Succession

Voto 9/10
Genere: dramedy - Stagioni: 2 - in corso
Durata Media Episodio: 60 minuti
Ideatore/Creatore della Serie: Jesse Armstrong
Data di uscita: 3 Giugno 2018
Trailer
Trama
Un uomo, una famiglia - una grande famiglia - e i suoi mille problemi. Logan Roy è un signore anziano padre di quattro figli, tutti ottenuti in matrimoni già finiti. Si sposa così per la terza volta. La fortunata si chiama Marcia ed è una donna davvero eccezionale. Sa fare tutto, in primis prendersi cura del compagno nonchè protagonista della serie tv. Logan Roy è un uomo ricco, molto ricco. A capo di uno dei più grandi conglomerati mediatici e di intrattenimento: la Waystar Royco. Succession ha inizio quando il protagonista della serie tv prodotta da HBO decide di far firmare un testamento ai figli nel quale si dice che l'azienda di famiglia passerà tutta nelle mani proprio della nuova compagna di vita, Marcia. Questa affermazione verrà detta durante il festeggiamento dei suoi ottant'anni. Effettivamente non è più un giovincello, è anche giusto pensare al futuro. Ovviamente questa sua decisione scatenerà l'ira di alcuni dei figli. Kendal, Roman, Shiv e Connor avranno infatti sentimenti contrastanti a riguardo di Marcia. Le vogliono bene è ovvio, ma non sanno se sia così corretto far ottenere a lei qualcosa che non ha visto nascere o comunque a cui non ha - a differenza loro - contribuito a far crescere. Le due stagioni di Succession dunque parleranno di questo. Quattro figli, anche se il primogenito sarà il più escluso da tutti, che condurranno una lotta interna fra loro per capire e vedere chi sarà capace di salire al trono della Waystar Royco. Quando si parla di milionari e di una famiglia così particolare in effetti l'unico dei grossi problemi può essere proprio quello dell'eredità. La famiglia Roy non sfuggirà decisamente a questo destino. In venti episodi si alterneranno momenti felici e momenti tristi, degni di una vera e propria dramedy, una commedia unita alla tragedia.


Descrizione

Difficilmente la casa produttrice televisiva HBO sbaglia un colpo. True Detective, e Game of Thrones ne sono l’esempio lampante. I due prodotti di genere completamente diverso ma che ha modo loro sono ritenuti tra i più influenti nella storia recente della serialità. Nel 2018 allora la HBO e il suo regista e sceneggiatore Jess Armstrong hanno lavorato a un prodotto ancora diverso da quelli precedenti, che però all’interno del mondo dello spettacolo americano ha ottenuto una notevole notorietà. Il titolo è semplice e chiaro: Succession. Una serie tv che parla di milionari, mostrando al pubblico però quelli che potrebbero essere i problemi di chi in teoria problemi non ha. Già, perchè a volte anche i ricchi possono avere le loro diatribe.

Il protagonista di Succession è un signore di ottant’anni, Logan Roy. Interpretato da Brian Cox, è un signore anziano abbastanza burbero la cui caratteristica principale è quella di amare troppo le donne. Infatti l’uomo si sposerà per ben tre volte. La co-protagonista della serie sarà dunque l’ultima delle sue mogli, Marcia. Una donna davvero interessante e dal carattere brillante. Logan ama talmente tanto la consorte che deciderà di lasciare tutto il suo impero mediatico – la Waystar Royco, a lei, scatenando così l’ira dei propri figli. Sarà dunque questo il leitmotiv di Succession. Chi siederà sul trono dell’azienda di famiglia una volta che il pover’uomo non ci sarà più? Allora tra giochi di potere e di astuzia, la serie tv che prevede due stagioni da dieci episodi l’una sarà capace di far ridere e commuovere, attraverso eventi che principalmente vedranno protagonisti i tre figli più piccoli di papà Logan cercare di trovare un modo per diventare gli eredi della Waystar Royco.

Succession è un prodotto che in Italia probabilmente non ha trovato così tanta fortuna. Disponibile attualmente su Sky. Negli Stati Uniti però la serie tv non solo ha ottenuto un successo a dir poco notevole, ma ha inoltre vinto numerosissimi premi d’alto livello.

