Vai al contenuto
Home » Once Upon A Time » 20 segnali per capire che sei ossessionato da Once Upon A Time » Pagina 3

20 segnali per capire che sei ossessionato da Once Upon A Time

#6. Credere che qualunque bambino possa salvare il mondo

Once Upon A TimeQuella peste di Henry ormai ha insinuato nelle vostre menti l’idea che le creaturine innocenti di questo mondo possano salvarci da un’imminente maledizione. Soprattutto i bambini nerd!
Adesso, va bene che si dice che il futuro è nelle mani dei giovani, ma obbiettivamente si sta un pochino esagerando… a noi chi ci calcola più?!
Ricordando anche la figura barbara che Henry ha fatto in quel di Nuova York nell’ultima puntata della quinta stagione (per i masochisti: qui trovate la recensione dell’ultima puntata), possiamo essere certi che per quanto noi siamo fuori a causa di OUAT, c’è chi sta peggio di noi! Con molto rispetto per questo bimbo miracoloso, ma è dalla prima stagione che sprizza follia da tutti i pori e ci sono buone probabilità che l’instabilità mentale e sociale a Storybrooke ce l’abbia portata lui. Tra operazioni cobra, mangusta e sogliola ormai il motore di tutto è lui. Poverino però, non è semplice avere come nonno quell’insensibile uomo che è Mr. Gold. Traumi infantili…
Adesso grazie a questa creaturina che ne fa una e duecento ne sbaglia abbiamo sempre il sentore che un bambino possa risolvere qualsiasi situazione.

#7. Quando stiamo uscendo dalla città in cui viviamo abbiamo quasi paura di non riuscire ad attraversare il confine

Once Upon A TimeSiamo lì lì per oltrepassare la linea, quella linea che ci tiene prigionieri in questa città. La tensione si taglia con un grissino … ehmm… con un coltello!! Siamo lì a pochi centimetri.
Intanto dietro di noi si è formata una fila infinita di macchine che aspetta solo noi e le nostre ossessioni!

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8