in

Le 15 migliori frasi di Vis a Vis

vis a vis

Vis a Vis è una di quelle serie tv che guardi per curiosità, la metti nella tua lista Netflix perché hai letto che tra gli sceneggiatori c’è Álex Pina e, se sei un fan de La Casa de Papel, immagini già che si tratta di uno show che gioca sul buon ritmo e i molti colpi di scena. Quello che ancora non sai è quanto questa serie tv ti coinvolgerà, tenendoti letteralmente incollato allo schermo, episodio dopo episodio. Vis a Vis ha attorno alla sua produzione una storia abbastanza infelice, le prime due stagioni sono state prodotte per Antena 3 e dopo la prematura cancellazione, è stata acquistata da Fox Spagna che ha realizzato la terza e la quarta stagione ma purtroppo bocciato una quinta. Uscita nell’ormai lontano 2015, è rimasta per un po’ di tempo sconosciuta a molti Il vero successo, infatti,  lo ha avuto dopo essere entrata nel catalogo Netflix, piattaforma che ormai sappiamo essere, in molti casi, una garanzia di successo.

Le vicende di questo show partono con Macarena Ferreiro, una giovane donna che, accusata di reati fiscali, deve scontare un periodo di detenzione nella prigione di Cruz Del Sur. Appena entrata in carcere si ritrova al centro di situazioni complicate e quindi a scontrarsi con realtà molto differenti dalla sua, quelle di donne che hanno subito una vita di violenze e abusi e che a loro malgrado sono diventate anche peggio di chi ha fatto loro del male. Persino Maca dopo poco tempo, guardandosi allo specchio, non si riconosce dietro le azioni da lei commessa. Vis a Vis è una serie tv tra il drammatico e il thriller che ci mostra la dura verità sul trattamento delle detenute in carcere, un argomento di cui si è già fatto carico Orange Is the New Black, ma che in questo caso assume toni molto più scuri e mostra un tipo di violenza molto più cruda. Ricca di momenti action, carichi di suspance, Vis a Vis mette in scena un vero scontro tra suoi personaggi, a livello morale e anche fisico, in cui viene fuori il meglio ma anche il peggio di tutte loro. Tra intrighi per la supremazia all’interno del carcere, amori corrisposti e non, storie toccanti e risvolti inaspettati, questo show ha portato sullo schermo donne fantastiche, diversissime tra loro, i cui panni sono stati vestiti da attrici di rilievo come Maggie Civantos, famosa anche per la sua partecipazione a Las chicas del cable, Alba Flores e Najwa Nimri due nomi che conosciamo bene grazie a La Casa de Papel.

Ecco a voi le quindici frasi più belle di questa serie tv

1) “Prima regola del carcere, non si chiedono favori.” – Soledad Núñez

vis a vis

La vita in carcere può essere più dura di quella reale, specialmente per chi, come Maca, è sempre vissuto nel benessere e con una famiglia solida alle spalle. In prigione non c’è nessuno a rimboccarti le coperte prima di andare a dormire e perciò occorre essere forti e andare avanti, vivendo ogni giorno guardandosi sempre le spalle, soprattutto da chi si dimostra troppo gentile e ti offre favori gratuiti. Questa è una delle tante regole che Macarena Ferreiro deve imparare ed è il primo dei tanti consigli che Soledad “Sole” le dà.

2) “È un otto, in Cina è il numero della fortuna e, se funziona in Cina, funzionerà anche qui.” – Yolanda Montenero

vis a vis

Yolanda è la prima persona che si mostra gentile con Macarena, durante la sua prima notte in carcere, essendo sua compagna di cella le tiene la mano per tranquillizzarla e a quel punto le parla del suo tatuaggio, un otto che Yolanda considera un porta fortuna. Pochi minuti dopo però, la donna lascia la mano di Maca e esce dalla cella, in compagnia di un’altra detenuta, per non tornarci più, viene infatti ritrovata priva di vita dopo alcune ore. Una morte con cui Maca non ha niente a che fare, ma che inevitabilmente la coinvolgerà essendo l’ultima persona che l’ha vista in vita e allontanarsi insieme a non una detenuta qualsiasi ma di Zulema Zahir, lo scorpione di Cruz Del Sur. L’assassinio della donna è legato a un segreto che la riguarda e scatena un effetto domino che vede tra i propri tasselli la vita di Macarena e quella delle persone che ama.

3) “Non ho paura della morte, semplicemente io odio non poter vivere come voglio.” – Zulema Zahir

vis a vis

Zulema Zahir è uno dei personaggi cardine di Vis a Vis, una villain estremamente fascinosa, forte e spietata. Velenosa come uno scorpione e pronta a pungere quando meno te lo aspetti. Una donna che dimostra di potersi creare le proprie regole e la propria libertà anche all’interno del carcere, dietro le sbarre. Zulema si serve della sua spiccata intelligenza per inseguire la libertà che tanto desidera e si dimostra pronta a tutto per ottenerla. Un character che anche nel momento peggiore della propria negatività, ci regala lezioni di vita importanti e una serie di frasi iconiche che, come quella citata sopra, contribuiscono a renderla indimenticabile.

