in

5 Serie Tv rimosse dal catalogo che speriamo tornino presto su Netflix

Dexter 9

Le brutte notizie, si sa, lasciano l’amaro in bocca. Per non parlare del dover fare a meno di qualcuno o qualcosa a cui siamo particolarmente legati. Le serie tv – per molti – rappresentano un “posto sicuro”. In fondo, sappiamo di poterle trovare lì, sulle piattaforme streaming a cui siamo abbonati, ci aspettano dopo una giornata sfiancante o durante un momento libero della giornata. Ma le notizie delle cancellazioni ci colpiscono come un fulmine a ciel sereno e in un attimo ci ritroviamo con la serie del cuore sparita dal catalogo. Di serie tv Netflix che ci hanno sferrato questo colpo basso, purtroppo, ce ne sono tante e ancora oggi non lo abbiamo superato.

Nel caso di alcuni show, più di altri, non abbiamo mai smesso di sperare in un loro ritorno, in un possibile (ri)sbarco sulla piattaforma su cui già un tempo avevano trovato il proprio posto. La speranza è l’ultima a morire e – per questo motivo – oggi a gran voce chiediamo di poter riavere le nostre serie tv Netflix preferite di un tempo per goderci un rewatch da classici divoratori di serie oppure finalmente dare l’occasione a un cult di rientrare a pieno merito nella nostra lista dei titoli visti.

Ecco 5 Serie Tv sia Netflix original che non che vorremmo rivedere nel catalogo:

1) Lost

Partiamo con una di quelle cancellazioni che – ancora oggi – non riusciamo proprio a mandar giù. Lost ha lasciato il catalogo nell’ottobre del 2019 ma noi non abbiamo smesso di sperare. Rinunciare a una serie cult come quella creata da Jeffrey Lieber, J. J. Abrams e Damon Lindelof non è un’opzione contemplabile. Lost – nata nel 2004 – rappresenta una indiscussa pietra miliare della serialità contemporanea, in quanto i suoi meccanismi e strategie narrative sono motivo di ispirazione per i moderni progetti, in cui è possibile intravederne tracce e lasciti.

Per chi non abbia ancora avuto modo di guardarla, ma volesse unirsi alle voci di coloro che sperano nel suo ritorno, eccovi fornito qualche dettaglio ulteriore sulla trama. Un volo partito da Sydney e diretto Los Angeles subisce un grave incidente con conseguente schianto su un’isola deserta. I 48 sopravvissuti allo schianto si ritrovano sperduti su questa terra sconosciuta e si accampano in attesa dei soccorsi che tardano ad arrivare. Intanto, iniziano ad accadere eventi inspiegabili e misteriosi e appare sempre più chiaro che non sono i soli ad essere capitati in quello strano e ambiguo luogo.

L’isola è un luogo arcano, complesso e impenetrabile che sembra avere una vita propria e incarna il centro nevralgico da cui si dipanano gli oscuri segreti che percorrono la serie. La forza centrifuga invece sta nella frammentazione delle storie dei suoi numerosi personaggi, di cui episodio dopo episodio conosciamo passato e caratteri e le cui vite finiscono inesorabilmente per intrecciarsi.

2) Dexter

dexter - Serie Tv Netflix

Fra le serie tv rimosse da Netflix che più ci mancano e di cui attendiamo con impazienza il ritorno vi è Dexter. La serie che ha consacrato Michael C. Hall grazie al ruolo del protagonista “giustiziere della notte“.

La storia ruota attorno ad uno dei personaggi più tenebrosi e impenetrabili che il mondo della serie tv abbia conosciuto. Dexter Morgan – di giorno – è un ematologo del team della polizia scientifica di Miami ma nasconde un lato oscuro, svelato soltanto di notte: è uno spietato e metodico serial killer che agisce giustiziando i criminali sfuggiti alla legge. Custodire un segreto così ingombrante può rivelarsi complicato e rischioso. Mantenere un’apparenza normale capace di non destare sospetti – spesso – si rivela più compromettente del previsto e per questo Dexter mente anche a chi – nel tempo – ha imparato a voler bene, tra cui sua sorella Debra.

In attesa del ritorno della serie – ecco quello che sappiamo sulla nuova stagione in arrivo – speriamo che Netflix ci dia la possibilità di riguardare la serie per rifare il punto della situazione in cui avevamo lasciato i protagonisti o per guardarla e prepararci così all’arrivo del seguito del racconto.

