Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 13 Serie Tv che puoi recuperare in un paio di giorni » Pagina 9

13 Serie Tv che puoi recuperare in un paio di giorni

Pasqua

9. Outlander 

Pasqua

Viaggi nel tempo, kilt, cornamuse, amore, Highlands, sangue, musica celtica, passione: questo e molto altro è Outlander, serie tv della Starz del 2014, di genere storico fantascientifico (ma anche romance e drama) creata da Ronald D. Moore (lo stesso di Battlestar Galactica), trasposizione del ciclo di romanzi La saga di Claire Randall della scrittrice Diana Gabaldon. Un fantasy particolare, frutto di un mix di generi che danno vita ad una strana creatura, un ibrido molto ma molto affascinate, perfetto per un pubblico che ama sia le storie d’amore che i dramma storici, fino anche ai viaggi del tempo. “Outlander” è la traduzione del termine gaelico “Sassenach”, che vuol dire letteralmente “straniero”, ed è proprio il ruolo che ricoprirà Claire durante il suo viaggio. Ci troviamo negli anni ’40, dopo la fine dell’interminabile Seconda Guerra Mondiale. L’infermiera di guerra Claire con suo marito Frank si godono una seconda luna di miele tra le lande scozzesi di Inverness. Alla ricerca di sentimenti ed affetti perduti, Frank coinvolge Claire in un viaggio verso le origini della famiglia Randall. A Craig Na Dun, luogo etereo e senza tempo, Claire per un motivo sconosciuto, compie un viaggio nel tempo che la catapulta letteralmente nella scozia del 1700, durante la rivoluzione Giacobita.PasquaAccusata di essere una spia inglese dal Clan dei McKenzie, la donna troverà in Jamie Fraser un amico prima ed un amante dopo. Fingendosi una nobildonna francese, Claire cercherà in tutti i modi di poter riabbracciare suo marito, ma le giubbe rosse sono in agguato e i sentimenti verso Jamie cambiano letteralmente le carte in tavola. Una storia particolarissima che ha riscosso un enorme successo di pubblico fin dalle sue prime puntate. Una vicende bizzarra soprattutto per via della cornice nella quale è contenuta, una cornice fatta di atmosfere, profumi ed usi tipici delle affascinati Highlands scozzesi, vere protagoniste, che rivivono in questa serie emozionate e densissima di sentimenti. Outlander convince fin dal pilot e non solo per l’ottima ricostruzione storica e la magnifica realizzazione scenica, ma anche per una vicenda che passo passo colpisce il cuore dello spettatore sotto ogni punto di vista. Non si può ricercare il cuore della serie in un unico elemento, ma essendo una miscela ben realizzata di generi, la serie possiede moltissime anime, da quella romantica a quella storica. I romanzi dell’autrice rivivono in immagine in questa serie dal grande respiro che si prefigge di raccontare un’epoca lontana ma che riscuote ancora moltissimo fascino, senza tralasciare il romanticismo. PasquaD’altronde le scene passionali sono un marchio di fabbrica della Starz (Black Sails è un’altra serie della Starz che non dovete assolutamente perdervi ed ecco perchè!) ed in Outlander non mancano di certi, anzi abbondano e non deludono, merito dei bellissimi e talentuosi Caitriona Balfe e Sam Heughan, che regalano non poche emozioni.Cosa succederebbe se il passato diventasse il tuo futuro? E’ questo l’assunto di base di Outlander, una serie che ha ricevuto i complimenti perfino dal grande George R. R. Martin, autore della saga da cui è tratta la serie tv Trono di Spade. Insomma lui è un maestro del genere e leggere del suo apprezzamento dovrebbe destare un minimo di curiosità. A pochi giorni dalla messa in onda della seconda stagione (il 10 aprile), consigliamo il recupero di questa serie molto particolare, per nulla scontata, realizzata magnificamente sia sul comparto tecnico che su quello artistico, che spiazza e fa sospirare, e che regala colpi di scena davvero inaspettati. Senza contare che la sigla è meravigliosa.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13