in ,

WandaVision 1×08 – Tra il passato, il presente e il futuro

wandavision 1x08

Emozionante. WandaVision 1×08 è un episodio che ha davvero saputo smuovere qualcosa dentro di noi e toccare le corde giuste che ci hanno permesso di empatizzare con il personaggio di Wanda, questa settimana impegnata in un viaggio in se stessa, nella sua psiche sconvolta e nei suoi ricordi più sepolti e reconditi.

Una puntata scorrevole e ben dosata che si prende tutto il tempo necessario per esplorare il passato di un personaggio autentico e perfettamente caratterizzato. Quaranta minuti che danno una risposta ad alcuni tra i quesiti più impellenti fino a ora e che aprono le porte al gran finale della prossima settimana.

Ma procediamo con ordine.

WandaVision 1x08
WandaVision 1×08

Nella scorsa puntata avevamo lasciato la nostra adorata Wanda attonita di fronte alla scoperta dell’identità della cattiva della serie Agatha Harkness. In WandaVision 1×08 dopo un flashback sul passato della donna, strega oscura attiva sin dagli anni di Salem, si ritorna dunque all’arcano seminterrato della vicina della protagonista. Le rivelazioni a questo punto si sprecano perchè veniamo a scoprire una volta per tutte come effettivamente non sia stata Agatha a creare l’anomalia, ma Wanda stessa. Obiettivo della strega è infatti quello di capire come la ragazza abbia potuto plasmare questa realtà, studiarne i poteri e, perché no?, probabilmente impossessarsene. Per fare ciò la spinge a fare tappa nei più importanti e segnanti ricordi della sua vita che l’hanno portata dov’è ora.

L’episodio non indugia a riproporre la struttura di una sitcom in particolare, ma la dichiarazione d’amore per questo genere di prodotti televisivi non viene meno, ma anzi, viene resa finalmente esplicita dai ricordi della ragazza: The Dick Van Dyke Show, I Love Lucy, Witched, Malcolm in the Middle sono solo alcuni dei titoli fisicamente mostrati da WandaVision 1×08.

Momenti in famiglia, infanzia, calore, risate che scaccino via l’oscurità e la tristezza: queste sono sempre state le sitcom per Wanda.

Barlumi di gioia e di speranza che facciano pensare che il dolore e la sofferenza possano essere solo brutti sogni dai quali risvegliarsi. Non è forse così anche per noi?

“Alla fine dell’episodio ti rendi conto che era un brutto sogno. Non c’era niente di vero”.

Il titolo stesso di WandaVision 1×08, Nelle puntate precedenti, rievoca uno dei cliché tipici del genere della sitcom, ossia quello del classico episodio dedicato ai best moments di una serie televisiva.

La puntata tuttavia non costituisce uno stereotipato e noioso spiegone didascalico: ciò a cui assistiamo è un interessantissimo e coinvolgente approfondimento su un personaggio che nei film del MCU non aveva ancora saputo trovare la giusta attenzione e lo spazio meritato. Un’introspezione capace di scavare nell’animo di un personaggio complesso, forte e fragile allo stesso tempo, una donna messa alla prova come pochi altri.

WandaVision 1x08
WandaVision 1×08

Così la seguiamo, aprendo le porte della sua mente, rivangando tutti i traumi, tutte le sofferenze e i dolori che l’hanno portata ad essere quella di oggi. Una ragazza devastata che ha perso tutto quello che aveva di più caro e che per sfuggire al proprio dolore, senza nemmeno rendersene conto, finisce per ricreare attorno a sé i mondi delle sitcom che guardava da bambina, quando tutto era ancora bello, quando tutto andava ancora bene.

Ripercorrendo i passi di Wanda, ci caliamo quindi nei suoi panni, proviamo il suo stesso dolore, ci struggiamo nel vederla provare tanta sofferenza, quell’indicibile sensazione di dolore sul petto a cui l’eroina aveva fatto riferimento in precedenza. E capiamo quindi perché la nostra eroina abbia fatto quel che ha fatto.

Le scene più struggenti, così come quelle più commoventi, lasciano con un nodo alla gola: questo anche grazie alla maestosa interpretazione di Elizabeth Olsen (qui trovate informazioni sulla carriera e la vita privata dell’attrice), che anche con un solo sguardo riesce a restituirci in toto la gamma di sentimenti provati dalla ragazza. Ci sono dolore, sofferenza e morte, ma anche tanto amore, vita e la promessa di un posto migliore.

“Non può essere tutto dolore, giusto? (…) Ma che cos’è il dolore se non amore perseverante?”

Ed è proprio quando tutto va bene, quando tutto sembra poter rinascere dalle ceneri che WandaVision 1×08 ci mostra che anche l’unico faro di luce capace di strappare la ragazza alla propria oscurità le viene portato via e il suo corpo viene poi trattato alla stregua di una semplice macchina, che si arriva all’inevitabile crollo.

WandaVision 1x08
WandaVision 1×08

Una colonna sonora triste e malinconica accompagna la protagonista in una cittadina di provincia come tante: la donna legge un foglio e finalmente capiamo perché tutto ruoti proprio attorno a Westview. Fondamenta di cemento tracciano il profilo di una casa “To grown old in“. La musica cresce di intensità e si fa struggente, il resto è storia. E a noi non possono che venire i brividi nel rivedere ancora una volta i due protagonisti felici, insieme.

WandaVision 1×08 è stata davvero spettacolare.

Scritta con cura e amore per un personaggio che ha ancora molto da dire, girata con perizia e una grandissima attenzione per i particolari e recitata magistralmente, con chicche capaci di far drizzare le orecchie ai più attenti, ma di emozionare anche chi non ha interesse per easter egg, citazioni e teorie da fan. Tanti gli indizi sparsi qua e là nella puntata, soprattutto per quanto riguarda il potere di Wanda, molto probabilmente già latente nell’eroina (che forse d’ora in poi potremo finalmente chiamare Scarlet Witch) ancor prima di essere esposta alla Gemma della Mente da parte dell’HYDRA.

WandaVision 1x08

Dopo un’attesa di due mesi, potremo assistere a un finale che si preannuncia davvero epico. Cosa farà il Visione Bianco visto nella scena post credit? Quale sarà il ruolo di Monica? Wanda riuscirà a salvare i propri cari? Che cosa capiterà agli abitanti di Westview? Per scoprirlo non ci resta che puntare la sveglia per venerdì 5 marzo e connetterci su Disney+ quando con il finale di serie ogni nodo verrà al pettine.

LEGGI ANCHE – WandaVision 1×08: la recensione del settimo episodio – A carte scoperte

Scritto da Benedetta Vanotti

Cool, cool, cool, cool, cool, cool, no doubt, no doubt, no doubt.
Sono Benedetta e ogni tanto scrivo.
Se mi state cercando probabilmente mi troverete seguendo l'eco delle mie risate mentre guardo una bella comedy.

Se si guarda attentamente, Gossip Girl è una perfetta rappresentazione della stratificazione sociale di Max Weber

Unorthodox: ricominciare a respirare