in

Britney vs Spears: Netflix rilascia il TRAILER ESTESO del documentario su Britney Spears

Britney Spears
Britney Spears

La piattaforma streaming Netflix ha rilasciato il trailer del loro nuovo documentario Britney vs Spears, che fa un tuffo profondo nella famigerata tutela di Britney Spears (nella giornata di ieri aveva rilasciato online un teaser trailer a riguardo). La pop star è sotto tutela di suo padre dal 2008, Jamie Spears, che ha preso il controllo legale della maggior parte della sua vita e delle sue finanze. Nel 2019, il mondo ha finalmente capito la gravità della situazione quando un podcast incentrato sulla Spears chiamato Britney’s Gram ha rilasciato un messaggio vocale da una fonte che affermava di essere un ex membro del team legale della famiglia. Gli orribili risultati hanno dato vita al movimento internazionale #FreeBritney.
La conversazione sulla tutela legale dell’artista è esplosa quando Hulu ha pubblicato il documentario The New York Times Presents: Framing Britney Spears (qui potete leggere la nostra recensione). Il film mette in discussione la validità della tutela e il suo ruolo nel sistema legale, mentre racconta il periodo tumultuoso della cantante sotto i riflettori. Fa anche luce sui modi disumani in cui i media trattano le superstar, come la Spears, e il prezzo che questo trattamento ha sulla loro salute mentale. Netflix in seguito aveva annunciato le sue intenzioni di produrre un documentario tutto loro sull’argomento di tendenza.

Britney vs Spears, il documentario targato Netflix sulla vicenda della cantante che ha creato un movimento internazionale

Netflix ha rilasciato il trailer completo di Britney Vs Spears, che arriverà sulla piattaforma il 22 settembre, esattamente una settimana prima che la cantante compaia in tribunale per la sua udienza di tutela. Il trailer si apre con una voce fuori campo della stessa Britney che dice al tribunale superiore di Los Angeles che vuole indietro la sua vita. Un trailer che mostra subito quali argomenti i fan possono aspettarsi di vedere trattati.
La registrazione vocale dell’artista, tratta dalla sua testimonianza del 23 giugno, è ricorrente in tutto il trailer. Nel mezzo ci sono molti scatti dei paparazzi e b-roll dei vari progetti della star, oltre a frasi sonore di entrambi i principali attori e investigatori. Nel complesso, il promo chiarisce che i realizzatori hanno esaminato la storia della vita della Spears e la sua continua ricerca di libertà. Come suggerisce il titolo, Britney Vs Spears, gli spettatori sono pronti a vedere cosa ha portato l’artista ad accusare suo padre di abuso di tutela e il loro prossimo incontro in tribunale.
Potete vedere il trailer qui sotto e il poster ufficiale rilasciato dallo streamer:

Netflix ha lavorato in silenzio al documentario per oltre un anno, con la nominata agli Emmy Erin Lee Carr al timone del progetto. Prodotto anche sotto la sua bandiera Carr Lot Productions in associazione con Story Syndicate, la Spears deve ancora commentare il documentario, ma probabilmente non ne sarà troppo entusiasta. D’altro canto, quando debuttò al pubblico Framing Britney Spears, l’artista non ne fu contenta, dicendosi imbarazzata per ciò che andrò in onda.

Mentre le masse sono saltate sul treno #FreeBritney per mostrare il loro sostegno all’artista, è difficile per molte persone capire tutte le complessità della sua situazione. C’è più di un decennio di drammi da disfare, quindi si spera che Britney vs Spears possa fornire alcune informazioni in più sull’intera faccenda. Sebbene il film non possa ovviamente dare tutte le risposte, il gigante dello streaming ha scelto la data di uscita perfetta: un giorno prima dell’udienza più cruciale di Britney. Gli spettatori non dovranno aspettare a lungo per una vera “parte 2” di questa lunga storia.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Silvia Nunnari

Ho deciso che fra una serie televisiva ed un'altra, sorseggiando vino con Cercei Lannister ed Olivia Pope, di riempire il web con la mia scrittura.

Buffy

Spike, il vampiro che ama anche senza l’anima