Vai al contenuto
Home » Dark » Come non perdersi nell’albero genealogico dei 5 personaggi principali di Dark

Come non perdersi nell’albero genealogico dei 5 personaggi principali di Dark

Resa celebre anche dalla sua trama complicata e spesso causa di forti emicranie, Dark ha costruito l’intero script su un curatissimo albero genealogico (qui puoi trovare la soluzione definitiva a tutti i tuoi dubbi).

Come ben sapranno gli spettatori che l’hanno amata, “tutto è collegato” e “l’inizio è la fine”. Questi indizi, seppur difficili da comprendere nella prima stagione, sono la base per capire e stare al passo con i collegamenti tra le famiglie e i personaggi, che con l’avanzare delle puntate aggiungono piccoli tasselli che talvolta richiedono anche l’utilizzo di appunti da parte dello spettatore. Oggi vi vogliamo aiutare fornendovi la base per fare un rewatch (o anche guardare per la prima volta) la serie tv più intrippante degli ultimi anni. Per quanto non sia corretto separare gli alberi genealogici, in quanto appunto “tutto è collegato”, riteniamo che quanto segue sia un buon punto di partenza per capirci qualcosa in più.

Ecco gli alberi genealogici dei 5 personaggi principali di Dark.

1) L’albero di Martha

dark

Una delle protagoniste indiscusse e più apprezzate dai fan è sicuramente Martha. Proviamo a rivedere il suo albero genealogico.

Martha nasce da Katharina e Ulrich Nielsen, ufficiale di polizia di Winden, che a sua volta è figlio di Tronte Nielsen e fratello di Mads, scomparso e ucciso nel 1986. Martha ha due fratelli: Magnus e Mikkel (di lui parleremo dopo).

Martha a sua volta ha un ruolo molto importante, in quanto rappresenta insieme con Jonas l’unica possibilità per “rompere” il ciclo e spezzare il cortocircuito creato tempo prima da Tannhaus che li ha intrappolati in un loop temporale e spaziale senza apparente via di fuga.

L’albero si amplia quando scopriamo che Adam ed Eva (Jonas e Martha) avranno un figlio-paradosso, e ci convinciamo che sia proprio lui l’origine di tutto. Ovviamente sarà sul finale che ci renderemo conto che non è così (quanti di voi l’avevano capito?).

2) L’albero di Jonas

dark

Se parliamo di Dark non possiamo non pensare al suo protagonista, Jonas, e alla triste vita e scomparsa a cui è destinato.

Jonas è l’unico figlio di Michael e Hannah. Michael altro non è che il piccolo Mikkel che, tornato indietro nel tempo quando era solo un bambino, ha conosciuto una giovane Hannah. Quest’ultima a sua volta, dopo una relazione clandestina con Ulrich, torna indietro nel passato per vendicarsi e conosce Egon Tiedemann (padre di Claudia, madre di Regina. Ci siete vero?), con il quale ha una figlia, Silja, che a sua volta avrà un figlio con Bartosz: Hanno Tauber (Noah).

Ma torniamo a Jonas, che come già detto ha una cotta da subito per Martha, la quale però è in realtà sua zia (lui è figlio del fratello di Martha).

Infine, l’ultimo tassello è Ines Kahnwald: infermiera in pensione, nonna acquisita di Jonas, che sembra dare il via a tutto il ciclo. Ma anche in questo caso sappiamo che non è realmente così: un vero inizio non esiste.

3) L’albero di Elisabeth

Forse la parentela più assurda di Dark è quella che vede coinvolte Elisabeth e Charlotte. Ma andiamo per gradi.

Elisabeth è una dolcissima bambina sordomuta, sorella di Franziska e figlia di Peter e Charlotte Doppler. Charlotte a sua volta scopriamo essere la figlia di Noah (Hanno) e Elisabeth. Proprio così, è al tempo stesso madre e figlia di sua figlia. Ma come è possibile tutto ciò?

Elisabeth, durante l’apocalisse, rimane da sola e conosce un giovane Noah, insieme tornano indietro nel tempo e hanno una figlia: Charlotte, che viene rapita da Claudia e dalla versione di se stessa adulta, venendo poi affidata a Tannahaus cresce e incontra Peter.

Il padre di Elisabeth, Peter, è figlio di Helge Dopler, uno dei personaggi più inquietanti e ambigui di sempre. Infatti non scopriremo mai con chi ha avuto Peter (voi cosa ne pensate? Potrebbe essere Ulla Schmidt?)

4) L’albero di Regina

Regina è forse uno dei personaggi più sottovalutati di Dark.

Se pensiamo all’infinita squadra di persone che compongono la serie tv, non ci fermiamo a riflettere sicuramente su questa donna, che di fatto però è forse tra i personaggi più interessanti e intricati di sempre, nonché la chiave per la risoluzione finale.

Regina è figlia di Claudia, prima direttrice donna della centrale nucleare, che a sua volta è figlia di Egon (lo stesso con cui Hannah avrà un figlio) e Doris (che se la spassa in segreto con la mamma di Tronte). Regina è poi moglie di Aleksander Tiedemann, che in realtà ha rubato l’identità al fratello del nuovo commissario.

Regina è poi madre di Bartosz, che come abbiamo già visto avrà un figlio con Silja: Hanno\Noah, padre di Charlotte e marito di Elisabeth (ed ecco che il puzzle prende forma).

Regina, così come sua madre, ci racconta la storia di una donna molto forte, con un’infanzia difficile, vittima di bullismo e spesso denigrata dalla madre.

5) L’albero di Tannhaus

dark

L’ultimo albero genealogico che è necessario spiegare è quello relativo a colui che ha dato realmente inizio a tutto: Tannhaus.

Tannhaus è il pronipote di Henrich, Gustav e Friedrich Tannhaus, è un orologiaio di Winden nonché l’autore del libro “Viaggio Nel Tempo”. Tannhaus costruisce una macchina del tempo nel 1986 per cercare di salvare la vita al figlio Marek, alla nuora Sonja e alla nipotina, rimasti uccisi in un incidente a seguito di un litigio.

Essendo colui che ha dato inizio (e fine) a tutto, non ha subito le conseguenze di “miscugli” di parentela, ma è proprio a causa dell’amore incondizionato verso la sua famiglia che dà il via agli eventi apparentemente inspiegabili a cui assistiamo.

La realtà dei fatti

Infine possiamo fare un breve recap di quanto accade sul finale e soprattutto del vero e definitivo albero genealogico non intaccato dai viaggi temporali.

Peter Doppler e Benni: nel mondo originario, Peter e Benni sono una coppia e sono felicemente uniti.

Katharina Albers: nel mondo originario, Katharina non è legata ad Ulrich, non essendo mai esistiti Jonas e Martha, i quali generarono lo Sconosciuto che a sua volta unendosi ad Agnes ebbe Tronte.

Regina Tiedemann: nel mondo originario, Regina non è affetta dal tumore al seno e sembra felice e sorridente.

Ora è tutto più chiaro. Più o meno.

LEGGI ANCHE: Dark – 5 Serie Tv da guardare su Netflix e Amazon Prime Video se ti manca