Vai al contenuto
Home » News » Il creatore di Squid Game dà finalmente una data indicativa per l’arrivo della seconda stagione!

Il creatore di Squid Game dà finalmente una data indicativa per l’arrivo della seconda stagione!

Squid Game è la serie originale Netflix sudcoreana che ha conquistato il pubblico internazionale, che ci racconta anche che la tortura più violenta è la libertà di scegliere. La trama e l’empatia sono tra i 5 elementi chiave che l’hanno resa un successo mondiale.

La seconda stagione è ufficiale. Speriamo che sia in linea con la prima, anche se rischia di non essere più la serie che abbiamo visto.

Non sappiamo però molto di questa nuova stagione. Soprattutto non sappiamo quando uscirà, che è uno dei dettagli che ai fan interessa di più. A darci un indizio ci pensa il creatore Hwang Dong-hyuk, che ha rivelato il periodo di uscita della serie.

Squid Game 2 arriverà nel 2023 o nel 2024 su Netflix

Durante un’intervista con Vanity Fair Hwang Dong-hyuk ha rivelato quando possiamo aspettarci di vedere Squid Game 2 e ha parlato dei temi che tratterà.

L’autore ha affermato che la seconda stagione potrebbe arrivare su Netflix a fine 2023 o inizio 2024. Dice che per il momento ha solo tre pagine piene di idee pronte a diventare parte della sceneggiatura.

La solidarietà sarà un tema centrale

Nella seconda stagione ritroveremo il protagonista Seong Gi-hun, interpretato dall’attore Lee Jung-jae. Sappiamo anche che ci saranno giochi migliori. Hwang ha detto a Vanity Fair che “l’umanità sarà messa alla prova tramite i giochi ancora una volta”.

In merito alle tematiche della seconda stagione, Hwang dice: “Voglio porre questa domanda: ‘è possibile una vera solidarietà tra gli esseri umani?”. In questi tempi di crisi, Hwang ritiene che l’unico modo in cui noi possiamo superare le difficoltà è la solidarietà.

Anche nel corso della prima stagione di Squid Game diventa sempre più chiaro che, invece di combattere per avere un solo vincitore, i partecipanti avrebbero potuto collaborare per vincere insieme. Invece rimane solo un vincitore, Gi-hun, appunto.

Vanity Fair chiede a Hwang se avesse questo messaggio in mente: il creatore non conferma né smentisce, ma lascia aperto alla libera interpretazione. Tuttavia afferma che “dato che i partecipanti erano concentrati ad uccidersi l’un con l’altro”, non sarebbero stati capaci di sopravvivere come un gruppo. Lo paragona alla situazione attuale: le persone sembrano cavalli da corsa che cercano di superarsi a vicenda.

Hwang crede che la conclusione della serie avrebbe potuto essere diversa se i partecipanti avessero guardato oltre sé stessi: “Se si fossero parlati, se avessero collaborato, sì, ci sarebbe stata la possibilità di avere più vincitori.”

Nel cast della prima stagione troviamo Lee Jung-jae (Seong Gi-hun), Park Hae-soo (interprete di Cho Sang-woo, che sarà nel remake coreano de La Casa di Carta), Jung Ho-yeon (Kang Sae-byeok), Oh Yeong-su (Oh Il-nam), Heo Sung-tae (Jang Deok-su), Anupam Tripathi (Abdul Ali), Kim Joee-ryoung (Han Mi-nyeo), Wi Ha-joon (Hwang Jun-ho).

Leggi anche – Squid Game: Dove andrà a parare la seconda stagione?