in

The Handmaid’s Tale – L’interprete di Luke rivela: «Rimpiango quella scena con Waterford»

The Handmaid's Tale
The Handmaid's Tale

The Handmaid’s Tale è una serie che affronta temi non facili. Tra violenze di ogni tipo, non da ultimo quella psicologica, che arriva allo spettatore dritta in faccia, abusi, apologie dei peggiori ideali al mondo e drammi personali, non si tratta di una serie semplice da vedere.

E nemmeno deve trattarsi di una serie semplice da girare: l’interprete di Luke Bankole, marito di June, protagonista di The Handmaid’s Tale, O-T Fagbenle, ha rivelato di essersi pentito della reazione del suo personaggio a una scena chiave della terza stagione.

Nel corso della terza stagione, June riesce finalmente a liberarsi dell’incubo della coppia Waterford: i due vengono arrestati dalle autorità canadesi e accusati di crimini di guerra. La loro ossessione di riavere indietro la bambina che June ha partorito per loro, Nichole, li ha portati quasi alla follia, rivelando il peggio che la coppia nasconde nell’animo.

The Handmaid's Tale

In quanto rifugiato in Canada e attivista per i diritti umani, nonché nominato tutore di Nichole proprio da June stessa, Luke incontra Fred Waterford dopo il suo arresto. Quello che segue è un confronto adrenalinico, nel quale il comandante cerca di manipolare e piegare la mente di Luke, per convincerlo che sua moglie è ormai cambiata dal regime di Gilead. Luke, d’altro canto, cerca di metterlo davanti alle sue responsabilità, ma fa di più: in un accesso d’ira si scaglia contro Fred, assestandogli un pugno in faccia.

E qui ogni fan di The Handmaid’s Tale si è profuso in applausi scroscianti: uno dei personaggi più violenti, viziosi e infidi della serie, castigato da un uomo mite, distrutto dal dolore, verso cui proviamo una forte empatia. Ma a quanto pare per O-T Fagbenle questo gesto non rientra nella psicologia del personaggio:

Luke non è un personaggio “fisico”: non ce lo vedo, nella realtà, capace di tirare un pugno in faccia a qualcuno. È la mia chiave di lettura personale del personaggio: per me Luke è il tipo moderno, in cardigan, che legge giornali… Il tipo di uomo che incontri in metropolitana! Per quanto mi sia piaciuto farlo, sento che non è ciò che Luke avrebbe fatto davvero.

Nella quarta stagione di The Handmaid’s Tale, rimandata a causa del Coronavirus, potrebbero esserci altri incontri tra Fred e Luke. A rivelarlo Joseph Fiennes, interprete del comandante: chissà, potrebbe essere l’occasione per ristabilire l’immagine di Luke come femminista moderno e non violento.

Leggi anche – The Handmaid’s Tale, Elizabeth Moss dirigerà un episodio della quarta stagione

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

sons of anarchy

Sons of Anarchy: 3 video dal web che faranno bene alla tua nostalgia