Vai al contenuto
Home » Netflix » La classifica dei 20 Film e Serie Tv Originali Netflix più visti di sempre

La classifica dei 20 Film e Serie Tv Originali Netflix più visti di sempre

Netflix

Da poco Netflix ha pubblicato i dati aggiornati dei prodotti Originali Netflix più visti sulla piattaforma, e noi siamo andati a raccogliere in questa classifica la top 20, contando dunque sia film che serie tv che siano state distribuite dal colosso americano. Forse c’è qualche sorpresa, ma bene o male si tratta di grosse produzioni che hanno fruttato ingenti somme e che sono risultate popolari più di altre. Ovviamente si tratta tendenzialmente di grandi successi di pubblico – critica a parte – che ci limiteremo a classificare dando qualche info utile per valutarne la visione. Andiamo a dare un’occhiata!

20) Sweet Tooth – stagione 1 

nuove serie tv

Distribuita su Netflix appena qualche mese fa, precisamente il 4 giugno 2021, Sweet Tooth rappresenta un altro gioiello, un’altra scommessa stravinta dalla piattaforma. La serie, che ha raggiunto in poco tempo quota 60 milioni di spettatori, è stata sviluppata dal giovane sceneggiatore e regista statunitense Jim Mickle, e deriva dal fumetto omonimo realizzato da Jeff Lemire. E’ una serie fantasy ambientata in un mondo distopico in cui una pandemia, che prende il nome di Grande Crollo, ha da qualche anno sterminato quasi totalmente la razza umana, portando inoltre la diffusione di nascite di bambini ibridi, metà umani e metà animali. Trattandosi di creature sconosciute dai più, la maggior parte dei sopravvissuti tende a temerle, credendo che si tratti di dirette conseguenze della pandemia. La trama narra delle vicende del piccolo Gus, un bambino metà cervo e metà umano, che stringe amicizia con un vagabondo di nome Jepperd e con il quale comincia un’avventura alla ricerca delle proprie origini. Ciò che aspetta Gus al di fuori della foresta in cui ha vissuto per tutta la sua vita lo forgerà e gli farà capire che il mondo, all’esterno, è un posto molto pericoloso e insicuro.

19) La regina degli scacchi – miniserie

Netflix

Con 62 milioni di spettatori totali, La regina degli scacchi si piazza al diciannovesimo nella classifica, risultando essere la serie più vista tra quelle tratte da una sceneggiatura non originale. Distribuita circa un anno fa e creata da Scott Frank e Allan Scott, con protagonista una grandiosa Anya Taylor-Joy nei panni del personaggio fittizio di Beth Harmon, racconta delle vicende di una bambina prodigio, un vero portento negli scacchi. Beth è orfana e parallelamente alle sue capacità nel gioco seguiamo le sue vicissitudini dall’età di otto anni fino ai ventidue, periodo nel quale lotta con una dipendenza da alcol e psicofarmaci. La miniserie ha ottenuto un successo di critica eccezionale, sia nei vari siti esperti sia in quanto a riconoscimenti, aggiudicandosi due Golden Globe per la miglior miniserie e per la miglior attrice protagonista, e due Emmy Award sempre per la miglior miniserie e per la miglior regia. Il prodotto ha ottenuto ottime reazioni anche da vari scacchisti famosi, ma ha anche destato scalpore per via della denuncia della campionessa georgiana Nona Terent’evna Gaprindašvili, che ha da poco fatto causa a Netflix per essere stata “offensivamente sminuita insieme ai suoi risultati”, perché nell’ultima puntata della serie parlando di lei si dice che non ha mai affrontato uomini, salvo ricevere una risposta pacificatrice dalla stessa piattaforma, che ha prontamente tentato di discolparsi.

18) Tiger King – stagione 1

netflix

Tiger King è una docu-miniserie televisiva distribuita da Netflix nel 2020 e rappresenta un vero e proprio caso mediatico. Racconta delle vicende di un personaggio tanto losco quanto particolare, ovvero Joseph Allen Maldonado-Passage, in arte Joe Exotic, un allevatore e criminale statunitense, proprietario del Greater Wynnewood Exotic Animal Park, accusato di abuso e sfruttamento di animali esotici e selvatici. La serie parla delle vicende che hanno portato Joe Exotic ad essere incastrato, ed è sicuramente un prodotto complesso da vedere, per via delle delicate tematiche, tra le quali emerge anche la forte rivalità tra il folle imprenditore americano e l’attivista Carole Baskin. Fatto sta che questa docu-serie ha ottenuto un successo straordinario, sia per la pregevole fattura lodata dalla critica, sia per la bizzarra e inquietante vicenda che ha letteralmente ipnotizzato ben 64 milioni di spettatori. Mediaticamente ha fatto scalpore anche il lascito social, tanto che svariate celebrità hanno mostrato attraverso i propri canali travestimenti legati alla serie, come per esempio Sylvester Stallone e Jared Leto.

