Vai al contenuto
Home » News » Modern Family, Sarah Hyland: «Ci sono episodi che non ricordo di aver girato»

Modern Family, Sarah Hyland: «Ci sono episodi che non ricordo di aver girato»

Da diversi anni ormai i fan di Sarah Hyland, famosa per aver interpretato il ruolo di Haley Dunphy nella premiata sitcom Modern Family, sono al corrente del fatto che l’attrice sia nata con una displasia renale (qui potrete trovare altre informazioni sull’attrice). A causa di questa malattia, diagnosticatale all’età di 9 anni, la Hyland ha dovuto subire più di 16 interventi chirurgici, tra cui due trapianti di reni, uno donatole da suo padre quando aveva 21 anni e uno dal fratello dopo che il suo corpo aveva rigettato il primo rene.

Recentemente, Sarah Hyland è stata ospite del podcast Quitters , co-creato da Julie Bowen, ovvero l’attrice che interpreta Claire Dunphy, madre del personaggio della Hyland in Modern Family. In questo contesto l’attrice è ritornata a parlare dei propri problemi di salute, evidenziando in particolare il modo in cui essi hanno avuto impatto sul suo lavoro . Se infatti inizialmente il lavoro era una forma di svago per la Hyland, col tempo la malattia ha iniziato ad influire negativamente sul tempo trascorso sul set di Modern Family:

“Ci sono alcuni episodi di Modern Family che non mi ricordo di aver girato perché ero stanca, stanca morta, ha dichiarato l’attrice.

Un episodio in particolare spicca nella mente della Hyland a causa di quanto poco riesce a ricordare delle riprese. Si tratta di un episodio della terza stagione, Hit and Run (Pirata della strada nella versione italiana):

“Durante l’intero episodio ero addormentata. Non mi ricordo minimamente di averlo girato. Era proprio prima del mio primo trapianto. Devi raggiungere un certo livello di malattia per ricevere un trapianto. Io stavo raggiungendo quel livello di malattia. Non riuscivo a stare sveglia per otto ore di seguito. Ero così esausta tutto il tempo”.

La Hyland ha spiegato che era così distrutta da riuscire rimanere sveglia praticamente solo per la durata della scena, da quando il regista gridava “azione” a quando gridava “taglia”. Inoltre, l’attrice ha detto che inizialmente non avrebbe neppure voluto parlare del proprio trapianto per paura di essere etichettata:

“Non ero affatto pronta a parlarne. Avevo 21 anni. Non volevo essere conosciuta come la ragazzina sul cartone di latte per i trapianti di reni, perché c’è così tanto altro in me.

Alla domanda su come sta ora, Sarah Hyland ha risposto:

Sto bene. Sto bene. Tutto è stabile. Non lascio casa da molto tempo ormai, ma al momento è tutto stabile”.

LEGGI ANCHE – Sarah Hyland contro Ariel Winter