Vai al contenuto
Home » Breaking Bad » 7 citazioni nascoste in Breaking Bad

7 citazioni nascoste in Breaking Bad

Ogni Serie Tv ha le sue citazioni nascoste. Che si tratti di una battuta o di un’immagine intenzionalmente nascosta, gli show televisivi sono una miniera preziosa di  riferimenti e curiosità. Il più delle volte l’easter egg vuole essere un omaggio a un caposaldo della pop culture, altre volte invece ci troviamo di fronte a citazioni autoreferenziali.  E Breaking Bad non fa eccezione!

La scoperta della citazione nascosta è sempre elettrizzante, la sensazione che autori, creatori e registi – per un attimo che dura un battito di ciglia – abbiano fatto l’occhiolino proprio a noi spettatori, svelando la quarta parete in tutto il suo splendore. È un bel viaggio, quello riservato da queste sorprese sul piccolo e grande schermo; è come camminare sui ponti che uniscono, a nostra insaputa, certi luoghi eletti della cultura pop (e non solo) in un unico villaggio globale.

Nel corso di Breaking Bad (qui un focus sugli eventi reali causati dalle Serie Tv), il creatore dello show Vince Gilligan e il suo team di sceneggiatori hanno infilato una quantità innumerevole di citazioni nascoste.

1) L’ORSACCHIOTTO DI PELUCHE 

Breaking Bad

L’orsacchiotto di peluche ritrovato nella piscina di Walter dopo l’incidente aereo (provocato indirettamente da lui stesso) è comparso anche in altre scene di Breaking Bad…ad esempio dei pupazzi identici sono appesi alla parete del supermercato dove Walt si spoglia. La faccia mezza bruciata dell’orsetto rosa poi, motivo ricorrente della seconda stagione, richiama quella maciullata di Gus (nell’episodio 13 della quarta stagione).

Breaking Bad

Pagine: 1 2 3