Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » Film » 5 film non troppo pubblicizzati presenti su Netflix che dovreste assolutamente vedere

5 film non troppo pubblicizzati presenti su Netflix che dovreste assolutamente vedere

Non sempre la pubblicità e il marketing fanno il loro dovere. In certi casi vengono pubblicizzati film scadenti e tutti noi spettatori veniamo bombardati da pubblicità di produzioni che avremmo preferito non aver deciso di guardare. A volte poi succede il contrario. Parliamo di alcune piccole perle che rimangono nascoste nell’infinito catalogo multimediale delle piattaforme streaming e che solo un attento e scrupoloso divoratore del piccolo schermo potrebbe riuscire a scovare. Non vi preoccupate, non dovrete spulciare voi, ci abbiamo già pensato noi. Oggi infatti in questo articolo vi vogliamo parlare di 5 film Netflix davvero poco pubblicizzati e sottovalutati che vale la pena guardare, anzi, che dovete assolutamente guardare. Sarete in questo modo voi, la prossima cena tra amici, a consigliare un film sconosciuto ma che non possono perdersi. Iniziamo dunque subito con questa cinquina, che il tempo scorre veloce.

1) Someone Great

La star di Jane the Virgin Gina Rodriguez è protagonista del nostro primo film Netflix poco pubblicizzato: Someone Great, scritto e diretto da Jennifer Kaytin Robinson. Questo è arrivato sulla piattaforma senza nessun tipo di pubblicità e, grazie a una storia spassosa, ma profonda su un’esagerata serata tra amiche e su chi vive di di musica, su chi vive la propria vita, soffre, ama, fa amicizia e cerca di superare il dolore mentre, ha fatto colpo sul pubblico. La “commedia drammatica ” riconosce il potere dell’amicizia femminile, riflette sulle difficoltà di accettare l’età adulta e di assumersi la responsabilità delle proprie azioni, di vivere la nostra vita migliore, di fare delle scelte e di correre dei rischi. Un film leggero, ma perfetto per passare una serata tra amiche. Someone Great è un film ottimista sulla fine di un amore che tutto sommato è pieno di speranze: la vita cambia, le persone cambiano e le relazioni possono cambiare e finire, ma i veri amici non lo fanno, sono li anche quando tutto sembra naufragare e la vita va avanti senza che ci si senta pronti per farlo.

2) Per primo hanno ucciso mio padre

La nostra seconda proposta è il quarto film da regista della bellissima e soprattutto bravissima Angelina Jolie. L’attrice si è sempre dimostrata attenta ai problemi del mondo e all’analisi sociale delle classe meno abbienti e In Per Primo hanno Ucciso mio Padre porta in scena la questione delle problematiche sociali riguarda la Cambogia, e in particolare il genocidio cambogiano a opera dei Khmer Rossi. La storia è chiara e senza fronzoli, guida lo spettatore attraverso le vicende concentrandosi sui personaggi e sui paesaggi, imbevuti di verde ma caratterizzati da cadaveri e terra smossa dai combattimenti tra i khmer e i Vietnamiti. Il film Netflix ci permette di fermare la nostra mente e riflettere sul genocidio. Siamo infatti troppo spesso abituati a valutare la storia secondo criteri di prossimità. Leggiamo storie che riguardano i campi di concentramento nazisti e qualcosa ci brucia dentro. Sentiamo e sappiamo che quelle vicende sono entrate in casa nostra e ci sentiamo in dovere di non farle uscire, di tenerne viva la memoria. La Cambogia, invece, sembra lontana e la domanda che ci pone il film è semplice: quanto è accaduto laggiù tocca allo stesso modo la nostra emotività? Rispondete dopo aver visto questa toccante produzione.

