in

Game of Thrones arriva in teatro. L’opera riporterà in vita alcuni personaggi morti

Netflix

Game of Thrones, la serie HBO, sarà pure terminata ma così non si può dire del mondo che la circonda. Dalla fine della sua corsa, il mondo di Game of Thrones ha subito (e sta subendo) diversi arrangiamenti di cui l’ultimo potrebbe portarci dritti al regno di Dorne! E non è l’unico spin-off in arrivo. Con le riprese di House of the Dragon che stanno per iniziare, al momento, questo è il primo progetto che potremmo vedere sul piccolo schermo dalla fine di Game of Thrones. Nessuno dei protagonisti principali comparirà il questi nuovi progetti e quindi la domanda sorge spontanea: che fine hanno fatto gli attori di Game of Thrones?

L’ultima novità di poche ore fa è che Game of Thrones è diretto a Broadway. Un drammatico spettacolo teatrale basato sul mondo fantastico di George R.R. Martin è ora in sviluppo, come The Hollywood Reporter ha appreso in esclusiva.

Lo spettacolo è dei produttori Simon Painter e Tim Lawson (The Illusionists), in collaborazione con Kilburn Live, e sceneggeranno una storia di Martin, che sta lavorando insieme al premiato drammaturgo Duncan MacMillan (1984) e all’acclamato regista Dominic Cooke (The Courier). L’obiettivo del team è di far debuttare le produzioni a New York City, nel West End di Londra e in Australia. Il primo spettacolo è previsto per il 2023.

George R.R. Martin sta sviluppando uno spettacolo teatrale dal vivo che riporterà in vita personaggi preferiti dai fan come Ned Stark e Jaime Lannister, drammatizzando un evento leggendario nella storia di Westeros.

La produzione include un elemento di storia particolarmente unico che dovrebbe essere un’enorme attrazione per i fan: questo progetto segnerà la storia come il primo a far rivivere diversi dei personaggi più amati di Game of Thrones. L’opera, ancora senza titolo, è ambientata durante un momento cruciale della storia di Westeros, Il grande torneo di Harrenhal, una gara che ha avuto luogo solo 16 anni prima degli eventi di Game of Thrones.

Lo spettacolo, per la prima volta, porterà il pubblico dietro le quinte di un evento storico che in precedenza era avvolto nel mistero”, si legge nella descrizione ufficiale dello spettacolo. “Caratterizzato da molti dei personaggi più iconici e noti della serie, la produzione vanterà una storia incentrata sull’amore, la vendetta, la follia e i pericoli di trattare in profezia, nel processo rivelando segreti e bugie che sono stati solo accennati fino ad ora.”

Nella tradizione di Westeros, il Grande Torneo si è tenuto per 10 giorni ed è stato considerato il più grande evento di competizione nella storia di Westeros. Nessun personaggio è stato ancora confermato ufficialmente per lo spettacolo, ma secondo i libri precedentemente pubblicati da Martin, i partecipanti all’evento includevano un giovane e timido Ned Stark, sua sorella ribelle Lyanna, l’adolescente presuntuoso Jaime Lannister, il potente Lord Robert Baratheon, il principe innamorato Rhaegar Targaryen, l’affascinante principe Oberyn Martell e il nobile cavaliere Ser Barristan Selmy, tra molti altri.

Tenete a mente che la linea temporale della saga dei libri è diversa da quella della serie HBO, poiché lo show ha dovuto invecchiare diversi personaggi per assumere attori. Alcuni altri personaggi che potrebbero essere inclusi nello show includono Cersei Lannister, Tywin Lannister, Tyrion Lannister, Littlefinger e Varys. I personaggi più giovani della serie – come Daenerys Targaryen, Jon Snow e Arya Stark – non erano ancora nati. Alla conclusione dell’evento, il principe Rhaegar dichiarò pubblicamente il suo amore per la promessa sposa di Robert, Lyanna Stark – una mossa che portò alla ribellione di Robert e al rovesciamento dei Targaryen.

“I semi della guerra sono spesso piantati in tempi di pace”, ha detto Martin in una dichiarazione. Pochi a Westeros sapevano della carneficina che sarebbe avvenuta quando i nobili e i piccoli abitanti si riunirono ad Harrenhal per vedere i migliori cavalieri del regno sfidarsi in un grande torneo, durante l’Anno della falsa primavera. È un torneo di cui si parla spesso durante Game of Thrones della HBO, e nei miei romanzi, A Song of Ice & Fire… e ora, finalmente, possiamo raccontare l’intera storia… sul palcoscenico”.

Martin ha aggiunto a proposito della produzione di Game of Thrones a Broadway: “Un team incredibile è stato assemblato per raccontare la storia, a partire dai produttori Simon Painter, Tim Lawson e Jonathan Sanford. La loro conoscenza e il loro amore per il mio mondo e i miei personaggi mi hanno colpito fin dall’inizio, e i loro piani per questa produzione mi hanno fatto esplodere fin dalla prima volta che ci siamo incontrati. Dominic Cooke, il nostro regista, è un ex direttore artistico del Royal Court Theatre di Londra, che ha portato i drammi di Shakespeare della Guerra delle Rose in televisione, e il nostro drammaturgo, Duncan Macmillan, ha già adattato George Orwell e Henrik Ibsen, tra gli altri. Lavorare con loro (prima della pandemia, quando potevamo davvero incontrarci) è stato un piacere, e sono ansioso che la nostra collaborazione riprenda. Il nostro sogno è di portare Westeros a Broadway, nel West End, in Australia… e alla fine, su un palco vicino a voi… Dovrebbe essere spettacolare”.

Sarebbe bellissimo far rivivere attraverso il teatro l’opera di Game of Thrones!

Written by Lidia Maltese

In questa timeline sono una serie tv addicted che nel tempo libero finge di essere una studentessa universitaria.

Rocky

Sylvester Stallone annuncia ufficialmente la serie prequel di Rocky