in

Bridgerton, Phoebe Dynevor parla di una scena molto difficile: «Ho avuto un attacco di panico»

Bridgerton

Bridgerton, dal suo recente debutto a dicembre 2020 si è confermata come il più grande successo tra le serie originali Netflix, raggiungendo un numero elevato di ascolti in poco tempo. Complice di questo successo immediato, oltre alla produzione di Shonda Rhimes che ormai per gli appassionati di serie tv rappresenta quasi una certezza, probabilmente anche la presenza nel cast di Regé-Jean Page, nuovo sex symbol che ha fatto impazzire i fan che lo hanno proposto a gran voce come possibile nuovo James Bond. Purtroppo per molti, il bell’attore britannico è stato paparazzato con la sua fidanzata con la quale convive, spezzando il cuore dei suoi ammiratori. In Bridgerton veste i panni del Duca Simon Basset e affianca nel ruolo di co-protagonista la sua collega Phoebe Dynevor che interpreta la giovane primogenita della famiglia Bridgerton. Lei ha spesso avuto modi di raccontare le difficoltà legate alla rappresentazione delle molte scene di sesso girate per lo show, per le quali era presente sul set una figura esperta e dedicata. Ma la problematica che ha raccontato durante un’intervista per Grazia UK è del tutto differente.

Phoebe Dynevor ha spiegato di aver avuto un attacco di panico durante le riprese di un episodio di Bridgerton.

L’episodio in questione è il terzo e si intitola Art of the Swoon, dove l’arrivo di Daphne (interpretata da Phoebe Dynevor) cattura l’attenzione di tutti i presenti. La debuttante entra in sala, dimostra fiducia in sé e fermezza, sul suo volto possiamo leggere un atteggiamento di sfida nei confronti del Duca di Hastings per gli eventi precedentemente raccontati. Ma filmare quel momento è stato tutt’altro che facile per l’attrice: “Quella è stata una delle scene più difficili da girare. Tutti hanno giorni in cui si svegliano e si sentono uno schifo e non vogliono vedere le persone, figuriamoci essere davanti alla telecamera. È successo così che stavo passando uno di quei giorni allora, e mi sentivo così fuori dalla mia zona di confort. Fondamentalmente, ho avuto un attacco di panico in piena regola.” Superato quel momento Phoebe Dynevor è riuscita ad andare avanti con le riprese. Non lo avremmo mai immaginato però, la sua performance in quella scena è impeccabile.

L’attrice ha inoltre dichiarato di essere spaventata dalla fama. Phoebe Dynevor ha solo 25 anni, ma recita da più di 10 e Bridgerton rappresenta il suo ingaggio più importante. Ha confessato durante l’intervista che secondo lei “c’è una potenziale minaccia nella fama. Non mi piace l’idea. Ma sono così orgogliosa di ciò che rappresenta Bridgerton. Non riesco a pensare a nient’altro per cui vorrei che la gente mi conoscesse.” Infine l’attrice ha anche discusso del finale scelto per Daphne e ha spiegato cosa ne pensa. Ha rivelato di essere entusiasta rispetto quanto accaduto al suo personaggio nel corso della serie tv, accennando anche alla stagione successiva: “Mi piace che la storia di Daphne finisca davvero bene; è tutto legato alla fine. Ora, ho la sensazione che lei debba essere coinvolta nella vita amorosa di Anthony, dato che è il suo turno ora.”

Le sue parole confermano le indicazioni fin’ora circolate sulla seconda stagione di Bridgerton: sarà incentrata sul fratello, primogenito della famiglia, determinato a trovare moglie lasciando la vita da scapolo incallito. Netflix attraverso i canali social ha anche indicato l’attrice che affiancherà Jonathan Bailey nel ruolo di co-protagonista femminile: è Kate Sharma, nota per aver recitato anche in un’altra serie targata Netflix altrettanto famosa, Sex Education.

Queste premesse rispetto la trama fanno pensare che ci sia spazio anche per continuare la narrazione delle vicende di Daphne e del Duca Simon Besset, se pur non più come protagonisti. Non resta quindi che aspettare l’inizio delle riprese previsto per la primavera e poi l’uscita, si spera non troppo tardi, di quest’attesa seconda stagione di Bridgerton.

Written by Sofia Apa

Cerco sempre rifugio nei libri e nelle serie tv, sono la mia medicina e non esiste niente di meglio, eccetto la scrittura.

the mandalorian

The Mandalorian: Gina Carano accusa la Disney di bullismo nei suoi confronti

Brooklyn Nine-Nine

30 disagi che solo un vero fan di Brooklyn Nine-Nine può capire