Vai al contenuto
Home » News » Stranger Things: Sadie Sink parla del percorso evolutivo della sua Max

Stranger Things: Sadie Sink parla del percorso evolutivo della sua Max

ATTENZIONE: Seguono SPOILER su Stranger Things 4

Finalmente abbiamo potuto vedere tutta la quarta stagione di Stranger Things 4. Qui trovi la recensione del Volume 1 e la recensione del Volume 2.

In questa stagione abbiamo potuto scoprire di più sull’elemento soprannaturale e sul Sottosopra, abbiamo incontrato il nemico principale della stagione, ovvero Vecna, la creatura che terrorizza Hawkins (qui ne abbiamo fatto un’analisi), abbiamo ritrovato personaggi già noti e conosciuto nuovi volti, ad alcuni dei quali abbiamo già dovuto dire addio.

Possiamo dire che la quarta stagione sia stata per molti versi la stagione di Max Mayfield, interpretata dall’attrice Sadie Sink. Max si è trovata ad affrontare il lutto per la perdita del fratello Billy e ad affrontare Vecna, che si insinuato nella sua mente.

Alla fine della stagione la ragazza muore, ma Undici (Millie Bobby Brown) la rianima. Nelle scene finali vediamo Max in ospedale, in coma. Qui puoi leggere la spiegazione del finale della quarta stagione.

Max ci sarà anche nella quinta stagione? Vivrà o morirà? Ecco cosa dice Sadie Sink.

Sadie Sink parla di Max e della sua evoluzione in Stranger Things

Sadie Sink è stata intervistata da Deadline. Parlando del destino di Max, Sink ha affermato di non sapere se la ragazza sarà viva nella quinta stagione e che i fratelli Duffer, creatori della serie, non le hanno ancora rivelato nulla. Dice:

“Sono molto riservati sulla quinta stagione in generale. Ne abbiamo parlato. Mi hanno chiamato prima che leggessi la sceneggiatura del nono episodio della quarta stagione, perché la sceneggiatura dice effettivamente che Max muore. Mi hanno chiamato quindi, per dirmi: ‘Ti avvisiamo, c’è questa cosa, così non ne sarai scioccata’. Non ho idea di quel che succederà nella quinta stagione. La storyline di Max è vaga, perché lei è in coma e Undici non riesce a trovarla nel vuoto. Quindi chissà dov’è e qual è la sua condizione”.

Dobbiamo aspettare quindi la quinta stagione per scoprire il destino di Max, positivo o negativo che sia.

Nell’intervista Sink parla anche dell’evoluzione di Max nel corso delle stagioni:

“Quando la incontriamo nella seconda stagione, lei vuole disperatamente entrare a far parte del gruppo, perché si sente persa in questa nuova città. Vuole solo trovare persone simili a lei.
La vediamo rilassarsi nella terza stagione, la vediamo più sicura di sé e più leggera, almeno fino alla fine, quando Billy muore.
E ovviamente nella quarta stagione tutti i pezzi si uniscono, soprattutto con il monologo che fa alla fine a Lucas”.

Sink si riferisce alla scena in cui Max rivela di sentirsi in colpa perché voleva che il fratello Billy morisse:

“Quando la vediamo all’inizio della stagione, soffre per la perdita di Billy, e lui è sempre stato terribile con lei. Come può la morte di lui avere un così grande impatto su di lei? Ma poi capiamo che lei è presa dal senso di colpa, dal sentirsi responsabile di quel che è successo e si è addossata tutta la rabbia e le problematiche che aveva con il fratello”.

Avete già visto il Volume 2 di Stranger Things? Che ne pensate?

Leggi anche – Stranger Things: Winona Ryder paragona Sadie Sink a Meryl Streep, l’attrice risponde: «Non posso accettarlo!»