4) “La vita va avanti, però io non voglio che vada avanti, voglio che torni indietro.” – Macarena Ferreiro

Vis a Vis

Ed è questo che succede a Maca durante le sua permanenza in carcere, vede la propria vita trasformarsi e prendere vie pericolose, da cui è impossibile ritirarsi. La consapevolezza di non aver più in mano il proprio destino, preso in ostaggio da persone che tirano le fila di un gioco a cui non avrebbe mai immaginato di prendere parte, una partita in cui lei rappresenta una delle pedine più importanti e perciò perennemente a rischio.

5) “Figlia mia, ho sempre cercato di mostrarti la differenza tra ciò che è bene e ciò che è male. E quando si sa che cosa è male, non si resta immobili come un fantoccio, si prende una decisione e si agisce.” – Leopoldo Ferreiro

vis a vis

Con queste parole Leopoldo Ferreiro sprona Maca a reagire mostrare e non lasciarsi mettere i piedi in testa da nessuno, neanche dal più pericoloso degli individui. Lui per primo, dopo aver saputo la situazione pericolosa della figlia, abbandona la maschera da tranquillo pensionato per tornare a essere l’uomo coraggioso e spesso anche troppo impulsivo che è sempre stato. Nelle prime due stagioni di Vis a Vis è stato uno dei personaggi più rivelativi e profondi, insegnando che non c’è cosa più importante della famiglia, sfidando i suoi stessi limiti per tenerla al sicuro.

6) “Ti ammiro, sei passata dall’essere una bambina viziata a un’autentica figlia di puttana.” – Zulema Zahir

vis a vis

 Macarena e Zulema sono due facce opposte della stessa medaglia. Provenienti da due mondi completamente diversi, la prima è una giovane ingenua cresciuta in una famiglia benestante che l’ha sempre fatta sentire coccolata e al sicuro, mentre Zulema, sfuggita a un destino che la vedeva come sposa bambina, cresce in fretta e impara molto presto che al mondo siamo tutti soli e che perciò la cosa più importante è prendersi cura di noi stessi. Non importa chi o cosa ci sia da sacrificare, preservare la propria persona vale di più, persino dell’amore.

7) “Io non ho mai voluto essere buona, però mi è venuta voglia.” – Saray Vargas de Jesús

alba flores

Saray non ha mai pensato di voler essere buona, essendo il braccio destro di Zulema, è la prima a commettere azioni di prepotenza e violenza, spesso commissionate dalla sua superiore. Ma nel corso delle stagioni ha il modo di mostrare le mille sfaccettature del suo carattere che sì è complicato – alcune volte sfiora la pazzia – ma nasconde molte fragilità e una gran voglia di essere amata da qualcuno che la accetti e la rispetti per quella che è. La storia di Saray è una delle più commoventi e profonde di Vis a Vis, che la vede come protagonista di una lenta ma duratura evoluzione che la porta diventare una donna migliore, che sa mettere da parte la propria felicità il benessere di chi ama, come nel caso di Riccia, che dopo svariate peripezie decide di lasciarsela alle spalle e dopo sua figlia, per la quale prende la decisione di affidarla a una giovane coppia, in attesa di poterla riprendere con sé. Se Alba Flores ci ha conquistato con Nairobi (La Casa de Papel), la sua interpretazione anche in questo caso non è da meno, Saray  rimarrà senz’altro nei nostri cuori.

8) “Il carcere ti rende coraggiosa sai?” – La Riccia

rizos

Dietro le parole della Riccia vi è una verità assoluta. Il carcere cambia le persone, le trasforma e lei forse più di tutti lo sa. Le dure prove morali e fisiche a cui va incontro – in molti casi per proteggere Macarena, di cui è follemente innamorata – la spezzano, ma lei trova sempre e comunque il modo di rialzarsi e diventare sempre più coraggiosa.

9) “Io non avrò mai una vita normale, ma il fatto è che non la voglio. Non voglio la vita di tutta questa gente, non voglio un lavoro con dodici mensilità e due buste paga extra. Non voglio un cane con il chip, due figli maschio e femmina, un mutuo per trentotto anni, le vacanze d’agosto e le code per andare al mare. Non voglio bere solo il sabato e una scopata a settimana. Io amo la vita, quella vera.” – Zulema Zahir

zulema

Uno dei monologhi più belli di tutte e quattro le stagioni di Vis a Vis. Un momento di riflessione in cui Zulema, mentre parla, sembra guardarsi allo specchio. L’immagine di una donna libera e selvaggia, minimamente compatibile con quelle che sono le regole per un’esistenza comune, una vita normale in cui lei non vuole ritrovarsi incastrata perché finirebbe come un uccello in gabbia, consapevole di avere un paio di ali che non può usare. Una vera regina egiziana come la chiama Saray, la quale non ha mai smesso di correre verso la propria pace interiore.

