in

Le profezie di Game of Thrones che (forse) non conoscete

Game of Thrones

Veniamo adesso alla profezia riguardante Azor Ahai, accennata da Melisandre anche in Game of Thrones:

“Negli antichi libri di Asshai sta scritto che verrà il giorno, dopo la lunga estate, in cui le stelle sanguineranno e il respiro gelido delle tenebre scenderà a incombere sul mondo. In questa ora terribile, un guerriero estrarrà dal fuoco una spada fiammeggiante. Quella spada sarà la Portatrice di luce, la Spada rossa degli eroi, e colui il quale la impugnerà sarà Azor Ahai reincarnato. E di fronte a lui le tenebre fuggiranno. […] É scritto perfettamente nella profezia. Quando la cometa sanguina e le tenebre si radunano, Azor Ahai nascerà di nuovo tra fumo e sale i draghi si risveglieranno fuori dalla pietra.”

Danaerys Targaryen sembra la candidata più probabile per quanto riguarda Azor Ahai rinato. Soddisfa infatti tutte le “condizioni”. Dany ha risvegliato i draghi dalle uova di pietra attraverso il fuoco e il fumo e il sale delle sue lacrime. Inoltre, Dany risveglia i draghi nella prima notte in cui appare la cometa. Dany, come nella Serie di Game of Thrones, non muore bruciata ma rinasce nel senso che esce dalle fiamme come una persona più forte, un leader, che i Dothraki seguiranno.

I draghi potrebbero essere “Portatrice di Luce” perché possono sputare fuoco. E se seguiamo questa ipotesi si viene a creare un parallelismo tra i tre tentativi di Azor Ahai di temprare la lama (altra storia meravigliosa che vi consiglio di recuperare) con i tre tentativi di Dany di far schiudere le uova (prima mettendole su un braciere, la seconda volta quando esce dai suoi sogni di febbre, e infine sulla pira di Drogo). Inoltre, come Azor Ahai, Dany sacrifica il suo sposo per avere la sua arma, e la ottiene togliendola dal fuoco.

Se non Daeny il candidato più probaile a essere Azor Ahai nonché il Principe che fu promesso è Jon Snow ed ecco perché. Quando Jon viene accoltellato, si accorge che la sua ferita è fumante. Inoltre mentre Bowen Marsh lo accoltella piange lacrime salate. Ancora, la stella sanguinante, stemma di Ser Patrik, è l’ultima cosa che vede prima che tutto diventi nero e proprio questa “morte” lo potrebbe portare a rinascere letteralmente o quasi. Ogni volta che Melisandre cerca Azor Ahai nelle fiamme vede solo “neve”.

Oltre ai punti di cui sopra, se pensiamo al fatto che Jon è figlio di Rhaegar e Lyanna (figlio legittimo come scoperto nell’ultimo episodio di Game of Thrones), possiamo concludere che potrebbe essere lui il Principe che fu promesso: infatti, sarebbe figlio del ghiaccio e del fuoco e avrebbe nelle sue vene il sangue di drago.

Questo ci riporta d’altronde alla visione che ha Daeny nella Casa degli Eterni.

Nel lasso di tempo trascorso nella Casa degli Eterni, Dany sente e vede alcune cose. Alcune di queste visioni sono profetiche, alcune sono riflessi del suo passato, altre sono rappresentazioni di un futuro che mai sarà. La maggior parte di quelle che Dany vede enlla Casa nei libri non è assolutamente presente in Game of Thrones e personalmente penso che questa sia una delle più grandi mancanze dello show.  Dato che il testo che segue è abbastanza lungo sarà bene analizzarlo pezzo per pezzo stavolta:

“In una delle stanze, una bellissima donna giaceva nuda sul pavimento, e quattro piccolissimi uomini le stavano addosso da tutte le parti. […] Uno dei nasetti stava pompando la donna in mezzo alle gambe. Un altro le dilaniava i seni, la sua bocca rossa e gocciolante mordeva i capezzoli, addentando, lacerando.”

Questa è comunemente ritenuta la rappresentazione del bellissimo continente del Westeros “torturato” e “violentato” dai quattro re rimanenti che combattono su di esso (Renly è già morto in questo punto della storia).

“Più oltre, Daenerys si ritrovò davanti a un’orribile carneficina. Cadaveri a mucchi giacevano gli uni sugli altri tra tavoli e sedie distrutti, in mezzo a laghi di sangue che andava raggrumandosi. Molti corpi erano mutilati, niente più arti, niente più teste. Mani mozzate si ostinavano a stringere coppe lorde di sangue, mestoli di legno, carne arrostita, fette di pane. Un sontuoso banchetto tramutato in un orrido mattatoio. Su un trono in posizione elevata sedeva un uomo morto. La sua testa era la testa di un lupo. Portava una corona di ferro. In pugno stringeva un cosciotto d’agnello, grottesca distorsione di un vero scettro. Gli occhi del lupo seguirono Dany in una muta, disperata invocazione.”