3) Mad Men

Mad Men - Serie Tv Netflix

Parliamo di un’altra indiscussa iconica serie televisiva, questa volta del mondo AMC, che ha fatto storia fino a diventare un vero e proprio cult: Mad Men, creata da Matthew Weiner. È diventata un classico per gli amanti del mondo della pubblicità e non solo che – grazie al racconto – hanno potuto ricostruire le fasi aurorali di un universo così articolato come quello del marketing che oggi più che mai è presente nelle nostre vite.

A contribuire ad alimentare il fascino della storia c’è il carismatico Don Draper, amante dell’Old Fashioned uno dei più famosi cocktail delle serie tv – del fumo e delle donne, perennemente alla ricerca della soluzione pubblicitaria e comunicativa più convincente ed efficace. La Sterling & Cooper, però, conta però anche molte altre importanti figure tra cui Peggy Olson – una intuitiva copywriter oltre che un esempio di intrepida emancipazione femminile – e Pete Campbell, ambizioso e infaticabile account manager.

Mad Men ha il merito di aver avvicinato molti a un mondo di cui spesso si ignorano le dinamiche interne o di cui si conosce poco, scegliendo di raccontare uno scenario fatto di tradizioni, usi e costumi lontani dai nostri. Per questo chiediamo di poterla riavere presto in catalogo, proprio perché merita ancora di essere scoperta e – senza ombra di dubbio – apprezzata in ogni suo accurato dettaglio.

4) Once Upon a Time

Serie Tv Netflix

Un’altra serie tv su Netflix a cui abbiamo detto addio – a malincuore – è Once Upon a Time. Il mondo magico e incantato ci manca e per questo a gran voce protestiamo per il suo ritorno sulla piattaforma streaming.

Per chi non avesse ancora guardato la serie, ecco un assaggio per farsi venir voglia di aspettare il suo ritorno per guardarla. La protagonista Emma Swan riceve la visita di suo figlio Henry Mills, abbandonato da lei anni prima, il quale la conduce nella cittadina di StorybrookeIn questo mondo, vivono tutti i personaggi delle fiabe senza ricordi della precedente realtà che sono stati trasferiti nel mondo reale da un sortilegio lanciato dalla Regina cattiva, Emma dovrà imparare a credere fermamente che le favole sono reali se vorrà essere la Salvatrice di tutti loro e spezzare il sortilegio.

La serie di Edward Kitsis ed Adam Horowitz (creatori di Lost), infatti, cala nel nostro mondo personaggi ed elementi della letteratura occidentale, del folklore e delle leggende e fiabe popolari. Il racconto di Once Upon a Time è comunque qualcosa di fresco e originale. La trama è costruita in maniera minuziosa, in modo da creare una complessa rete di intrecci che rende la storia scorrevole, piacevole, ma soprattutto capace anche di rielaborare in chiave più complessa la morale dei racconti.

5) Sherlock

È stata una delle cancellazioni più difficili da accettare e di questo ne siamo certi. Sherlock – proprio per aver preso parte al catalogo di serie tv Netflix – era riuscita a farsi conoscere e, soprattutto, amare. Merito del protagonista interpretato da un carismatico britannico perfetto per il ruolo come Benedict Cumberbatch, affiancato dal suo Watson, Martin Freeman.

Il più celebre e brillante detective della storia della letteratura, nato dalla penna di Arthur Conan Doyle, ci tiene incollati allo schermo con le sue infallibili intuizioni nella risoluzione di intricati casi, immerso in una Londra contemporanea. Nel mentre, continua la sua eterna sfida con uno dei villain più affascinanti di sempre, il Professor Moriarty (Andrew Scott). Pur avendo scelto di cambiare completamente ambientazione ed epoca per raccontare le avventure del leggendario detective, Sherlock è riuscita nell’impresa – non semplice – di mantenere una certa fedeltà al testo letterario pur innovandone completamente alcuni suoi aspetti costitutivi, creando così un mix esplosivo che funziona alla perfezione.

Proprio perché innovativa, merita di poter essere guardata e apprezzata. La sua collocazione nel catalogo delle serie tv Netflix sarebbe un grandissimo ritorno e potrebbe essere un modo per (ri)scoprirla.

LEGGI ANCHE – Serie Tv Netflix: La vera storia che ha ispirato The Serpent

Scritto da Concetta Moschetta

Sono un’instancabile ambiziosa, scrivere è il mio momento catartico, inoltre ciò che so non mi basta mai. Ho l’abitudine di perdermi in continuazione per poi ritrovarmi nelle pagine di un romanzo, sulla poltrona di un cinema o nel buio della mia stanza con una serie tv.

Bryan Cranston vende la casa ecosostenibile che ha costruito durante Breaking Bad [FOTO]

Xena,

#Venerdì Vintage – 5 Serie Tv Anni 90 che sono invecchiate malissimo