10) “A tren’anni mi sono resa conto che sono nata ieri e che la vita vale davvero.” – Macarena Ferreiro

macarena

La vita vale davvero e Maca lo ha capito pagando il prezzo più alto, scontrandosi con la morte più di una volta e aver perso la propria famiglia. Una sofferenza enorme che porta la donna a una maggiore consapevolezza su quali siano le cose veramente importanti e su quanto in fretta l’esistenza di una persona possa mutare o svanire come nebbia al sole.

11) “L’unico momento della vita in cui ho ricevuto gustizia, fu il giorno che mi condannarono. Io ero colpevole, ero colpevole! Non ho mai visto più giustizia, né prima né dopo.” – Soledad Núñez

sole

Il momento in cui Sole da sfogo al suo dolore, una rabbia che riversa sull’assassina dell’uomo che amava, ma che racchiude molto di più, un’ intera esistenza passata a sentirsi colpevole per il trattamento violento che il marito le riservava, lui che la faceva sentire indegna di essere amata e la costringeva a vivere nella paura. Una situazione a cui la donna mette fine con un gesto disperato di cui tuttavia dimostra, anche tramite queste parole, di non essersi mai pentita. anche se sembra paradossale è proprio dietro le sbarre che tutti considerano un vero inferno, lei in qualche modo ottiene la sua giustizia.

12) “Muore solo chi viene dimenticato e me altroché se mi ricorderanno!” – Zulema Zahir

vis a vis

Perché per una donna come Zulema – che forse teme di più un certo tipo di vita che della morte – essere ricordata, lasciare una traccia o un segno di sé su colore che l’hanno conosciuta è fondamentale e del resto non potrebbe essere il contrario.

13) “Amiche con la A maiuscola si contano sulla punta delle dita.” – Antonia Trujillo

vis a vis

Antonia è uno dei quei personaggi che seppur di minor rilievo in Vis a Vis, finiscono per rientrare tra i tuoi preferiti. Una donna dai modi un po’ rozzi che, all’inizio, impariamo a conoscere per le sue battute colorite verso le guardie carceriere di sesso maschile, ma che piano piano si rivela una persona di cuore, limpida e a suo modo sincera. Una grande amica che non esita ad aiutare le proprie compagne nel momento del bisogno.

14) “Sarebbe bello se il mio corpo venisse bruciato tra le fiamme di un falò bello grande, così da farmi arrivare in cielo come una guerriera vichinga.” – Soledad Núñez

vis a vis

Questo è l’ultimo desiderio di Soledad, la donna che è stata un po’ la luce dell’intera serie tv, un punto di riferimento per le altre detenute di cui si è spesso occupata come una madre. E questa, triste, richiesta si consuma tra le fiamme di un fuoco che porta in alto il suo spirito e sancisce anche la fine della rivolta delle detenute. Un momento carico di solennità, in cui tutte esprimono un addio fatto di sguardi, una moltitudine di volti illuminati da quel grande falò che manda le sue scintille verso il cielo notturno.

15) “Mi sembra impossibile che nonostante tutto siamo riuscite a sopravvivere a questo inferno. Forse è per questo che la vita ci ha regalato un posto migliore.” – Teresa González

vis a vis

Il finale di Vis a Vis viene lasciato a “Tere”, un personaggio che avevamo dato per spacciato dalla prima stagione, schiava delle sue debolezze, senza futuro. E invece Teresa ce la fa a sopravvivere al proprio inferno ed è proprio per questo che la vita le regala un’altra possibilità che, questa volta, la dirige verso quella pace interiore che è un po’ la ricerca a cui tutte le protagoniste di questo show hanno perseguito.

Eccoci arrivati alla fine di questo articolo sulle frasi più belle di Vis a Vis, una serie tv che ci ha rapiti e fatto entrare in connessione diretta con i nostri personaggi preferiti. Uno show composto da un cast di donne magistrali dotate di grande professionalità, che hanno saputo usare per raccontarci storie di vita alle volte crdelmente reali. Dopo queste quattro stagioni, attendiamo l’entrata nel catalogo Netflix di Vis a Vis: El Oasis, lo spin off che vede ancora una volta Maggie Civantos e Najwa Nimri vestire i panni di Macarena Ferreiro e Zulema Zahir.

LEGGI ANCHE – Vis a Vis: 10 cose che forse non sapevi

Friends

Friends, Lisa Kudrow rivela: «C’è questa cosa troppo divertente che Jennifer faceva sempre»