Questa è chiaramente la descrizione delle Nozze Rosse. L’uomo con la testa di lupo e la corona di ferro è Robb, raffigurato nel modo in cui i Frey hanno cucito la testa di Vento Grigio sul suo corpo.

“Oltre le porte di bronzo si apriva una cavernosa sala di pietra, la più grande che lei avesse mai visto. Dalle pareti incombevano teschi di draghi morti. Su un torreggiante trono irto di protuberanze acuminate, sedeva un vecchio riccamente vestito, dagli occhi neri e dai lunghi capelli grigio argentei. «Lascia che diventi il re di ossa carbonizzate e di carne bruciata» disse l’uomo sul trono a un altro uomo più in basso. «Lascia che diventi il re delle ceneri.»

Questo è Aerys, che comanda a Rossart di bruciare Approdo del Re con l’altofuoco. è la scena che Jaime descrive a Brienne ne “I Fiumi della Guerra”.

“L’uomo aveva gli stessi capelli di suo fratello, (ma era più alto) e i suoi occhi erano neri come ossidiana, non violetti.
«Aegon» disse alla donna che stava allattando un neonato su un grande letto di legno. «Quale nome migliore di questo per un re?»
«Comporrai una canzone per lui?» chiese la donna
«Ha già una canzone» rispose l’uomo «è il principe che venne promesso, e il suo canto è il canto del ghiaccio e del fuoco.»
Sollevò lo sguardo. I suoi occhi incontrarono quelli di Daenerys. Per un fugace momento, parve vederla, là in piedi oltre la porta.
«Deve essercene un altro»fu impossibile dire a chi l’uomo stesse rivolgendosi, se alla donna con il bimbo in braccio o a Dany. «Il drago ha tre teste.»

L’uomo è Rhaegar, la donna è Elia, il bambino Aegon. Sembrerebbe che Rhaegar conosca la profezia del Principe che fu promesso. Questa è la profezia più bella di tutta la saga di Game of Thrones, in cui il passato, il presente e il futuro vengono a coincidere e vengono gettate le basi per le teorie che più da dieci a questa parte alimentano le Cronache.

Game of Thrones

La parte che segue vede l’incontro di Daenerys con gli Eterni, in cui viene ripetuto in maniera ossessiva il numero tre:

“…Madre dei draghi…figlia di tre…tre teste ha il drago…figlia della tempesta”

“Madre di Draghi” si riferisce al fatto che Dany ha risvegliato i suoi tre draghi dalle uova di pietra. “Figlia della tempesta” si riferisce alla tempesta durante la quale è nata Dany. “Figlia di tre” è più misterioso. Può riferirsi al fatto che è “rinata” con i suoi tre draghi, oppure per la ripetizione del numero tre, che ricorre in tutte le profezie seguenti.

“…tre fuochi dovrai accendere… uno per la vita, uno per la morte e uno per l’amore…”

Il primo fuoco è quello acceso da Dany sulla pira funeraria di Drogo, che ha dato vita ai draghi. Il fuoco per la morte potrebbe indicare quello che scatena Drogon contro gli Eterni, uccidendoli. Oppure potrebbe significare il fuoco dei draghi che sarà usato contro gli Estranei. C’è comunque incertezza. Il terzo fuoco è infine “un fuoco per l’amore”. Il significato rimane ancora incerto.

“…tre destrieri dovrai cavalcare… uno per il piacere, uno per il terrore e uno per l’amore…”

Quello cavalcato per il piacere è probabilmente Drogo. Quello per il terrore forse un drago, che sarà temuto dai suoi nemici, oppure una persona che Dany arriverà a temere. Alcuni lettori, infine, ritengono che il destriero per l’amore indica che Dany si innamorerà di Jon Snow, in questo caso non sappiamo se il libro andrà di pari passo con Game of Thrones.

“…tre tradimenti dovrai conoscere… uno per il sangue, uno per l’oro e uno per l’amore…”

Il tradimento per il sangue sembrerebbe quello perpetrato da Mirri Maz Duur, che causa la morte di Rhaego, il figlio di Dany. Gli altri tradimenti non sono ancora accaduti (Jorah infatti non ha accettato oro per il suo tradimento e la motivazione che l’abbia fatto per amore della sua casa non sembra probabile). Se ipotizziamo che Dany si innamorerà di Jon e che vorrà sposarlo, il tradimento per l’amore potrebbe essere quello di Jon, che per amore di Dany “tradisce” il suo giuramento di Guardiano della Notte. Nei libri, Dany sembra essere convinta di aver già subito tutti e tre i tradimenti, anche se la questione è tutt’altro che certa e chiusa.

