in

Che fine hanno fatto gli attori di Game of Thrones?

Non ha bisogno di presentazioni la serie più famosa e vista di sempre: Game of Thrones. Tratta dal ciclo di romanzi “Le Cronache del ghiaccio e del fuoco” dello scrittore statunitense George R.R. Martin, la lunghissima serie ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo con la forza del racconto, personaggi straordinari e ambientazioni fantastiche.

Proprio questi personaggi, grazie alla bravura degli attori che li hanno interpretati, ci hanno portato a schierarci per le varie casate. Al contrario di quanto si possa pensare non sono in pochi quelli che hanno tifato per la cattiva ma carismatica Cersei o quelli che volevano sul trono la Regina dei Draghi. A distanza di quasi due anni dall’uscita dell’ultimo capitolo della saga iniziamo a sentire la loro mancanza. Dal 2011, infatti, ci avevano regalato una trama ricca di colpi di scena e morti improvvise.

Vediamo dunque che fine hanno fatto gli attori di Game of Thrones

Kit Harington

Game of Thrones

Solo qualche giorno fa il nome dell’attore di Game of Thrones è apparso in tantissimi articoli e tabloid. Il motivo? La nascita del figlio (leggi qui per saperne di più).

Proprio così, l’attore dopo le riprese è convolato a nozze con la collega Rose Leslie (la bruta di cui si innamora nella serie) e i due dopo un periodo di alti e bassi – che hanno visto l’attore in cura per depressione – hanno messo su famiglia. Sul piano attoriale, Kit è diventato ufficialmente membro del Marvel Cinematic Universe. Nello specifico ha lavorato nell’ultima produzione Marvel The Eternals nel ruolo di Black Knight in uscita a novembre 2021.

Da sempre molto riservato sulla sua vita privata, Kit non si presta spesso a interviste e possiamo solo sperare in qualche nuova paparazzata di lui in compagnia della moglie e del figlioletto.

Sophie Turner

Game of Thrones

Anche la giovane sorellastra e regina del nord Sansa Stark ha messo su famiglia. Appena compiuti 25 anni, Sophie può dirsi soddisfatta della strada fatta nel corso degli anni, dopo Game of Thrones si è sposata con Joe Jonas (il cantante dei Jonas Brothers) e insieme hanno avuto una splendida bambina di nome Willa.

Anche Sophie ha continuato la sua carriera svolgendo ruoli che l’hanno aiutata a farsi conoscere anche al di fuori di Game of Thrones. L’abbiamo vista, come Kit, prendere parte alla famiglia Marvel e per la precisione nel film X-Men: Apocalypse e X-Men: Dark Phoenix. L’attrice ha inoltre espresso il desiderio di tornare nei panni del suo ruolo di Jean Grey in una nuova produzione.

L’abbiamo poi vista in altre produzioni cinematografiche e televisive come Survive e Heavy.

Maisie Williams

Game of Thrones

Dopo aver trascorso l’adolescenza sul set di Game of Thrones, oggi Maisie è una giovane attrice decisa a riprendere il controllo del suo tempo.

Iconica per il suo ruolo di Aria Stark, in cui si dimostra coraggiosa e intraprendente, anche nella realtà Maisie si rispecchia molto con il suo personaggio. La ragazza è da poco diventata ambasciatrice per Cartier insieme a Rami Malek e Troye Sivan. Anche la più giovane di casa Stark è riuscita quindi a scrollarsi di dosso il ruolo che l’ha lanciata svolgendo diverse parti in film di tutto spessore come The New Mutants, Two Weeks to Live e The Owners.

Sul piano sentimentale la troviamo felicemente fidanzata con Reuben Selby, i due hanno fatto molto parlare agli Emmy del 2019 in cui hanno sfoggiato un look coordinato e molto interessante.

Emilia Clarke

Game of Thrones

Daenerys Targaryen, “Nata dalla tempesta, la prima del suo nome, Signora dei Sette Regni, protettrice del Regno, principessa di Roccia del Drago, khaleesi del Grande Mare d’Erba, la Non-bruciata, Madre dei Draghi“. Che dire? Abbiamo amato e odiato ogni singola volta in cui si è presentata ma resta uno dei personaggi più iconici di sempre.

Anche la bella regina dalla fine di Game of Thrones di strada ne ha fatta, l’abbiamo vista infatti nel film strappalacrime The Last Christmas e in Murder Manual. Dopo la fine delle riprese ha inoltre fatto dichiarazioni forti in merito al suo stato di salute, confessando di aver avuto due aneurismi cerebrali. Inoltre ha spiegato che il secondo ha quasi rischiato di ucciderla causando la morte di una parte del suo cervello.

L’attrice oggi è in salute e, nonostante il dimagrimento evidente, afferma: “Sono felice di essere qui a vedere la fine di questa storia e l’inizio di qualunque cosa avverrà ora“.

Lena Headey

Al numero di persone non particolarmente contente per il finale di Game of Thrones si può aggiungere il nome di Lena Headey, che aveva manifestato il suo malcontento per il destino di Cersei Lannister nella serie (morta mentre era incinta schiacciata dalle macerie insieme al suo amato Jamie).

