in

7 curiosità su Jason Bateman, il grande padre di famiglia delle Serie Tv

Jason Bateman

Spalle larghe, modi garbati, faccia da bravo ragazzo. Questo è Jason Bateman, attore, regista, produttore e doppiatore americano. Di recente lo abbiamo visto riciclare denaro sporco per un cartello messicano della droga nella serie Netflix Ozark, ma la sua carriera era praticamente già decollata negli anni Ottanta. Figlio dello sceneggiatore e regista televisivo Kent Bateman, Jason ha debuttato giovanissimo nella serie tv La casa nella prateria, dove interpretava il ruolo di James Cooper Inglass, un ragazzino orfano con le lentiggini e il caschetto. Negli anni Novanta, poco più che maggiorenne, è diventato l’idolo delle teenager, vestendo i panni del ribelle David Hogan ne La famiglia Hogan. Ma questo è solo l’inizio di una carriera che è poi sbocciata tra piccolo e grande schermo, con numerose parti che lo hanno reso un volto noto del mondo dello spettacolo.

Jason Bateman è diventato un’icona della commedia leggera americana.

Con il suo atteggiamento ironico, ma allo stesso tempo responsabile, è stato protagonista della serie tv Arrested Development – Ti presento i miei e di film come Horrible Bosses, Cambio vita e Due cuori e una provetta, tanto per citarne alcuni. L’attore americano ha assunto per il pubblico la fisionomia del grande padre di famiglia, dell’uomo qualunque, del personaggio che quasi passa inosservato. Comico e allo stesso tempo dotato di buonsenso, equilibrato e mansueto, Jason Bateman è l’amico responsabile che tutti noi vorremmo avere accanto nelle situazioni più tragicomiche della nostra vita.

Ma scopriamo chi è davvero il protagonista di Ozark attraverso queste sette curiosità.

1) Non ha mai finito il liceo

jason bateman

Lo ha ammesso in un’intervista al Wired Magazine qualche anno fa. Jason Bateman non ha mai conseguito il diploma liceale perché impegnato a chiudere le riprese di Teen Wolf Too. Il suo esordio precoce – aveva dodici anni quando fu ingaggiato per il cast di La casa nella prateria – gli ha permesso di accantonare il percorso scolastico per dedicarsi completamente alle luci delle telecamere.

Written by Serena Verrecchia

Esistono milioni di storie al mondo, preziose e inimitabili. Il nostro compito è solo quello di scovarle, portarle in superficie e imparare ad amarle.
Scrivo di serie tv per un insopprimibile desiderio di bellezza, perché nelle storie, specie in quelle belle, ho trovato il mondo che vorrei.

twin peaks

Twin Peaks, Kyle MacLachlan è pronto a tornare sul set: «Potrei interpretare Cooper ogni giorno»

migliori revival serie tv

I 5 revival meglio riusciti nella storia delle Serie Tv