17) La Casa di Carta – parte 4 

netflix

Non poteva di certo mancare in questa classifica. Diciamocelo, forse son più le persone che questa serie ha stufato, rispetto a quelle che continua a far innamorare delle gesta della banda di rapinatori più famosa dell’era moderna. Ma come disse un saggio: bene o male, l’importante è che se ne parli. E de La Casa di Carta se n’è parlato eccome. La serie spagnola si è da poco arricchita di una quinta parte che ha nuovamente fomentato critica e fan. Le vicende del Professore e compagnia bella sembrano pronte ad una conclusione con la sesta parte che uscirà tra pochi mesi e che dovrebbe sigillare questo indiscutibile caso mediatico. Per quanto possa essere ancora presto per tirare le somme, ad entrare in questa classifica non è la quinta parte, uscita lo scorso mese, bensì il capitolo precedente, che ha totalizzato 65 milioni di spettatori. Potrebbe essere una notizia in termini di share per il fatto che a numeri la quarta parte risulti essere più vista della successiva, il che sostanzialmente ci porta a pensare che più di qualcuno abbia da tempo abbandonato la nave, oppure è solo questione di tempo. Ad ogni modo, è indubbio che La Casa di Carta sia stato (e continui ad essere) uno degli show più attesi al mondo.

16) Stranger Things – stagione 3

netflix

Con 2 milioni di spettatori in più Stranger Things va a posizionarsi nel gradino successivo della classifica. Insieme a La Casa di Carta si tratta di un altro cavallo di battaglia made in Netflix che ha decisamente cambiato le regole del gioco da quando è uscito. La serie è divenuta un cult in pochissimo tempo e i fan attendono intrepidi il quarto capitolo, la quale uscita è stata annunciata per il 2022. Il connubio tra horror, fantascienza di ambientazione storico/politica e soprattutto il richiamo ai mitici anni ’80 ha fatto le fortune di Stranger Things, rendendola una serie amata sia dai più giovani, per via della familiarità con il cast, sia dagli amanti del genere e perfino da chi è cresciuto in quegli anni e grazie a tutti i richiami può fare un romantico tuffo nel passato. Come in molti altri casi il continuo rinnovo di una serie tende a far emergere critiche anche dai fan più fedeli, ma appare chiaro che Netflix si aspetti ancora grandi cose in termini di ascolti dalla serie, che è pronta a superarsi con la prossima stagione.

15) Sex/Life – stagione 1

netflix

Sex/Life potrebbe essere considerata una delle “sorprese” all’interno di questa classifica. Scritta da Stacy Rukeyser e basata sul romanzo 44 Chapters About 4 Men di BB Easton, la serie ha raggiunto in pochissimo tempo traguardi storici, rimanendo in vetta alle classifiche della piattaforma per molto tempo, raggiungendo un mostro sacro come Stranger Things e pareggiandone il numero di spettatori. In realtà la critica non ha accolto proprio positivamente Sex/Life, sia per la recitazione che per la trama in sé. E allora da dove viene il successo di questa serie tv? La trama parla di Billie, una donna che col passare del tempo comincia a sentirsi trascurata dal marito Cooper. La vita sessuale della coppia si sta annichilendo e così lei comincia a scrivere su un diario dei suoi ricordi erotici con Brad, l’ex compagno, che complica il tutto nel momento in cui torna a far parte della sua vita. La serie in generale è molto sensuale e spinta, in un certo senso la trama e tutti i tecnicismi lasciano spazio proprio a questa essenza fortemente erotica che la fa da padrone. Ragionando in questi termini, dunque, pare abbastanza semplice comprendere a cosa sia dovuto il successo di Sex/Life.

