Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 5 Serie Tv cancellate negli ultimi mesi che avrebbero meritato una seconda occasione

5 Serie Tv cancellate negli ultimi mesi che avrebbero meritato una seconda occasione

Ci sono alcune serie tv che durano tanto – anche troppo, se dobbiamo dirla tutta – e altre che invece non arrivano nemmeno a raccontare tutto ciò che avrebbero potuto. Una delle tante è, per esempio, Utopia.

Per un fan delle serie televisive, la cancellazione di uno show seguito è sempre un evento un po’ traumatico. Se ci siamo affezionati ai personaggi o alla trama di una serie, infatti, l’idea di non sapere come potrebbe andare a finire non ci entusiasma affatto. A volte, tuttavia, l’immaginazione è tutto ciò che ci rimane.

Abbiamo parlato spesso di serie televisive che hanno avuto fin troppi episodi, ma anche di quelle che – nonostante la consistente lunghezza – meritano davvero di essere viste (qui abbiamo stilato una lista di 10 serie tv da guardare almeno una volta nella vita). Oggi, invece, vogliamo parlarvi degli show che non hanno avuto modo di essere valutati per bene perché sono stati cancellati davvero troppo velocemente.

1) I Am Not Okay with This

i'm not ok with this

Le premesse di I Am Not Okay with This erano assolutamente positive: già il fatto che fosse creata dal regista di The End of the F***ing World e dai produttori dell’amatissima Stranger Things, infatti, ci aveva entusiasmati abbastanza.

La trama ci raccontava di Sydney, una “noiosa diciassettenne bianca”, che scopre di avere dei poteri particolari che inizia a manifestare all’improvviso. Questi “superpoteri” sembrano prendere il sopravvento in seguito a delle forte emozioni.

Nonostante la serie abbia ricevuto critiche positive e fosse stata rinnovata a luglio 2020 per una seconda stagione, il 21 agosto è stata cancellata a causa delle riduzioni di budget imposte dalla pandemia di Coronavirus.

2) Utopia

Utopia

La serie Utopia ci ha raccontato di un gruppo di ragazzi che si sono conosciuti online e che iniziano stranamente a essere perseguitati da una sorta di organizzazione segreta.

Utopia è appunto il titolo del fumetto che appassiona Ian, Becky, Samantha, Wilson e Grant e che ha permesso loro di conoscersi su Internet. L’organizzazione segreta che li perseguita, tuttavia, ha notato che i cinque ragazzi hanno rintracciato nel fumetto delle teorie cospirazioniste ed è intenzionata a fermare il loro desiderio di “combattere le forze del male”.

Utopia non ha purtroppo ricevuto molte critiche positive e le recensioni, unite probabilmente alle varie cancellazioni dovute alla pandemia attualmente in corso in tutto il mondo, hanno portato alla sua chiusura dopo una sola stagione.

3) The Outsider

The Outsider è una serie di genere mystery crime drama, basata sull’omonimo romanzo del maestro dell’horror Stephen King, che esattamente come Utopia e I Am Not Okay with This non ha avuto modo di mostrare il proprio potenziale.

La trama ci racconta delle investigazioni che hanno avuto inizio in seguito all’omicidio di un ragazzo, che iniziano però a portare a situazioni alquanto particolari a causa di una strana forza soprannaturale che si fa strada nel caso.

Nonostante la cancellazione, la presidente dello studio Elise Henderson ha affermato: “Ringraziamo HBO per l’ottima collaborazione nella prima stagione e per aver contribuito a riunire un pubblico enorme che si è innamorato di The Outsider. Non vediamo l’ora di trovare una nuova casa per questa serie straordinaria”

4) The Order

The Order

La serie di genere paranormale The Order, distribuita sulla piattaforma streaming di Netflix il 7 marzo 2019, è stata cancellata dopo due stagioni e un totale di 20 episodi.

La trama ruota attorno alla vita dello studente universitario Jack Morton, che si unisce alla società segreta e magica chiamata Ordine Ermetico della Rosa Blu, scoprendone alcuni dettagli alquanto particolari e venendo a conoscenza di una battaglia sotterranea tra lupi mannari e le magiche arti oscure.

Quando lo showrunner ha dichiarato a malincuore la cancellazione della serie, ha affermato: “Per due stagioni ho avuto l’onore di lavorare con un incredibile cast ed una grandiosa squadra di lavoro a questa serie di Netflix. Posso dire che è stata una delle mie migliori esperienze in tutta la carriera. Purtroppo non proseguiremo con questo percorso, ma porterò per sempre con me i ricordi e tutti gli oggetti di scena che ho rubato. Grazie a tutti coloro che hanno guardato questa serie”

5) Truth Seekers

truth seekers utopia

La serie horror britannica Truth Seekers, creata da Nick Frost, Simon Pegg, James Serafinowicz e Nat Saunders, è stata rilasciata da Amazon Prime Video il 30 ottobre 2020 ed è già stata cancellata dopo una sola stagione.

Truth Seekers ci racconta del tecnico ingegnere della Smyle, Gus Roberts. L’uomo è appassionato di fenomeni paranormali e le sue indagini sono tutte rivelate nel suo canale YouTube, chiamato appunto “Truth Seekers”. Quando il capo di Gus, Dave, gli affianca un ragazzo appena assunto e che deve essere formato, il protagonista non è particolarmente contento. Dopo poco, tuttavia, i due scopriranno delle passioni comuni e inizieranno a lavorare insieme proprio sulle indagini paranormali.

Non c’è una motivazione ufficiale alla cancellazione di Truth Seekers, ma Frost ha espresso il suo rammarico e il suo disappunto così:

Purtroppo, Truth Seekers non tornerà per una seconda stagione. Truth Seekers non è stato rinnovato, il che è un enorme calcio sui testicoli per me. Abbiamo davvero messo tutto in questo progetto, il nostro cuore e la nostra anima, e il sangue in alcuni casi, quindi non tornare è davvero triste per noi. È un peccato. Avevamo molte altre belle storie di fantasmi da raccontare, che però non sentirà nessuno. Se vi è piaciuta la serie, grazie. Se non vi è piaciuta, Siete felici ora?

Leggi anche: Utopia – Un viaggio che catapulta lo spettatore sul ciglio della fine del mondo