in

5 star della NBA che hanno recitato in una Serie Tv

sons of anarchy star nba serie tv

L’NBA è un fenomeno mediatico di proporzioni globali, che trascende il basket stesso. Tutto ciò che ruota attorno a questo movimento, dal merchandising ai diritti televisivi, è una macchina da soldi pazzesca. E i principali artefici di quella che è la lega professionistica più prestigiosa al mondo sono loro, gli atleti, veri showmen dentro e fuori dal campo. La NBA infatti non può essere considerata solo “sport”. Lo è, semmai, nella stessa misura in cui è “entertainment”.

Pertanto c’è un filo diretto che la collega al mondo audiovisivo, sia che si tratti di cinema che di serie tv. Soltanto all’inizio di quest’anno Kobe Bryant ha addirittura vinto un Oscar (come se non bastassero 5 anelli e un altro migliaio di trofei conquistati nella sua immensa carriera sportiva) con la sua lettera d’addio al basket tramutata in un corto animato. Ma per individuare il momento che ha segnato l’apice di questo legame tra i due mondi bisogna tornare al 1997, quando i Looney Tunes giocarono a basket con Michael Jordan in Space Jam.

Ecco, proprio lui, MJ, ha cambiato per sempre il modo di concepire il basket e l’NBA. E infatti non poteva non essere incluso in questo elenco. Ma se il suo è annoverabile come un tipico cameo in una sit-com, non sempre le star del basket si sono limitate a quello nelle loro comparse televisive. In Sons of Anarchy, per esempio, il cameo ha assunto i contorni drammatici. E c’è anche chi ha proprio intrapreso la carriera di attore dopo aver appeso gli scarpini al chiodo. Ma procediamo con ordine e andiamo a vedere nel dettaglio le 5 star NBA che hanno recitato in una serie tv.

1. MICHAEL JORDAN – TUTTO IN FAMIGLIA

Abbiamo già citato l’indimenticabile partita al fianco di Bugs Bunny e Taz (senza dimenticare Bill Murray, miglior sesto uomo della storia) contro i Monstars. Ma se Space Jam ha sdoganato il legame tra cinema e basket, senza dubbio un’altra epica partecipazione di Michael Jordan ha dato il la al sodalizio tra NBA e serie tv. L’occasione ci è data da una delle sit-com che più amavamo ai tempi: Tutto in famiglia.

Le prime due puntate della quinta stagione (Viaggio a Las Vegas parte 1 e parte 2) vedono Michael Kyle vincitore del concorso “La partita dei tuoi sogni” il cui premio consiste proprio nello sfidare il numero 23. Come al solito, l’ipercompetitivo capofamiglia interpretato da Damon Wayans, trasforma tutto in un’ossessione e renderà un inferno il soggiorno alla sua famiglia. Fino allo scontro con Michael Jordan, che gli impartirà una lezione tecnica e morale. Se non altro, Michael (Kyle) può vantare la soddisfazione di urlargli in faccia dopo un canestro. Un cameo epico, anche senza contorni drammatici come nei casi di Sons of Anarchy o Oz che vedremo in seguito.

Written by Vincenzo Di Somma

Il mio primo incontro con le serie TV avviene in tenera età quando scopro X-Files. Da lì nascono le mie tre domande esistenziali: siamo soli nell'universo? Diventerò mai figo come Duchovny? Smetterò di avere paura della sigla? Oggi come allora le risposte sono no, no e no.

The Big Bang Theory

10 attori delle Serie Tv che sono nati per interpretare QUELLA parte

Quella volta che Terry O’Quinn stava per uccidere Matthew Fox