14) Fatherhood 

netflix

Al tredicesimo posto troviamo il primo di una lunga serie di film Originali Netflix che troverete in questa classifica. Con 75 milioni totali di spettatori Fatherhood ha conquistato in brevissimo tempo traguardi importantissimi. Il film è diretto da Paul Weitz, il regista del primo American Pie, per intenderci, e ha come protagonista uno degli attori più amati (e pagati) al mondo, ovvero Kevin Hart, il che già di per sé potrebbe bastare per spiegare l’enorme successo della pellicola. La trama è tratta da un romanzo autobiografico intitolato Two Kisses for Maddy: A Memoir of Love and Loss e narra le vicende di Matthew, un neo-papà che perde sua moglie subito dopo la nascita della piccola Maddy. Tutta la storia ruota attorno agli sforzi che il padre deve compiere per crescere in autonomia la figlia, supportato comunque da amici e parenti ma affrontando tutte le difficoltà del caso, sopratutto per via della sua immaturità iniziale sulla quale preverrà l’istinto paterno. La performance dell’attore è stata accolta positivamente e il film ha raggiunto ottimi risultati in termini di share.

13) Army of the Dead 

Il film è stato rilasciato nel maggio del 2021 e nella sua prima settimana di vita è stato visto da 72 milioni di utenti (oggi diventati più di 75), raggiungendo dunque un enorme successo. Army of the Dead è un horror fantascientifico che tratta di un’ondata zombie che nasce nel momento in cui un convoglio militare partito dall’Area 51, in seguito ad un incidente si ribalta, rilasciando un essere dalle facoltà sovrumane che immediatamente uccide i militari del convoglio trasformandoli in zombie e dando vita ad una inevitabile reazione a catena. La trama non risulta essere particolarmente innovativa, ma il film è rimasto in cantiere per circa quindici anni finché Netflix ne ha acquistato i diritti nel 2019. Tra i protagonisti del film spicca il celebre ex wrestler statunitense Dave Bautista, famoso agli occhi del grande pubblico per via delle sue interpretazioni nella saga di Avengers e ancor più recentemente per aver preso parte a Dune di Denis Villeneuve. Anche il regista del film è un volto noto, Zack Snyder ha diretto all’inizio della sua carriera titoli come L’alba dei morti viventi e 300, e più recentemente Batman v Superman: Dawn of Justice.

12) Project Power 

Anche qui cast delle grandi occasioni, con Jamie Foxx, Joseph Gordon-Levitt e il rapper Machine Gun Kelly tra i protagonisti. La pellicola è stata distribuita sulla piattaforma il 14 agosto del 2020 e ha raggiunto quota 75 milioni di spettatori in poco tempo. La storia è ambientata a New Orleans, dove si sta diffondendo sul mercato una pillola particolare in grado di conferire poteri speciali a chiunque ne faccia uso. Tuttavia i poteri risultano essere imprevedibili finché non si manifestano, e se su alcune persone gli effetti sono quelli tipici dei supereroi, su altri finiscono per provocare reazioni mortali. Gordon-Levitt interpreta Frank, un poliziotto che ha il compito di arginare la diffusione della misteriosa pillola e di ripulire le strade di New Orleans, aiutato dalla giovane spacciatrice Robin (interpretata da Dominique Fishback) e da un ex soldato di nome Art (Jamie Foxx). In generale il film è stato apprezzato dalla critica per via della buona regia di Ariel Schulman e Henry Joost, capaci di mischiare godibili scene fantasy a ottime riprese per le strade della città.

11) The Witcher – stagione 1

netflix

Al decimo e al nono posto troviamo un pari merito tra due serie Originali Netflix che di fatto risultano essere la quarta e la terza più viste di sempre, con 76 milioni di spettatori. The Witcher è una serie fantasy-avventura polacco-statunitense, distribuita sulla piattaforma nel dicembre 2019 e creata da Lauren Schmidt Hissrich sulla base della Saga di Geralt di Rivia dell’autore polacco Andrzej Sapkowski. La storia è ambientata in un mondo in continuo conflitto in cui abitano, oltre agli esserli umani, specie magiche quali elfi, nani ecc. Per far fronte agli attacchi dei mostri i civili hanno creato dei guerrieri mutanti, chiamati witcher, dotati di poteri speciali. Geralt di Rivia, interpretato da Henry Cavill, è appunto un witcher che si guadagna da vivere uccidendo mostri in cambio di denaro. Inizialmente la trasposizione della saga era stata pensata per il grande schermo, salvo poi essere giustamente dirottata in una serie, per via della mole di contenuti. Il prodotto è stato molto apprezzato dal pubblico generale, ed è stato rinnovato per una seconda stagione che verrà rilasciata il 17 dicembre di quest’anno.

