in

Le 19 (+1) citazioni più memorabili di Eleven

  1. Dottore: Clara qualche volta mi chiede se sogno. “Certamente,” le dico, “Tutti sognano”. “Ma tu cosa sogni?” chiederà. “la stessa cosa che sognano tutti,” le risponderò “sogno dove sto andando” Lei ride sempre di questo. “Ma tu non stai andando da nessuna parte. Stai solo vagando”. Questo non è vero. Non più. Ho una nuova destinazione. Il mio viaggio è il vostro stesso. Lo stesso di tutti. Mi ci sono voluti così tanti anni, così tante vite, ma, alla fine, so dove sto andando, dove sono sempre stato diretto: a casa.
    [speciale The Day Of The Doctor]

Eleven

A conclusione di quello che, a mio parere, è uno degli episodi migliori di Doctor Who, Eleven ci regala un’altra perla di saggezza. Ormai l’avrete capito no? Lui è quello dei discorsi profondi che ti lasciano sempre qualcosa. E questo ne è, ancora una volta, la dimostrazione. Eleven ha finalmente scoperto il senso del suo viaggiare, la sua meta. Tutte le strade portano a Roma, si dice. Ma nel suo caso, tutte le strade portano a casa.

  1. Scompare tutto, vero? Tutto ciò che sei scompare in un attimo come il respiro su uno specchio. Da un momento all’altro arriverà lui, il Dottore. Sì, io sono il Dottore e lo sarò sempre. Ma i tempi cambiano e io devo fare altrettanto. La prima faccia hce questa faccia ha visto. Cambiamo tutti, se ci pensi bene. Siamo tutte persone diverse nel corso delle nostre vite, e va bene così, ottimo, bisogna continuare ad evolversi. L’importante è ricordare tutte le persone che sei stato. Non dimenticherò neanche un istante di tutto questo. Neanche un giorno.Lo giuro. Ricorderò sempre quando il Dottore ero io. [The Time of The Doctor]

Eleven

Come ultima citazione, non potevo non mettere le ultime parole di Eleven, le ultime che decide di regalarci.
Ancora una volta dimostra la sua infinita saggezza accettando la sua rigenerazione, ma non solo, spiegando anche a noi (per cui è una sofferenza ogni santa volta) che dobbiamo accettare che nella nostra vita saremo diversi in ogni minuto. Non possiamo fossilizzarci ed essere sempre le stesse persone, dobbiamo cambiare. Ma dobbiamo anche ricordare chi siamo stati, perché tutta la nostra vita sia parte di noi, alla fine.

Written by Lucilla Incarbone

Correntemente studiosa di Scienze del Servizio Sociale, Cattolica, Milano con una straordinaria tendenza ad iniziare Serie Tv in sessione di esami. Leggo, guardo film, mangio Pop Corn, sono una tipa da una stagione al giorno, altro che un episodio alla settimana.
E scrivo, perché tenere tutti i deliri nella testa non fa mai bene e magari possono interessare a qualcuno.
Insomma, avrei potuto avere una vita sociale.
Ma ho scelto le Serie Tv, may the force be with me.

scianel

#SeriousMoments – Il vibratore di Scianel

House of Cards tra finzione e realtà