in

7 curiosità su Claudia Salas, la ribelle Rebeka di Elite

elite

Nata a Madrid il 23 Luglio 1994, Claudia Salas è riuscita in pochissimo tempo a raggiungere la fama, grazie alla sua brillante interpretazione in Elite, dove figura nei panni di Rebeka, una ribelle ed eccentrica studentessa della Las Encinas.

Nonostante il grande successo, però, sono ancora pochissime le cose che conosciamo su Claudia Salas. L’attrice, infatti, è una new entry nel mondo dello spettacolo. Il suo carattere timido e riservato, in contrasto con quello della sua Rebeka, fa sì che le informazioni sul suo conto siano davvero difficili da scovare.

Fortunatamente la giovane è molto attiva sui social, in particolare Instagram, dove la Salas condivide diversi scatti che raccontano le sue giornate, rivelandoci alcuni dettagli sul suo conto.

Proviamo allora a ricostruire tutto quello che sappiamo su Claudia Salas, imparando a conoscerla tramite 7 curiosità sul suo conto.

1) Gli studi

Claudia Salas

Claudia Salas ha studiato recitazione presso Arte 4, una scuola di arti drammatiche di Madrid. A rivelarlo è la stessa attrice, che sui social ricorda con affetto quell’esperienza, condividendo delle immagini del luogo in cui è cresciuta e si è formata.

La scuola prepara i suoi studenti a tutto tondo, facendo studiare materie come fotografia e danza. La Salas, in particolare, ha indirizzato il suo studio verso le percussioni, il canto e l’interpretazione. L’attrice ha raccontato che la scelta di questa scuola è avvenuta grazie al consiglio di Juan Codina, insegnante presso la Royal School of Dramatic Art (RESAD).

Proprio quest’ultima accademia era, infatti, la prima scelta della Salas, che però dovette rinunciare all’iscrizione per incompatibilità orari. Codina, così, le propose di valutare Arte 4 e lì nacque l’amore della Salas per quella scuola.

Ho avuto la fortuna di essere formata nell’Arte 4, mano nella mano con grandi maestri e oggi è un dono poter dire che quei muri verdi erano, sono e saranno la mia seconda casa.

2) Gli esordi

claudia salas

La carriera di Claudia Salas ha inizio nel 2015, anno in cui l’attrice fa il suo esordio nella prima stagione della serie spagnola Sei sorelle.

Inizialmente la donna non riuscì a raggiungere un grande successo, come dimostra il fatto che i primi 4 anni di attività furono segnati da pochi lavori. Oltre alla serie sopra citata, infatti, la Salas apparve solo in un episodio di Centro Medico e in Amici di gioco, uno show prodotto per YouTube.

È nel 2019 che la ruota inizia a girare dalla parte della giovane. L’ingresso nella famiglia di Elite e l’accoglienza positiva del pubblico al suo personaggio, Rebeka, le permettono di farsi finalmente conoscere nel mondo dello spettacolo e di fare il suo debutto in Italia.

Nello stesso anno Claudia Sales si aggiudica il ruolo di Escalante nella serie tv Peste.

3) I film

Claudia Salas non è ancora apparsa sul grande schermo, ma il suo debutto in quel mondo sta per arrivare.

Piggy, il cortometraggio di successo di Carlota Pereda, sta per trasformarsi in un un lungometraggio. Il primo per la Pereda e anche il primo lavoro cinematografico per Claudia Salas, il cui nome è stato già annunciato tra i protagonisti.

Le riprese sono iniziate il 17 giugno a Villanueva de la Vera, ma la data di uscita non è ancora stata annunciata. Il film racconta la storia di Sara, un’adolescente vittima degli insulti e delle cattiverie delle ragazze della sua età, la cui vita ha una svolta quando un uomo sconosciuto la salva, rapendo le ragazze che da sempre l’hanno bullizzata. Sara si ritroverà, così, di fronte ad una scelta importante: rivelare tutto ciò che sa e aiutare la polizia a salvare le ragazze o proteggere il ragazzo che l’ha aiutata.

Un thriller pieno di suspense e mistero, in cui non vediamo l’ora di scoprire che ruolo avrà la bellissima Claudia Salas.

4) Il teatro

Prima di entrare nel mondo delle serie tv, Claudia Salas si è destreggiata anche in alcuni lavori in teatro.

Il teatro è il suo primo grande amore e la Salas non perde occasione di ricordarlo. Il suo profilo Instagram è pieno di immagini che rimandano a quei ricordi gioiosi di quando salendo su un palco tutto sembrava essere finalmente al posto giusto.