3) Cargo

film netflix

Una delle caratteristiche dei film apocalittici è quella di usare catastrofi, non morti e disastri come metonimia per racchiudere analisi sociali come quelle su capitalismo e consumismo o, più recentemente, per raccontare la sovrappopolazione globale, l’epidemia o la necessità di cedere il passo alle nuove generazioni. E anche nello zombie-movie Cargo, con il bravo Martin Freeman alle prese con una neonata da salvare, le tematiche sono le solite. Allora perché il film è presente in questa nostra cinquina? Anzi tutto perché è ben fatto tecnicamente, e in più perché i valori che vuole trasmettere sono da una parte scontati, ma dall’altra ben declinati. Il concetto di nucleo familiare, di accettazione e di sacrificio fanno da cornice all’intero viaggio nelle terre sperdute dell’Australia del padre e della piccola neonata. Ed è proprio questo uno dei pregi principali del film Netflix: riuscire ad arricchire di significati ed empatia un filone narrativo che troppo spesso è schiavo di una noiosa ripetitività, e al contempo ne è uno dei problemi, nella misura in cui i toni finiscono per essere tanto pessimistici da rendere la visione più pesante di quanto non sarebbe lecito aspettarsi. Insomma, appassionati di zombie-movie e non, Cargo è un film fresco, da vedere in una serata di relax tra amici.

4) Cam

film netflix

Proposta numero 4, un film che ci proietta nell’era contemporanea del social, dello streaming e dei live show internettiani. La giovane Alice, per fare soldi nel modo più semplice e rapido possibile, ha scelto di sfruttare il suo corpo sexy per diventare una cam-girl. La giovane si iscrive a un sito con l’obbiettivo di raggiungere il cinquantesimo posto, ovvero il piazzamento minimo per essere considerata una cam-girl di livello. Un giorno però, si accorge che qualcuno le ha rubato l’identità e che il suo account risulta inaccessibile. Questo doppione cibernetico, inoltre, riesce a scalare la classifica di gradimento con una velocità impressionante. Cam è un horror contemporaneo nato dal filone Black Mirror, un film che ci sbatte in faccia la paura più grande del nostro secolo. Non più mostri, vampiri o serial killer, il terrore del Ventunesimo secolo è un qualcuno che ci ruba tutto: contatti, chat, numeri di conto e tutto quello che la rete possiede di nostro. Cam di per sé non fa paura, o meglio, non ci sono picchi horror, ma una continua situazione di disagio che perdura per tutti i novanta minuti di durata. La pellicola è per certi versi una decostruzione e ricostruzione intelligente, inquietante e assolutamente avvincente di una personalità adolescenziale del XXI secolo, è un’angosciante resa dei conti tra il sé interiore e la maschera che si indossa ogni giorno. Cam è uno di quei prodotti che vanno visti assolutamente.

5) Private Life

film netflix

Come ultimo film della lista, vogliamo proporvi una produzione che rivolge la sua attenzione alla storia di una famiglia attraverso la focalizzazione di due personaggi principali, due coniugi che si avviano alla mezza età e sono alla disperata ricerca di una gravidanza. Il loro cammino a tappe scandisce anche il rapportarsi al mondo che li circonda, testimonia di un atteggiamento esistenziale e del modo in cui la coppia è percepita dagli altri. Cosa si è disposti a fare pur di diventare genitori? Andate a chiederlo a Richard e Rachel, interpretati rispettivamente da Paul Giamatti e Kathryn Hahn, che raggiunta la soglia dei quarant’anni non si sono ancora rassegnati all’idea di non avere un pargolo e ricorrono ad ogni possibilità e soluzione plausibile per trasformare il loro desiderio in amorevole realtà. Se questa speranza sia lecita o folle dovrete dirlo a fine film, dopo aver assistito a tutte le vicende della coppia. Quello che è certo è che il film Netflix è una vera chicca, che si mantiene leggera e profonda per tutta la sua durata, alternando momenti comici assolutamente esilaranti ad altri in cui il cocente e rabbioso dolore spirituale potrebbe esplodere e invece mantiene una dignità esemplare. Private Life è un film sulla vita, sulla tenacia e non sull’accanimento verso la maternità, sulla forza di un amore che non cede alle tempeste del destino, spesso assai più dure di quanto possiamo immaginare.

1000 Serie Tv descritte in 10 parole, il primo libro di Hall of Series, è disponibile su Amazon: puoi acquistarlo qui