A livello di pubblico Rotten Tomatoes ha mostrato come Succession abbia ricevuto un indice di gradimento del 88%, un risultato eccezionale, ottenendo un voto di 7,78 su 10, sulla base di un totale di ottanta recensioni. Uno spettacolo di persone ricche che non si comportano bene, ecco cosa reciterà il sito di recensioni seriali e cinematografiche. Metacritc invece ha ottenuto un punteggio di 77 su 100, praticamente in linea con il precedente punteggio, basato però su sole 48 recensioni.

La vera e propria gloria però Succession la ottiene grazie ai riconoscimenti da parte della critica. Nelle due stagioni complessive ha ottenuto infatti addirittura più di venti candidature, solo diciotto per la seconda stagione. Tra i premi più importanti nel 2019 ci sono il British Academy Television Award come miglior serie tv drammatica, il premio Emmy Award come miglior sceneggiatura in una serie tv drammatica, il Satellite Awards come miglior serie drammatica e miglior attore non protagonista in una serie tv, una miniserie o un film dato a Jeremy Strong (che interpreta il figlio Kendall Roy).

Nel 2020 invece ottiene addirttura i Golden Globe (al quale l’anno precedente era stata solo candidata) come miglior serie drammatica e miglior attore in una serie drammatica (dato a Bryan Cox). Una scorta anche di Emmy Awards nelle categorie di: miglior serie drammatica, miglior attore in una serie drammatica (sempre Jeremy Strong), miglior regia in una serie drammatica dato a Andrij Parekh e miglior sceneggiatura in una serie drammatica dato all’ideatore della serie tv Jesse Armstrong.

Come tutti i prodotti HBO degli ultimi anni dunque anche Succession ha ricevuto dalla critica onore e gloria. Un prodotto davvero unico nel suo genere, che riesce a unire satira e politica a delle risate decisamente sincere. L’interpretazione degli attori è stata decisamente convincente, come denotano anche i premi vinti, dunque un applauso va anche e soprattutto al casting. Succession, che vede alla luce solo due stagioni è stata rinnovata nel 2019, al momento della conferenza stampa della seconda e attualmente ultima stagione, per un’ulteriore stagione. Quello che sicuramente si spera è che il prodotto HBO riesca a tornare sui cataloghi italiani. La serie, che per la prima volta è andata in onda in Italia il 30 ottobre del 2018, si spera possa tornare presto disponibile anche sulla piattaforma streaming Now. dove è stata presente per diverso tempo.

Cosa aspettarsi dalla serie
Succession è una serie tv dalla quale davvero non si sa cosa aspettarsi. D'altronde quando fai parte del genere dramedy, non può essere altrimenti. Un mix perfetto tra comicità e drammaticità. C'è da dire però che se si dovessero dire quale dei due generi sia più fondamentale all'interno della serie tv prodotta dalla HBO la risposta sarebbe sicuramente il drama. A conferma di questa affermazione ci sono tutti i premi e le candidature ricevuti sotto la categoria di serie televisiva drammatica. Quello che la parte comica dello show fa è alleggerire il clima nei momenti più tristi e per l'appunto drammatici. Si crea così una combinazione davvero brillante che porterà al successo scontato. Se si cerca dunque un prodotto di qualità e che non viene molto sponsorizzato in Italia, questa serie tv è quella perfetta, poichè di una qualità eccelsa. Il punto forte del prodotto inoltre è proprio la scelta degli attori e la loro interpretazione davvero impeccabile. Il fascino britannico ha sempre quel qualcosa in più, che dà valore ai propri lavori.


F.A.Q.
  • Succession è tratta da una storia vera? No, la storia narrata all'interno della serie tv è frutto dell'immaginazione e dell'inventiva del bravissimo Jesse Armstrong, che ha ottenuto molto successo grazie a questo lavoro e anche qualche premio e riconoscimento importante
  • Quando esce la terza stagione? La terza stagione è stata confermata durante la conferenza stampa della seconda, esattamente nel 2019. Purtroppo però la pandemia mondiale ha fermato e rallentato i lavori non di poco. Purtroppo è impossibile dunque stabilire una data precisa della nuova e sicuramente brillante nuova stagione.
  • Come mai non è più possibile trovarla su Now Tv, se è disponibile su Sky? Il motivo ben preciso non si sa. Quello che è a conoscenza è che dopo il cambio di dominio e logo del sito streaming, la serie tv è scomparsa dal catalogo Now Tv. Si spera ovviamente che torni al più presto a disposizione degli abbonati della piattaforma streaming.


Programmazione
La serie tv è disponibile solo su Sky
Disponibile in streaming: guardala subito


Social