“Viserys che urla, oro liquefatto scorre giù lungo le sue guance, allagandogli la gola. Un lord dalla pelle bronzea e dai lunghi capelli argentei è in piedi a fianco del vessillo di uno stallone di fuoco, con una città in fiamme dietro di lui. Rubini schizzano via come gocce di sangue dal petto di un principe morente che si accascia nell’acqua, mormorando il nome di una donna. “…Madre dei draghi, figlia della morte…”

“Figlia della morte” suggerisce che queste sono tre morti importanti nella vita di Dany. La prima è quella di Viserys; la seconda persona è Rhaego, o meglio Rhaego come sarebbe stato se fosse vissuto. Il terzo è Rhaegar, che viene ucciso da Robert sul Tridente.

“Scintillante come il tramonto, una spada rossa si solleva nel pugno di un re dagli occhi azzurri che non proietta alcuna ombra. Un vessillo rappresentante un drago garrisce nel vento davanti a folle giubilanti. Da una torre fumante, una grande bestia di pietra dispiega le ali, respirando fiamme di tenebra. “…Madre dei draghi… sterminatrice della menzogna…”

Ancora, “sterminatrice della menzogna” implica che queste sono tre menzogne che Dany proverà essere false. La prima visone mostra Stannis con in pugno Portatrice di Luce. Sembrerebbe che Dany proverà che Stannis non è Azor Ahai rinato. La seconda visione rappresenta il drago di un guitto. Dany spiega a Jorah, in seguito, che è un mostro di stoffa su pali di legno usato nelle rappresentazioni per dare all’eroe qualcosa contro cui combattere. Forse è la guerra che Ditocorto sembra istigare, o uno dei piani di Varys e Illyrio. Infatti, si è scoperto che Varys aveva ricoperto il ruolo di guitto in passato, e Aegon, il figlio di Rhaegar, è stato da lui custodito e addestrato in segreto. Questo farebbe di Aegon il “drago del guitto”.

É quindi possibile che Dany arriverà a svelare la vera identità del pretendente Targaryen, smascherando le sue bugie. Il drago di pietra sembra essere quello che Melisandre vuole che Stannis risvegli; Dany proverà che anche questa è una menzogna.

“La sua cavalla argentea avanza al trotto nell’erba alta, dirigendosi verso un limpido torrente, al cospetto di una prodigiosa volta stellata. Un cadavere in piedi sulla prora di una nave, occhi che brillano nel volto livido, un sorriso triste sulle labbra grigie. Un fiore azzurro nasce da una cavità in una muraglia di ghiaccio, l’aria è piena di fragranza… “Madre dei draghi, sposa del fuoco…”

Anche in questo caso la traduzione italiana è libera, l’originale inglese dice: ‘Bride of death’, letteralmente “sposa della morte”. In ogni caso: “sposa”… sono questi i tre mariti di Dany? La prima scena rappresenta Dany che cavalca verso il torrente dove ha consumato il suo matrimonio con Drogo. Per la seconda alcuni hanno suggerito che si può interpretare “sorriso sulle labbra grigie” come (dall’inglese) gray + joy o Greyjoy; a indicare che Dany inizierà una relazione con Theon o Euron.

La terza visione è una rosa blu che cresce sulla Barriera (la muraglia di ghiaccio). Poiché la rosa blu è il fiore favorito da Lyanna, questo potrebbe indicare che Jon è suo figlio e che Dany si innamorerà di lui. Inoltre se mettiamo in correlazione questo passo con quello dei tre destrieri è possibile che siano descritte le stesse persone.

Si conclude quindi questo avvincente viaggio tra le profezie ed i sogni di “A Song of Ice and Fire” (Game of Thrones), ci sarebbe molto altro da scrivere ma il tempo è tiranno e le pagine di questa pergamena si sono esaurite.

Valar Morghulis.

Leggi anche: Game of Thrones – 7 Serie Tv che hanno scombinato il romanzo d’origine 

Scritto da Serena Faro

Ho attraversato gli oceani del tempo a bordo del TARDIS, ho viaggiato in macchina con Sam e Dean a caccia di mostri, sono arrivata tardi ad un matrimonio a Westeros (meno male) così mi sono diretta a Storybrooke per poi salpare con il capitano Flint. Ho visitato la Londra dei "penny dreadfuls" e la New York dei "mad men". Mi sono ritrovata su un'isola un po' particolare, in attesa di una nuova avventura.

Ecco di quali psicopatologie soffrono i personaggi di Grey’s Anatomy

How I Met Your Mother

10 motivi per odiare Lily Aldrin