Anche Lena dopo aver terminato le riprese si è lanciata in nuovi progetti, dopo lo scarso successo ottenuto dal film The Flood, nel quale ha recitato da protagonista, l’attrice si è lanciata in due film più promettenti ma che a causa della pandemia non hanno ancora una data d’uscita: Twist, libero adattamento del romanzo di Charles Dickens Oliver Twist, nel quale farà la parte della perfida Sikes, e Gunpowder Milkshake, thriller nel quale Lena ha recitato al fianco di Karen Gillan (la Nebula del Marvel Cinematic Universe).

Sul lato sentimentale l’attrice è sposata dal 2018 con l’attore Dan Cadan ed è mamma di due bambini.

Peter Dinklage

Ci siamo innamorati di lui per il suo animo buono, troppo buono per il mondo di Game of Thrones che spesso l’ha sopraffatto.

Sconvolgente risulta dunque il suo ultimo ruolo nel film targato Amazon Prime Video I Care a Lot in cui interpreta uno spietato ex boss della mafia russa chiamato Roman Lunyov. Peter si dimostra quindi un attore completo spaziando tra ruoli molto differenti gli uni dagli altri. Negli ultimi anni ha inoltre prestato la voce a diverse produzioni di animazione.

L’attore è sposato con la fidanzata storica dal 2005 e insieme hanno due bellissimi bambini, più volte è stato paparazzato in loro compagnia regalandoci immagini dolcissime.

Jack Gleeson

Seppur con un ruolo minore, l’attore Jack Gleeson ha interpretato uno dei personaggi destinati a restare nella storia della serie. Joffrey Baratheon è stato in assoluto il più odiato, seguito solo da Ramsay Bolton.

La fine del capitolo ha spinto Jack a riconsiderare la propria carriera avviata a 8 anni. Ha infatti deciso di abbandonare il mondo della recitazione e si è iscritto al Trinity College, completando gli studi nel 2015. L’attore ha affermato che la notorietà televisiva ha stravolto la sua vita non solo positivamente, ed è per questo che ha deciso di fare un passo indietro.

Con il tempo ha ripreso a recitare a teatro e per ora il cinema è un lontano ricordo (purtroppo). A Dublino ha fondato la “Collapsing Horse” insieme ad altri giovani del club teatrale del Trinity College. 

Nikolaj Coster-Waldau

Il suo personaggio è Jaime Lannister, lo “Sterminatore di Re”, l’affascinante succube fratello (compagno) di Cersei. Nikolaj Coster-Waldau ha smesso da tempo però di essere soltanto Jaime e negli ultimi anni lo abbiamo visto in ruoli piuttosto vari come nel discusso Gods of Egypt. Dopo aver chiuso la sua quasi decennale esperienza con Game of Thrones, è uscito nelle sale cinematografiche di tutto il mondo con il film danese diretto dal maestro Brian De Palma Domino, in cui ha vestito i panni del protagonista oltre che di produttore. Inoltre ha preso parte al network FX per uno dei ruoli principali in Gone Hollywood.

Nikolaj, come il collega Peter Dinklage, è sposato con la compagna di lunga data (dal 1997) Nukaaka Coster e hanno due figlie adolescenti che spesso vediamo in dolcissime foto su Instagram.

Gwendoline Christie

In Game of Thrones Gwendoline ha interpretato Brienne di Tarth, una guerriera incredibilmente forte, indomita e coraggiosa

Gwendoline dal 2018 è tra i doppiatori della serie televisiva animata Star Wars Resistance, dando la voce nelle prime due stagioni al personaggio già interpretato sempre dal lei nei film cinematografici: il Capitano Phasma. Ha poi recitato nel ruolo di Jane Murdstone nella pellicola The Personal History of David Copperfield (diretta da Armando Iannucci), basata sul romanzo David Copperfield di Charles Dickens, uscita a inizio 2020.

Amati o disprezzati, gli attori di Game of Thrones sono stati parte della nostra vita per lungo tempo, ci siamo immedesimati in loro, abbiamo tifato per le casate, pianto per le morti improvvise e crude. La malinconia è così forte che diversi di noi hanno già fatto l’ennesimo rewatch e nell’attesa dello spin-off non ci resta che ricercarli nelle loro nuove produzioni.

LEGGI ANCHE: Game of Thrones –Emilia Clarke spiega la questione capelli: «Ho dovuto tagliarli tutti come DiCaprio»

Scritto da Maria Virginia Destefano

Potrei scrivere la solita bibliografia, nome, età, luogo. Ma temo che queste informazioni siano riduttive e alquanto superflue in confronto al mondo che c'è dentro la mia testa. Amo scrivere, amo leggere, se guardate un film o una serie tv con me aspettatevi ogni tipo di commento e di osservazione, la mia visione non sarà mai passiva. La regia è il mio sogno, le luci, le inquadrature. Il piano sequenza è un'arma a doppio taglio, è un'arte, ma come tale non tutti la sanno sfruttare. C'è chi non ha hobby, io ne ho troppi e la scrittura e il videomaking fanno parte di questi.

Netflix

7 Anime presenti su Netflix che dovremmo assolutamente vedere tutti

Little Fires Everywhere

Perché dovreste assolutamente vedere Little Fires Everywhere