in

Questa cosa degli spoiler ci sta un po’ sfuggendo di mano

serie tv

Spoiler: nella lingua colloquiale, anticipazione di una parte della trama di un racconto, romanzo, film, serie tv o simili, in particolare se data a qualcuno senza preoccuparsi di rovinargli la sorpresa.

Oggi parliamo di un argomento tanto ostico quanto diffuso: lo spoiler. Vogliamo parlarne chiarendo fin da subito cosa sia questa pratica di spoilerare che sta facendo impazzire il mondo da qualche anno. Importante in tal senso, usare come primo metro di analisi, il significato della parola. La definizione della Treccani è in questo caso chiara e concisa, non lascia spazio a fraintendimenti. Ma quanto noi appassionati di serie tv ci siamo fatti travolgere da questa fobia?

Iniziamo con il dire che ci siamo appropriati di questo termine inglese alla fine degli anni ’90, ovvero agli esordi dell’era digitale. Il termine venne usato soprattutto nelle community di appassionati cinefili per indicare newsletter e “informazioni” del prodotto al centro delle discussioni. Spesso e volentieri avveniva nei primi forum dedicati.

serie tv

Tuttavia in quegli anni lo spoiler era solo l’ombra del demone che oggi tormenta migliaia di spettatori, soprattutto in campo seriale. Con il passare del tempo il termine ha preso piede e si è evoluto a tal punto da assumere una connotazione solo ed esclusivamente negativa, arrivando persino a essere causa di litigi e sfuriate pubbliche.

Sebbene non sia una regola ufficiale, lo spoiler è per la maggior parte dei casi da evitare per la netiquette del Web. Tuttavia il pericolo di danneggiare un presunto “effetto sorpresa” si scontra sempre più pericolosamente con una perversa nevrosi dello spettatore, schiavo di questa paura. Recentemente si è arrivati all’inquietante punto di vedere spoiler ovunque.

Per molti è ormai diventata una fissazione tale da non consentire al prossimo nessuna forma di libertà. Di fatto castrando qualsiasi tipo di informazione, dalla più sciocca alla più importante. Inoltre sempre più spesso e volentieri, lo spoiler si è esteso a tal punto da superare ogni barriera temporale. Persino nel caso in cui voi stiate descrivendo qualcosa accaduta molti anni fa, non è raro scatenare ira nel vostro interlocutore.

Game of Thrones 3

Questo fenomeno si è talmente esteso da sviluppare applicazioni che possano proteggere dalla ricezione di anticipazioni (qui ve ne parliamo). O addirittura il mercato si è aperto a favore della fazione opposta, i sadici che fanno dello spoiler il loro gioco perverso (qui per saperne di più). Tutto questo forse ci sta leggermente sfuggendo di mano. A tal proposito è doveroso fare delle piccole premesse.

Per cominciare è regola non scritta che passato un determinato periodo di tempo, lo spoiler perde gran parte del suo valore. Soprattutto se si parla di serie tv cult. Questo accade perché prodotti come Breaking Bad, Lost, o Twin Peaks, sono entrati nella cultura di massa al punto da risultare (quasi) senza filtri. Per fare un parallelismo, un esempio adiacente lo abbiamo in straordinarie saghe cinematografiche come Star Wars o Il Signore degli Anelli.

Se questo con i film però è più facile, con le serie tv è più complesso. Il mercato del piccolo schermo propone opere di interesse mondiale a piccole dosi. In tal senso, una serie tv come Game of Thrones perde parte dell suo valore spoiler addirittura a pochi giorni dal rilascio dell’episodio.

breaking bad

La follia dello spettatore è arrivata persino a urlare allo spoiler, il più delle volte, in contesti non necessari. Alla visione di una foto priva di qualsiasi informazione o nella ripetizione di alcuni avvenimenti già accaduti e che continuano nelle stagioni correnti. Di fatto una non notizia.

Una riflessione in merito è necessaria. Sebbene sia importante godersi le serie tv che amiamo senza nessun tipo di anticipazione, è altrettanto importante rimanere rilassati, senza stressarsi inutilmente. Il mondo del Web, proprio come quello reale, è spietato. Spetta a noi difenderci. Noi stessi siamo la miglior difesa contro gli spoiler e al contempo la giusta medicina al fenomeno. Diventarne schiavi non ci permette più di goderci nulla, rovina il primo reale scopo di ogni serie tv: intrattenere.

L’invito al mondo è quello di fare un passo indietro, o perlomeno tentare. Tornare in quegli anni in cui questo delirio non esisteva e si godeva di ogni film e serie tv con relativa calma. Anche se l’espandersi del Web e nella fattispecie dei social ha ingigantito a dismisura il problema, è importante saper riconoscere il tipo di informazione che abbiamo davanti. Scomporla e analizzarla per comprendere se siamo davanti a un reale spoiler o a una nostra enfatizzazione.

Non lasciamo che lo spoiler ci uccida, uccidiamolo noi.

Leggi anche – Spoiler e serie tv: evitarli sul set di Game of Thrones è davvero impossibile

Written by Enrico Zicari

Non ho nulla di figo e accattivante da scrivere. Sarebbe anche inutile visto e considerato che nessuno legge mai chi scrive gli articoli. Ad ogni modo se vi piacciono le mie idee, seguitemi. Senza giri di parole, qui si parla di serie tv, sintonizzatevi e gustatevi il risultato.

Game of Thrones 8×02 – La nuova canzone dei Florence and the Machine ci ha stregati

#DeliridiSpade 8×01 – La travolgente accoglienza degli Stark e la poltrona Ikea che spaventa Jaime