I legami con gli altri attori, l’emozione di essere a un passo dal pubblico, la bellezza di muoversi in quel palco pieno di luci per dar vita a un personaggio, ad una storia: il teatro è la forma di recitazione più pura, ed è per questo che Claudia è così orgogliosa di far parte di quel mondo.

Tra le sue performance conosciamo quella in Sogno di una notte di mezza estate e L’importanza di chiamarsi Ernesto.

5) Amore a “primo spettacolo”

Claudia Salas

Intervistata per Teatros Magazines, Claudia Salas ha raccontato come è nato il suo amore per la recitazione. Da bambina, rivela, era una persona molto attiva ed estremamente ricettiva agli stimoli che la circondavano. Cambiava idea sul suo futuro e sulla sua professione continuamente, lasciandosi ispirare dai film e dalle serie che guardava.

Per il suo quindicesimo compleanno, però, suo padre le fece un regalo che cambio per sempre il suo futuro. Gli donò un biglietto per assistere al musical “Oggi non riesco ad alzarmi“, non sapendo che quello spettacolo avrebbe lasciato un segno dentro la giovane. Uscita dal teatro, infatti, Claudia iniziò a sentire dentro di sé la voglia di avvicinarsi al palcoscenico, desiderosa di provare a trasmettere al pubblico le stesse sensazioni meravigliose che quel cast aveva acceso in lei.

Un aneddoto che la Salas ricorda con ironia, visto che il merito per quella scoperta fu di suo padre, lo stesso che rappresentò il più grande oppositore alla carriera d’attrice della donna. Oggi però la giovane si ritiene fortunata, perché la vita le ha permesso di unire la sua più grande passione al suo lavoro.

6) Il legame con la famiglia

Nonostante il grande successo raggiunto con Elite (qui la recensione della quarta stagione dello show) , Claudia Salas rimane una ragazza molto semplice, piena di valori e umile.

Scorrendo le immagini del suo profilo social vediamo profilarsi il ritratto di una ragazza fortemente legata alla famiglia e ai suoi più vecchi affetti. La sua vita quotidiana è segnata, per quanto sia compatibile con gli impegni lavorativi, da semplici serate in compagnia degli amici e giornate in famiglia.

In particolare risulta evidente il fortissimo legame con sua sorella minore, Carol, onnipresente nelle foto del suo profilo. Numerose sono le dolci dediche riservate alla sorella, come quella pubblicata in occasione del suo compleanno.

Il suo nome è Carol. Lei è la mia sorellina. Oggi ha fatto il giro del sole ventitré volte. Ventitré è stato il giorno in cui l’ho visto per la prima volta e avevo ventitré anni quando la mia vita ha preso una svolta di 180 gradi. Speriamo che il cerchio si chiuda e che tutte le tue monete abbiano solo “testa”. Si chiama Carol, mi salva la vita da ventitré anni e in tutti i modi possibili in cui si può amare una persona, non c’è ancora modo di spiegare il nostro. Congratulazioni Sparrow, sei la cosa più bella che mi sia capitata nella mia vita.

7) I premi

Ancora nessun premio è giunto per celebrare il talento interpretativo di Claudia Salas, che d’altronde si trova solo agli inizi della sua carriera.

Eppure una prima nomination è giunta nel 2020, un piccolissimo traguardo che le auguriamo possa essere di buon auspicio per i riconoscimenti futuri. La sua interpretazione in Peste, infatti, ha attirato l’attenzione de La Unión de Actores y Actrices, una unione professionale per la difesa del lavoro culturale creata in Spagna.

L’unione indice ogni anno gli Actors and Actresses Union Awards per celebrare le opere e gli attori più meritevoli del periodo. Il premio si divide in diverse categorie, tra le quali figura quella come miglior attrice emergente in televisione, per la quale Claudia Sales si è aggiudicata una nomination per la sua interpretazione di Escalante.

Un piccolo passo verso un più che meritato successo.

LEGGI ANCHE – Le ultime notizie su Èlite, Friends, Grey’s Anatomy, Dexter e Game of Thrones

Scritto da Serena Liggeri

Un foglio, una penna e una buona Serie Tv: i tre ingredienti per una giornata perfetta.

Il posto più freddo è qui proprio dentro me, proprio nella mia testa

Che differenze ci sono fra Jason Segel e il suo Marshall Eriksen?