in

10 motivi per cui ci manca Peter Pan in Once Upon A Time

10. Perchè è stato il risvolto narrativo migliore dell’intera serie

Fummo tutti strabiliati al tempo. Qualcuno ci era arrivato (tipo Jennifer Morrinson), qualcun altro lo aveva sospettato, ma la maggior parte di noi Oncers davvero non ce lo saremmo mai aspettato. Peter PanColpo di scena geniale, ben strutturato, per niente banale e gradualmente rivelato. Grande applauso per Edward ed Adam, quanto se lo meritano bisogna ammetterlo. Il finale della puntata 3×08 – “Fai Pensieri felici” fu un crescendo di climax sia a livello di regia (e tanta maestria è rara in Once Upon A Time) che di narrazione, fino poi ad arrivare alla grande rivelazione finale. Ma a parte il colpo di scena a sfondo familiare (ormai Storybrook è peggio di Beautiful), ciò che fu subito accattivante fu l’idea di rendere un personaggio dell’universo Disney notoriamente buono e positivo e trasformarlo in un cattivo senza scrupoli, malvagio fino al midollo. Buona parte del merito va senz’altro anche all’attore che lo ha interpretato, Robbie Kay, che ha saputo trasformare il famoso sguardo di Peter Pan da biricchino a totalmente malvagio. Una grande interpretazione da parte del giovane attore, un lavoro rovinato purtroppo dal doppiaggio italiano (basta vederlo in inglese e passa la paura).

Peter Pan

Peter Pan

In quanti siete rimasti a bocca spalancata durante questa scena?

Insomma a tutti manca Peter Pan e l’Isola Che Non C’è, ma soprattutto ci manca tutto il potenziale che una famiglia disfunzionale come Peter Panquella formata da Peter Pan, Tremotino, Neal ed Harry avrebbero potuto combinare. Forse la decisione di far morire così presto Malcom è stata un pò troppo affrettata. Sappiamo però che ci apprestiamo ad esplorare l’Oltretomba e Peter Pan non è l’unico a trovarsi lì: anche Neal è purtroppo morto tempo fa e magari il viaggio nel Regno dei Morti potrà essere l’occasione per rivedere questi tre personaggi interagire tra di loro. Chissà se ne vedremo delle belle!

Written by Serafina Pallante

Le immagini in movimento sono la mia vita e le mangio in tutte le forme e in tutte le salse, anche a rischio indigestione. Studio per diventare critico cinematografico perchè mi piace mettere bocca su tutto e sono pure brava a farlo. Jack Sparrow è il mio spirito guida e se avessi un TARDIS tornerei indietro nel tempo per essere un pirata. O per incontrare Jane Austen non ho ancora deciso. Che dire di più? Sono di fede Potteriana ed ho consacrato la mia vita ai film (anche mentali) ed alle serie tv. Nel tempo libero, quando posso, vivo.

baci

15 baci indimenticabili delle Serie Tv

Liars

Gif-Recensione Pretty Little Liars – 6×15 Vita da Liars