in

I 7 momenti più assurdi dell’ultima puntata di Game of Thrones

Game of Thrones 8

Spoiler alert: non proseguite con la lettura se non siete in pari con la visione di Game of Thrones 8.

George R.R. Martin nell’introduzione dei suoi libri scrive: il diavolo risiede nei dettagli, pronto a mordere se non si presta attenzione. Sappiamo che la serie è ispirata alla sua produzione – non si parla di trasposizione fedele – e che di certo le differenze a livello narrativo non sono nate quando il materiale si era esaurito, ma ben prima. Tuttavia quello che ha segnato in negativo le sorti della serie è stata la fretta di concludere Game of Thrones 8, trascurando troppi dettagli, gli stessi che originariamente avevano fatto la differenza tra questa produzione fantasy e tutte le altre.

Nell’ultimo episodio di Game of Thrones 8, l’impressione generale è che si siano presi alcuni momenti iconici della serie per farne una replica stantia e malriuscita. Prendiamo ad esempio Tyrion: viene detto più volte che non è più lo stesso di una volta. Intendiamoci, chiaramente ha subìto un’evoluzione e questo è auspicabile dal punto di vista narrativo, per quanto possa non piacere il suo ottenebramento improvviso. Ma i discorsi che fa a Jon e ai potenti di Westeros sembrano solo pallide imitazioni del passato, senza contare le battute riciclate. Questo agli occhi di un appassionato della serie non passa inosservato.

Glisseremo sulle bottiglie d’acqua e sulle scene banalmente realizzate (come l’omicidio di Daenerys e il suo trapasso avvenuto in due centesimi di secondo) per concentrarci su altro. Cominciamo quindi la carrellata dei 7 momenti più assurdi del finale di serie!

1) Se cade il mondo allora (non) ci spostiamo

Game of Thrones 8

Tyrion, sconvolto dagli orrori del massacro appena compiuto, si dirige nei sotterranei della Fortezza Rossa verso il passaggio indicato al fratello. La cosa che colpisce è che solo la zona in cui era presente la coppia incestuosa sembra essere stata colpita pesantemente dal crollo: bastava fare due passi più in là per salvarsi. Siccome il mondo di Westeros è piccolo e gli incontri fortuiti una garanzia di questa stagione, ecco che casualmente spunta – proprio in cima – la mano dorata di Jaime. Ma il suo cadavere come quello di Cersei dovrebbero essere sepolti dalle macerie, non certo in cima con appena due sassolini a ricoprirli.

Written by Francesca R. D'Alessio

Sono un miscuglio di elementi eterogenei, per lo più malamente assortiti.
Se vuoi segnalarmi una particolare serie tv o semplicemente parlare di teorie, contattami pure!

https://www.instagram.com/_frd_/

Jamie Lannister

Game of Thrones – Il finale che Jaime Lannister non meritava

Netflix

Tutte le novità in arrivo su Netflix a giugno!