in

10 Serie Tv che avrebbero meritato una miglior campagna pubblicitaria

3) WHITE DEAR PEOPLE

dear white people

Un gruppo di ragazzi neri frequenta una prestigiosa università statunitense dove gli studenti sono quasi tutti bianchi. E ovviamente – purtroppo! – questo comporta tensioni ed episodi di razzismo. A cercare di dare una svolta è Samantha, attivista di colore, che conduce un programma radiofonico universitario chiamato, appunto, White Dear People.

Insomma, le premesse sono più che interessanti, no? Già solo leggendo la trama sembra una Serie Tv che, oltre a svolgere la sua funzione di intrattenimento, potrebbe anche essere educativa, trattando il tema del razzismo con rara delicatezza, ma senza troppo buonismo.

Una Serie Tv, quindi, abbastanza innovativa, che però non ha trovato molto spazio presso il pubblico non per ignoranza o razzismo ma fondamentalmente perché in pochi la conoscono. Io stessa l’ho scoperta per caso, perché me ne hanno parlato delle mie amiche su Facebook, ma prima non ne avevo mai sentito parlare: non ho visto una pubblicità che fosse una, né un trailer in giro, né tantomeno anteprime o una certa aspettativa da parte del pubblico.

Che ancora una volta Netflix abbia sperato che la gente vedesse la Serie solo perché inserita nel suo catalogo?

Written by Olimpia Petruzzella

Tra un'indagine con Sherlock Holmes e un viaggio e l'altro col Dottore, sono anche riuscita a laurearmi in Archeologia (River, grazie ancora per quella dritta... e per avermi presentato Euripide!) e fare un master in sceneggiatura alla Silvio D'Amico. Perché siamo tutti storie, alla fine. Ed è meglio farne una buona, no?

Twin Peaks

Le 7 teorie più assurde fatte su Twin Peaks in questi 25 anni di attesa

Simpson

27 Serie Tv parodiate dai Simpson