in ,

#VenerdìVintage – 25 cose che hai pensato dopo aver guardato l’ultima puntata di Friends

Lo avete seguito in contemporanea dal 1994 al 2004? Lo avete guardato e riguardato? Oppure, l’avete recuperato in due settimane solo nel 2016? Non importa. Friends è una finestra bellissima sulla vita e può essere aperta quando volete e quanto volete. Una sit com di questo tipo ha ispirato tante altre nel corso degli anni. I personaggi con i loro problemi, intrecci amorosi difficili e dubbi sul loro futuro hanno trovato sempre conforto nell’amico e viceversa. Far vedere con qualche risata di sottofondo, in tutti i sensi, che tutto può essere affrontato se non si è soli, è il punto cardine su cui verte questo successo senza tempo.

Friends racchiude in un titolo così breve la potenza dell’amicizia e, perché no, quella dell’amore. “I’ll be there for you” canta la famosa sigla.

Ecco, “Ci sarò lì per te!“. Le dieci stagioni si sono articolate su questo concetto, sulla condivisione. E ci hanno fatto innamorare dei sentimenti, ci hanno ammaliato con la purezza della vera amicizia. E’ stato difficile distaccarsi da Phoebe, Rachel, Monica, Chandler, Joey e Ross. E’ stata la prova che qualcosa di vero può ancora esistere e che non tutto l’oro deve per forza non luccicare. Con la 10×18 si conclude un’era ed è stato straziante avvicinarsi all’idea di una fine. Per cui dal primo minuto l’abbiamo guardata con un groppo in gola che probabilmente si è sfogato in un pianto di gioia misto a tristezza, nell’ultimo secondo.

#1 “Oh mio Dio!” inizia l’ultimo episodio. In stile Janine.

#2 La sigla, adesso piango.

#3Ti sei mai chiesta che cosa è peggio tra sperimentare le doglie o prendersi un calcio dove dico io?!” Ti amo Chandler. Come farò senza di te.

Written by Giuseppina Cataldo

Amo i viaggi (anche quelli mentali), i supereroi, i concerti, i colpi di scena, i tramonti, il mio letto, la pizza. Sono una Bridget Jones amante di apocalissi e fantascienza, per cui non ho paura di sognare in grande.
Sono ubriaca di mio, nonostante sia astemia.
Cambio look spesso, voglio captare ogni sfumatura prima di scegliere quella giusta.
In testa ho la mia isola di Lost personale.
Sono onnivora, nel senso più ampio del termine.
Odio l'ansia.

Jon Snow

I 10 momenti più epici di Game of Thrones

personaggi

Hillary Clinton o Donald Trump? A New Girl l’ardua sentenza