in

Game of Thrones: HBO è al lavoro sullo spin-off prequel di Dunk ed Egg

game of thrones

La lotta per la conquista del trono dei Sette Regni di Westeros in Game of Thrones ha affascinato e conquistato milioni di spettatori in tutto il mondo per otto stagioni. La serie, infatti, è diventata estremamente popolare. Le otto stagioni sono ricche di momenti in cui la serie tv è stata una delle migliori di tutti i tempi e di personaggi dai caratteri e dalle abilità speciali e memorabili. Tuttavia l’ultima stagione ha deluso molto tantissimi fan, che si aspettavano un finale diverso.

Potremo però tornare a immergerci nelle atmosfere del mondo creato da George R. R. Martin e portato sullo schermo da David Benioff e D. B. Weiss. La HBO, infatti, vuole realizzare più spin-off e alcuni progetti stanno lentamente prendendo forma. Dopo House of the Dragon, ne arriva un altro, basato sulle avventure di Dunk e Egg.

Dunk e Egg, il prossimo spinoff di Game of Thrones

Il sito Variety riporta che la HBO è al lavoro per lo sviluppo di un adattamento televisivo dei racconti di Dunk e Egg.

La nuova serie spin-off – che avrà episodi da un’ora – è basata infatti sui racconti fantasy scritti da George R. R. Martin, ambientata nel mondo di Game of Thrones. Protagonisti sono Ser Duncan l’Alto (Dunk), un cavaliere errante, e un giovane Aegon V Targaryen (Egg), nonno di Aerys II il Re Folle e bisnonno di Daenerys Targaryen, la Madre dei Draghi. Le avventure di Dunk ed Egg si svolgono 90 anni prima delle vicende raccontate nella saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco.

Martin ha raccontato le vicende di Dunk ed Egg pubblicando tre racconti: il primo, nel 1998, è intitolato Il cavaliere errante; seguono poi La spada giurata, pubblicato nel 2003, e Il cavaliere misterioso, pubblicato nel 2010. Nel 2015 i tre racconti sono stati riuniti nel libro Il cavaliere dei Sette Regni (in Italia edito da Mondadori).

Al momento non ci sono attori né sceneggiatori coinvolti nel progetto. Le fonti di Variety dicono che la HBO vuole dare alta priorità a questo progetto. D’altronde il grande successo di Game of Thrones ha aiutato molto la HBO nella sua crescita, rendendola uno dei network via cavo più seguiti negli Stati Uniti. Dopo la fine della serie, il network ha perso spettatori, arrivando anche ad avere un calo del -52% nella fascia demografica 18-49 rispetto ai numeri del 2019.

Se il progetto relativo a Dunk ed Egg procederà, sarà il secondo spin-off a diventare una serie. Il primo spin-off a cui si era pensato, Bloodmoon, che avrebbe raccontato il passaggio del mondo dall’Era degli Eroi al suo momento più buio e la Lunga Notte, è stato cancellato. Nel cast era presente Noami Watts.

Il secondo, House of the Dragon, è attualmente in realizzazione: conosciamo il cast e sappiamo che lo vedremo nel 2022. La serie è basata sul libro di Martin, Fuoco e Sangue, e racconterà la storia della Casa Targaryen e sarà ambientata 300 anni primi degli eventi di Game of Thrones. Al centro degli eventi c’è la cosiddetta Danza dei Draghi, un conflitto civile tra due rami di Casa Targaryen per la successione al trono. Alla fazione che sostiene Aegon II si oppongono infatti i sostenitori della di lui sorellastra Rhaenyra. Viene chiamata la Danza dei Draghi poiché è l’unica guerra nella storia di Westeros in cui entrambe le fazioni posseggono dei draghi.

Il fatto che la HBO abbia ordinato lo sviluppo dello spin-off su Dunk ed Egg non ci assicura che lo vedremo, ma noi speriamo di poter accompagnare i due personaggi almeno per una stagione.

Che ne pensate della realizzazione di questo spinoff di Game of Thrones?

Written by Debora Bolis

La mia carriera da telefilm addicted è iniziata quando mi sono unita al Glee club; da lì in poi ho iniziato a seguire con costanza le serie TV, non importa il genere. Nella vita reale cerco di trovare il mio posto nel mondo, ma principalmente viaggio con il Dottore per tutto il tempo e lo spazio. Lui è il mio hobby preferito.

Simpson

L’ennesima profezia dei Simpson: tutti i meme “seriali” del giuramento di Joe Biden [FOTO]

MasterChef 10, le Pagelle: Irene ruba più cuori di Hannibal Lecter, Aquila diventa uno stormo