10) Lupin – parte 1 

Un gradino più su rispetto a The Witcher troviamo Lupin – parte 1, probabilmente più in alto per aver raggiunto in meno tempo tale risultato. La serie con protagonista Omar Sy nei panni del famoso ladro Arsenio Lupin è stata rilasciata l’8 gennaio 2021, generando un grande hype nel pubblico per via della spinta data dalla sponsorizzazione. La trasposizione, liberamente ispirata dai romanzi di Maurice Leblanc, narra del quattordicenne Assane Diop, che perde il padre in seguito ad una pesante accusa che lo condanna per un reato che non ha commesso, generando nel ragazzo la voglia di vendetta nei confronti della ricca famiglia accusatrice. Vendetta che arriva 25 anni dopo, quando ritroviamo un Assane adulto, che si mantiene con qualche furto, decidere di ispirarsi al romanzo Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo, donatogli dallo stesso padre quando era in vita. Il risultato ottenuto con la prima parte della serie non è stato bissato dal secondo capitolo, uscito a giugno. La fama della serie è dovuta in gran parte all’abile capacità di vendita dimostrata ancora una volta da Netflix, tuttavia ha ottenuto comunque un ottimo successo tra il pubblico, anche se per molti non è stato all’altezza delle aspettative.

9) Enola Holmes 

Il film Enola Holmes diretto da Harry Bradbeer è una delle tante pellicole vittima della pandemia di COVID-19, doveva infatti essere distribuito dapprima nelle sale ma il tutto è stato rimandato e così  è uscito direttamente su Netflix, dove comunque ha ottenuto risultati strabilianti, raggiungendo quota 76 milioni di spettatori (oggi arrivati a 77) nelle prime quattro settimane online. Si tratta dell’adattamento cinematografico del primo romanzo della serie sui misteri di Enola Holmes di Nancy Springer, con protagonista la sorella di Sherlock e Mycroft Holmes, interpretata alla grande dall’amatissima Millie Bobby Brown, la star di Stranger Things che dunque si posiziona da protagonista per due volte in questa classifica. La performance della Brown soprattutto è stata valutata molto positivamente dalla critica, come del resto anche il film in sé, portando i produttori a pensare fin da subito al rinnovo per un sequel. La trama si incentra sulla misteriosa scomparsa della madre di Enola il giorno del suo sedicesimo compleanno, cosa che porterà la protagonista a fuggire di casa di nascosto dai fratelli per mettersi autonomamente sulle sue tracce.

8) The Old Guard

Altro cast veramente importante per questa grande produzione Netflix che ha raggiunto in totale 78 milioni di spettatori da quando è stata pubblicata. The Old Guard vanta infatti tra i protagonisti il premio Oscar Charlize Theron, KiKi Layne, Chiwetel Ejiofor e l’italiano Luca Marinelli. Il film, basato sul fumetto omonimo scritto da Greg Rucka e diretto dalla regista Gina Prince-Bythewood, racconta la storia di un gruppo di mercenari sopravvissuto alle battaglie più importanti della storia dell’uomo, grazie alla rarissima abilità di curare ogni ferita, cosa che di fatto li ha resi immortali. Tuttavia i guerrieri vengono a conoscenza dell’esistenza di un altro essere immortale e ciò li rende vulnerabili nel momento in cui il loro segreto viene svelato. Il film ha generato pareri tutto sommato positivi tra la critica, che ha elogiato le performance degli attori ma ha manifestato comunque qualche dubbio sulla regia, a riprova del fatto che il passaggio dalla televisione al cinema non è affatto semplice, dato che la Prince-Bythewood fino a questo film aveva lavorato prevalentemente per prodotti destinati al piccolo schermo. Tuttavia la via di mezzo rappresentata dalla piattaforma potrebbe rivelarsi un’ottima palestra sia per la regista, che soprattutto per un prodotto come The Old Guard, non complicato dal punto di vista della trama ma comunque avvincente e con una buona dose d’azione.

