU a dare maggiore risalto all’introspezione dei personaggi approfondendo la quotidianità e i risvolti psicologici degli stessi. Resi ancora più attuali grazie al continuo rimando a eventi del nostro tempo, i protagonisti di The Falcon and The Winter Soldier riescono a raccontarci con dialoghi efficaci l’efferata realtà della cronaca quotidiana riuscendo a centrare pienamente i suoi obiettivi: intrattenere e far riflettere.

5) Midnight Mass

migliori miniserie

Assolutamente immancabile in questa classifica delle migliori miniserie troviamo Midnight Mass, creata e diretta da Mike Flanagan e distribuita su Netflix a partire dal 24 settembre 2021. Senza dubbio una tra le migliori serie tv horror degli ultimi anni, Midnight Mass riesce, grazie alla sua profonda scrittura che l’ha resa una delle opere più intime di Flanagan a sferrare una sequenza incalcolabile di colpi di scena pur affrontando tematiche insidiose. Una piccola comunità di pochi abitanti viene sconvolta dall’arrivo in città di un nuovo carismatico prete, capace di sconbussolare il credo dei fedeli e smuovere quello degli atei. Approfondendo tematiche come la credenza spirituale, il fanatismo religioso e l’interpretazione del male, Midnight Mass vince la sfida di offrirci un horror tridimensionale e senza sbavature in cui lo spettatore non può fare altro che rimanere intrappolato durante tutti i suoi sette intensi episodi. L’inaspettato concretizzarsi di alcuni miracoli da parte del nuovo parroco e il concomitante palesarsi di un’oscura presenza maligna renderanno gli abitanti di Crockett Island le vittime inconsapevoli del tetro male che prima o tardi le avvolgerà.

4) The Serpent

migliori miniserie

A un passo dal podio troviamo The Serpent, una delle migliori miniserie di quest’anno di cui tutti abbiamo sicuramente sentito parlare almeno una volta tanto clamore ha suscitato. Racconto romanzato della vita e dei crimini di Charles Sobhraj, il killer noto alle forze dell’ordine con il nome di The Serpent, per la sua sinuosa capacità di riuscire a sottrarsi dalla morsa della legge, The Serpent riesce a tenerci incollati allo schermo per tutti gli 8 episodi da cui è composta accrescendo di minuto in minuto il nostro livello di interesse. Non solo le malefatte ma anche la psicologia che si cela dietro il celebre serial killer dal cuore di ghiaccio sono gli espedienti narrativi che rendono The Serpent un prodotto accattivante in cui i i punti di vista di chiunque venga coinvolto nell’esperienza del serial killer vengono mostrati. Tra chi è suo complice, chi la sua vittima, chi lo ama, chi lo disprezza e chi infine cerca di incastrarlo, The Serpent ci mostra tutto per darci una visione quanto più completa per afferrare, o almeno cercare di farlo, uno dei più misteriosi killer del 20° secolo.

3) Maid

migliori miniserie

Siamo finalmente giunti al gradino più basso del podio dove troviamo Maid, una delle migliori miniserie che questo anno ci ha regalato. ispirata dal memoir di Stephanie Land Domestica: Lavoro duro, Paga Bassa, e la voglia di sopravvivere di una Madre, la miniserie ha debuttato su Netflix il 1º ottobre 2021 divenendo fin da subito una delle serie tv più viste sulla piattaforma. Struggente, tragica e dannatamente reale, Maid è la storia di Alex, magistralmente interpretata da Margaret Qualley, una giovane madre che decide di lasciare il compagno violento portando con sé sua figlia di due anni Maddy. La fuga verso la disperata libertà però non sarà affatto semplice e Alex dovrà contrastare moltissime insidie prima di poter riabbracciare se stessa. Nessuna autocommiserazione o feticismo del dolore, Maid affronta con lucida onestà il percorso di riabilitazione alla vita di Alex facendoci immedesimare in un racconto che potrebbe essere anche il nostro.

2) Omicidio a Easttown

migliori miniserie

I sette episodi di Omicidio a Easttown hanno letteralmente conquistato sia pubblico che critica consacrando la serie che vede Kate Winslet come protagonista una delle migliori miniserie del 2021. “C’è qualcosa che crea dipendenza in Mare: è così stravagante e amabile, brillante, reale. Mi è proprio piaciuto interpretarla” ha commentato l’attrice, ed è di quella stessa dipendenza che si sono nutriti i telespettatori per divorare la serie tv firmata HBO. Mare Sheehan è la detective incaricata di indagare sui vari delitti che scuotono la cittadina di Easttown. Ed è proprio con i suoi occhi, tristi, arrabbiati, spenti, che assorbiamo i dolori della tesa aria che si respira a Easttown e nel cuore di Mare. L’immersiva storia di Omicidio a Easttown non sarebbe la stessa senza la strepitosa performance attoriale di Kate Winslet di cui anche in questa occasione non possiamo fare altro che sottolineare la grande presenza scenica, capace di non solo di sostenere, ma di guidare avanti una storia brillante come Omicidio a Easttown.

1) Wandavision

migliori miniserie

Niente di più scontato, ma soprattutto niente di più giusto per un primo posto meritatissimo come quello di WandaVision. La miniserie di Disney + basata sui personaggi della Marvel Comics Wanda Maximoff e Visione ha fatto letteralmente impazzire il mondo intero grazie al suo stile più unico che raro che l’ha resa una vera e propria rivelazione di quest’anno assicurandosi un posto sicuro tra le serie tv più innovative e geniale degli ultimi anni. Grazie ai repentini cambi di tono, all’uso sapiente di rimandi a sitcom del passato e a una quantità spropositata di easter egg capaci di mandare in visibilio gli spettatori, WandaVision è un successo sotto ogni punto di vista grazie all’incredibile capacità di essere riuscita a portare sullo schermo un genere tutto suo e di averlo reso grande con apparente semplicità, come solo i migliori sanno fare. Tra teorie e cospirazioni, la Marvel compie l’ennesimo centro inaugurando con WandaVision la Fase Quattro del MCU ma soprattutto regalandoci la migliore miniserie del 2021.

LEGGI ANCHE: – La classifica delle 10 Migliori Nuove Serie Tv del 2021