in

10 differenze tra la vita invernale ed estiva di un Serie Tv addicted

Gilmore Girls Serie Tv
Gilmore Girls Serie Tv

L’estate è arrivata (lo stesso non si potrebbe dire di Westeros) e così è tempo di sole, caldo, gite, mare, vita sociale. No, scherzo. È tempo che il TV series addicted abbandoni le sue abitudini invernali e si immerga nello spirito estivo.

Estate è vacanze, tempo libero; lo è in particolar modo per gli studenti, che siano liceali o universitari reduci della sessione estiva.
Il palinsesto estivo delle emittenti è completamente diverso da quello invernale, ciò comporta di conseguenza un cambiamento drastico per un addicted, il quale deve riadattare le sue abitudini sia alla programmazione, sia al clima e al tempo che si ritrova tra le mani.
L’estate apre le porte a nuovissime ed entusiasmanti opportunità per l’addicted, ma per capirlo bisogna guardare oltre la povertà di serie TV in onda e la fine della propria serie preferita, per la cui pausa ci disperiamo.

Abbiamo quindi anticipato delle sostanziali differenze tra la vita e la routine telefilmica invernale di un addicted e quella estiva. Vediamo quali sono.

 

# 1. Il clima

Addicted

Se in inverno l’assetto strategico dell’addicted prevede una stanza ben sigillata, il riscaldamento in modalità scioglimento dell’artico, sette strati di coperte di lana, il gatto costretto con la forza a fare da scalda-piedi, il computer incandescente per le ore di attività e streaming sulla pancia ed il baffo di cioccolata calda rinsecchita, in estate la situazione si ribalta completamente.
Purtroppo prevede sempre un abuso di energia elettrica per alimentare i quattordici ventilatori che l’addicted si punta addosso per ovviare il calore emanato dal computer surriscaldato; inoltre l’addicted sarà anche spoglio di qualsiasi vestito e cercherà qualche modo per levitare per non fondersi col divano o con la sedia in modo da potersi godere la puntata senza fastidi e distrazioni mentre ingurgita una quantità industriale di gelato.

 

# 2. L’anarchia

Addicted

Se l’addicted durante la stagione autunno/inverno possiede un calendario esclusivamente dedicato alla programmazione delle serie TV che segue in contemporanea, in estate perde la sua diligenza e cura certosina nella pianificazione per darsi alla visione selvaggia e sregolata delle serie TV. In parte questo stato anarchico è da imputare alla pausa della maggior parte delle serie che segue ed in parte alla ribellione che sente dentro di sé e che gli dice di fregarsene, ché tanto ora ha tempo per guardarsi tutto quello che vuole.

Written by Veronica De Simone

Studentessa universitaria in perenne attesa di una nuova stagione di Sherlock e con una sindrome da stress post-Breaking Bad.
La mia aspirazione per il futuro è lavorare nella pubblicità (con una sigaretta ed un bicchiere di Whisky à la Don Draper). Per gli amici sono quella che ama i Pink Floyd e la pizza.

Mayans Mc, tutto sullo spin-off di Sons of Anarchy!

Sheldon

I 10 modi migliori per approcciarsi ad una nuova Serie Tv