7) Bridgerton – stagione 1

netflix

Fino a pochi giorni fa Bridgerton guidava la classifica delle serie Originali Netflix più viste di sempre, grazie alla strabordante fama raggiunta lo scorso Natale in seguito alla sua distribuzione sulla piattaforma. La serie si basa sui romanzi della scrittrice Julia Quinn, ambientati nell’alta società londinese dell’800, ed è stato un successo planetario, raggiungendo in soli 28 giorni quota 82 milioni di spettatori. La trama è un mix tra una soap e, a grandi linee, un dramma storico, che basa la sua incredibile fortuna sull’aspetto scandalistico e su quello erotico, che in un periodo come quello trattato effettivamente rappresentano un aspetto curioso, proprio per il forte contrasto storico tra ciò che ci viene mostrato e gli ideali puritani di quel tempo. La recitazione lascia a desiderare, si tratta di un cast giovane e inesperto che punta più sull’estetica e sulla fotogenia, ma che effettivamente lascia grandi lacune in altri aspetti. Tutto sommato non si può dire che il pubblico non l’abbia amata, cosa che comunque accade spesso quando dei prodotti sono così evidentemente targettizzati ed indirizzati, ma tornando al discorso fatto per La Casa di Carta: l’importante è che se ne parli, ed anche in questo caso, missione compiuta!

6) Murder Mystery 

Murder Mystery è un film diretto da Kyle Newacheck e pubblicato su Netflix nel giugno del 2019. Nel cast a spiccare è la collaborazione tra Jennifer Aniston e Adam Sandler, ed in soli tre giorni la pellicola ha raggiunto più di 30 milioni di visualizzazioni sulla piattaforma, stabilendo un incredibile record positivo poi migliorato fino agli ultimi aggiornamenti, arrivando a 83 milioni di spettatori. La trama si incentra sulla coppia composta da Nick (poliziotto) e Audrey Spitz che, in viaggio verso l’Europa per una luna di miele in ritardo, conoscono Charles Cavendish (Luke Evans) un uomo facoltoso che li invita a partecipare ad una vacanza sullo yacht di Malcolm Quince, anziano zio dello stesso Charles che sta per sposarsi con la ben più giovane Susi Nakamura. Tuttavia, poco prima di intestare tutti i suoi beni alla nuova moglie, l’uomo viene assassinato, portando gli Spitz a dover indagare per trovare il colpevole e contestualmente per provare la propria innocenza. Il film non ha ricevuto proprio ottime recensioni online, ma comunque si tratta di un prodotto leggero e godibile che sostanzialmente deve la sua fama ai due grossi nomi protagonisti e che ad ogni modo si lascia guardare.

5) 6 Underground 

Appena fuori dalla top 5 troviamo l’ultimo film di Michael Bay, regista di Bad Boys e Transformers tra gli altri, che ha raggiunto in poco tempo quota 83 milioni di spettatori, divenendo il quarto film targato Netflix più visto di sempre. Il cast di 6 Underground vede la partecipazione di Ryan Reynolds, Melanie Laurent, Dave Franco e Ben Hardy e la trama racconta la storia di sei miliardari provenienti diverse parti del mondo e che hanno intenzione di inscenare la propria morte per raggiungere una nuova libertà e organizzare una squadra speciale di vigilantes. Il film, pubblicato sulla piattaforma nel dicembre del 2019, è stato sicuramente un enorme successo di pubblico, ma non si può dire la stessa cosa per quanto riguarda la critica, che ha decisamente stroncato la pellicola definendola “rumorosa e frenetica” e “completamente assurda”. Michael Bay può piacere o meno, è principalmente una quesitone di gusti relativi al genere, è vero che da una trama del genere non c’è da aspettarsi un capolavoro d’arte moderna, ma è anche vero che a chi piacciono gli action movie tipici del regista può comunque interessare questo prodotto, e infatti si è visto.

4) Spenser Confidential

Spenser Confidential è il quinto film della redditizia collaborazione tra il regista Peter Berg e Mark Wahlberg ed è stato distribuito su Netflix il 6 marzo del 2020. La pellicola è l’adattamento cinematografico del romanzo Wonderland di Ace Atkins e tratta le vicende di Spenser, un ex poliziotto che ha aggredito il suo capo, scherzo che gli è costato 5 anni di carcere. Dopo aver scontato la pena il protagonista decide di rifarsi una vita e lasciarsi tutto alle spalle, ma proprio appena torna in libertà il suo ex capo viene assassinato e lui diviene, inevitabilmente, il sospettato numero uno. Tutto ciò che Spenser dovrà fare è dunque scagionarsi dalle accuse trovando il reale colpevole, e per riuscirci dovrà sporcarsi le mani con i loschi affari del compianto capitano Boylan. Il film ha raggiunto 85 milioni di spettatori diventando il terzo film più visto di sempre targato Netflix e ne è stato già annunciato un sequel che deve però ancora essere programmato. Pare che Wahlberg, tra gli attori più pagati al mondo da anni, abbia percepito la bellezza di 30 milioni di dollari per la sua performance nel film. Non male.

