in ,

10 motivi per amare Ripper Street

Ripper Street
Ripper Street

Gli inglesi ne hanno fatta un’altra. Sai che novità direte voi, è risaputo che gli inglesi ci sanno fare davvero con le serie tv, a volte anche meglio dei loro cugini americani. La grande fioritura delle serie tv di provenienza british è stata infatti uno dei fenomeni più interessanti delle ultime stagioni televisive, e i network d’oltremanica sono stati bravi a rinnovare la loro offerta televisiva già ricca e di qualità adattandosi al mercato mondiale con serie tv come Sherlock, Misfits, Broadchurch o l’ultimissimo The Night Manager col grande Tom Hiddleston. Grandi risultati sono stati raggiunti con questo nuovo genere di prodotti, ma è universalmente risaputo che il loro punto di forza è da sempre uno ed uno soltanto: le serie tv in costume. Questo genere di produzione ed in generale i period drama (se sei un appassionato di letteratura dai un’occhiata qui!) sono il loro marchio di fabbrica ormai da tempo immemore, fin dal celeberrimo Orgoglio e Pregiudizio del 1995 con un giovanissimo Colin Firth. Quindi quando si tratta di mettere in campo il proprio cavallo migliore, l’Inghilterra si affida ai costumi, alla Londra sporca e fumosa ed al british style più puro. Ripper Street rientra in questa scuderia. Serie tv del 2012 ideata da Richard Warlow e nata dalla collaborazione tra BBC e BBC America, Ripper Street è un detective crime ben strutturato e con uno stabile impianto narrativo, che ruota attorno ad un gruppo di detective che tra enormi difficoltà si sforza di portare la giustizia e mantenere l’ordine in un luogo un tempo terrorizzato da Jack lo Squartatore. E dove sta la novità nell’ennesimo rifacimento delle storie del famigerato assassino starete pensando voi, ma non potreste essere più lontani.

Siete pronti quindi per un viaggio attraverso le buie e sporche strade di Whitechapel alla scoperta dei luoghi teatro degli atroci delitti di Jack lo Squartatore? Ripper Street è proprio lì che ci sta portando ed ecco dieci motivi per guardarla.

Ripper Street

Written by Serafina Pallante

Le immagini in movimento sono la mia vita e le mangio in tutte le forme e in tutte le salse, anche a rischio indigestione. Studio per diventare critico cinematografico perchè mi piace mettere bocca su tutto e sono pure brava a farlo. Jack Sparrow è il mio spirito guida e se avessi un TARDIS tornerei indietro nel tempo per essere un pirata. O per incontrare Jane Austen non ho ancora deciso. Che dire di più? Sono di fede Potteriana ed ho consacrato la mia vita ai film (anche mentali) ed alle serie tv. Nel tempo libero, quando posso, vivo.

Gif-recensione New Girl 5×10: la nostra Girl è tornata!

no-spoiler

Diletta e Antonio intervistati da No-Spoiler