3) Bird Box

Il film con protagonista il premio Oscar Sandra Bullock ha raggiunto nella sola prima settimana online ben 45 milioni di visualizzazioni, arrivando in tutto a 89 e classificandosi al secondo posto dei film originali Netflix di sempre. La regia vede alla guida la danese Susanne Bier e il cast comprende anche Trevante Rhodes, Sarah Paulson, Rosa Salazar e John Malkovich. Bird Box è l’adattamento cinematografico del romanzo La morte avrà i tuoi occhi di Josh Malerman ed è ambientato in un futuro post-apocalittico in cui un’epidemia di morti insolite e suicidi di massa ha colpito il mondo. La protagonista Malorie è una pittrice single in attesa di un bambino, e proprio mentre si sta recando in ospedale per un’ecografia sente al telegiornale della pericolosa e misteriosa situazione che sta dilagando in diversi paesi del mondo. La critica anche in questo caso non si è espressa nel migliore dei modi, definendo insufficiente la caratterizzazione dei personaggi ritenuti troppo stereotipati. E’ già stato annunciato, dallo stesso autore del romanzo, un sequel basato su un’altra opera incentrata sulla protagonista, inoltre quest’anno è stato annunciato uno spin-off in lingua spagnola.

2) Tyler Rake 

Al primo posto tra i film, ben distaccato dalla seconda posizione con 99 milioni di spettatori raggiunti, troviamo Tyler Rake, anche conosciuto col suo titolo originale Extraction, adattamento della graphic novel Ciudad di Ande Parks e i fratelli Russo. La pellicola è stata distribuita sulla piattaforma il 24 aprile del 2020 e in soli dieci giorni è stata vista da oltre 90 milioni di account, segnando il nuovo record per il film più visto di sempre su Netflix, giungendo alla incredibile cifra sopracitata nel luglio successivo. Il regista è il debuttante Sam Hargrave e nel cast a spiccare è il nome di Chris Hemsworth, ma da segnalare anche la presenza di David Harbour, l’amato Hopper di Stranger Things. La trama si basa sulla vita di Tyler Rake, un mercenario che opera sul mercato nero (a quanto pare mercenario = tante views) e che si trova ad avere a che fare con una missione pericolosissima, forse la più difficile della sua carriera, venendo ingaggiato per salvare Ovi, il figlio di un potente criminale indiano, che è stato rapito. Il film è stato elogiato per le scene d’azione piene di adrenalina ma ha lasciato a desiderare per quanto riguarda la sceneggiatura. Insomma, il classico film violento e adrenalinico al punto giusto con in più un big name come protagonista che fa il grosso del lavoro.

1) Squid Game

netflix

Ho cominciato a lavorare a questo articolo pochi giorni fa basandomi sui dati pubblicati da Netflix a fine settembre, quando ancora il fenomeno Squid Game era in procinto di esplodere. Tuttavia, l’inaudita popolarità raggiunta dalla serie coreana ha costretto la piattaforma a rivedere, a pochi giorni di distanza dall’ultimo aggiornamento, l’intera classifica. In meno di un mese dalla sua pubblicazione ufficiale, avvenuta il 17 settembre, Squid Game ha totalizzato 111 milioni di spettatori globali (and counting, sicuramente), diventando il primo prodotto Originale Netflix a sfondare quota 100 milioni di views oltre che il più visto in assoluto. La cosa che rende il tutto ancora più incredibile è che la serie probabilmente ha già ampiamente migliorato queste cifre mentre leggete l’articolo e ad oggi continua ad essere al n°1 in Italia e in molti altri paesi, a confermare la portata senza precedenti del fenomeno Squid Game. Forse molti di coloro che non hanno visto la serie (ma anche chi l’ha fatto) in questo momento si sentono come Homer Simpson nel meme in cui al bar da Boe tutti parlano tra di loro e lui sta seduto da solo al bancone, ma è inevitabile provare a raccontare passo dopo passo l’incredibile lascito del fenomeno coreano del momento.

LEGGI ANCHE – Squid Game: ecco cosa dice veramente la bambola nella serie